Helicotrema 2017

Venezia - 20/11/2017 : 21/11/2017

Il festival di brani audio registrati fa tappa per il terzo anno consecutivo a Palazzo Grassi – Punta della Dogana con un doppio appuntamento, dedicato ai temi della mostra Treasures from the Wreck of the Unbelievable.

Informazioni

Comunicato stampa

Lunedì 20 novembre
Ore 18.00 e 19.30: sessioni d'ascolto dedicate al tema dell'acqua, dei mondi e delle lingue sommerse a cura di Blauer Hase e Giulia Morucchio.
Ore 21.30: The Touch of Sound performance a cura della compositrice e sound ecologist Hildegard Westerkamp.

Martedì 21 novembre
Ascolti dedicati al dualismo realtà/finzione
Ore 18.00 e 19.30: sessioni d'ascolto dedicate al confine fra realtà e finzione a cura di Blauer Hase e Giulia Morucchio.
Ore 21.30: Mixed Signals live performance dell'artista James Webb.

Ingresso libero sino a esaurimento posti





Non poteva mancare il suono, tra gli spunti di riflessione sui temi della grande mostra di Damien Hirst, Treasures from the Wreck of the Unbelievable, ancora in corso a Palazzo Grassi e Punta della Dogana sino al 3 dicembre 2017.

Nell’ambito dell’ampio programma di iniziative aperte al pubblico, finalizzate all’approfondimento dei contenuti del progetto espositivo per mezzo di inedite visioni e chiavi di lettura, si inseriscono due appuntamenti con il festival di brani audio registrati Helicotrema, in calendario presso il Teatrino di Palazzo Grassi, lunedì 20 e martedì 21 novembre.

Giunto alla sua sesta edizione, Helicotrema torna per il terzo anno consecutivo a Palazzo Grassi – Punta della Dogana. Il festival si ispira alle esperienze di ascolto condiviso tipiche del secolo scorso, quando le persone si riunivano attorno alla radio per seguirne la programmazione. Artisti e compositori, italiani e internazionali, sono oggi i protagonisti di queste emissioni sonore, organizzate lungo nuclei tematici specifici.


ph. Matteo De Fina


Lunedì 20 novembre alle ore 18.00 e alle ore 19.30 sono in programma due sessioni di ascolto a cura di Blauer Hase e Giulia Morucchio, dedicata al mondo marino e alle sue “lingue sommerse”.

Alle 21.30 il foyer del Teatrino vedrà come protagonista la compositrice e sound ecologist canadese Hildegard Westerkamp.

Martedì 21 novembre, alle ore 18.00 e alle ore 19.30, tornano gli ascolti guidati da Blauer Hase e Giulia Morucchio con una selezione di suoni e racconti che esplora il confine tra realtà e finzione sul cui labile margine si sviluppa l’intero progetto espositivo di Damien Hirst.
A seguire, alle ore 21.30, sarà la volta della performance del sudafricano James Webb.

Con i contributi sonori di: Monira Al Qadiri, Mohamed Bourouissa, Angus Carlyle, Francesco Cavaliere, Michele Ciacciofera, Caroline Claus, Enrico Coniglio, Viv Corringham, Pauline Curnier Jardin, Nicola Di Croce, Donato Epiro, Gaia Formenti, Rene Gabri + Ayreen Anastas, Nana April Jun, Marcos Lutyens, Maurizio Nannucci, Anna Raimondo, Simon Ripoll-Hurier, Lina Selander, Enrico Vezzi, Giulia Vismara, James Webb, Hildegard Westerkamp, Samson Young.

Selezionati tramite open call: John F. Barber, Benoit, Federico Chiari, Stijn Demeulenaere, Dashes, Erica van Loon, Matteo Polato.