Green White Red

Reggio Emilia - 07/05/2011 : 31/07/2011

Per celebrare il centocinquantenario dell’unità d’Italia, la Collezione Maramotti ha invitato Frac Aquitaine a esporre parte del loro considerevole patrimonio fotografico nell’ambito di Fotografia Europea che si terrà a Reggio Emilia nella primavera del 2011. L’esposizione Green White Red. A Perfume of Italy in the Collection of Frac Aquitaine è concepita come un articolato percorso all’interno della storia della fotografia europea e americana, dalla fine delle avanguardie degli anni Trenta ai giorni nostri.

Informazioni

  • Luogo: COLLEZIONE MARAMOTTI - MAX MARA
  • Indirizzo: Via Fratelli Cervi 66 - Reggio Emilia - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 07/05/2011 - al 31/07/2011
  • Vernissage: 07/05/2011 ore 18.30
  • Curatori: Claire Jacquet
  • Generi: fotografia, collettiva
  • Orari: La mostra, ad ingresso libero, è visitabile negli orari di apertura della collezione permanente. Giovedì e venerdì 14.30 - 18.30 Sabato e domenica: 10.30 - 18.30
  • Email: info@collezionemaramotti.org
  • Uffici stampa: STUDIO PESCI

Comunicato stampa

Per celebrare il centocinquantenario dell’unità d’Italia, la Collezione Maramotti ha invitato Frac Aquitaine a esporre parte del loro considerevole patrimonio fotografico nell’ambito di Fotografia Europea che si terrà a Reggio Emilia nella primavera del 2011.
L’esposizione Green White Red. A Perfume of Italy in the Collection of Frac Aquitaine è concepita come un articolato percorso all’interno della storia della fotografia europea e americana, dalla fine delle avanguardie degli anni Trenta ai giorni nostri.
Ispirandosi ai tre colori della bandiera italiana – verde, bianco e rosso – la mostra si sviluppa in tre capitoli di una più ampia storia dell’umanità


Novanta immagini esposte in tre sezioni in ognuna delle quali il colore è impiegato evocativamente. Il Verde (A part of nature) si confronta col tema della natura e l’ordine del paesaggio; il Bianco (Times of innocence or silence) ci parla di un tempo sospeso in cui tutto può iniziare o ri-cominciare; il Rosso (Between Passion and Conflicts) abbraccia affetti e tragedie intimi e sociali risolvendoli in una dimensione universale.
Un omaggio all’identità italiana, un ritratto allusivo della stessa che diviene storia di contemplazioni, azioni ed emozioni, universalmente condivise.