Gianni Politi – Le cose non saranno mai più come prima

Spoleto - 25/06/2011 : 25/07/2011

L’intervento nella Chiesa si basa su tre tele in pittura e matita (serie Quadri Bianchi) che mostrano il sacrificio di altrettante mucche, appese e in piena putrefazione, a sottolineare un momento sacro di restituzione dell’anima allo spazio ospitante.

Informazioni

Comunicato stampa

L’intervento nella Chiesa si basa su tre tele in pittura e matita (serie Quadri Bianchi) che mostrano il sacrificio di altrettante mucche, appese e in piena putrefazione, a sottolineare un momento sacro di restituzione dell’anima allo spazio ospitante. Al Collicola Ring si vedranno, invece, tre teche trasparenti che conservano, come reperti di un se stesso precedente, calchi in gesso di parti del corpo dell’artista: da una parte lo strumento per staccarsi da un passato sofferente, dall’altra l’espediente per ricordare come si era in un preciso frammento di spazio e tempo

Le teche nascono da un dolore personale, propriamente fisico, provato e vissuto dall’artista per curarsi una malattia. Da lì ecco il necessario passaggio verso l’espiazione delle tele bianche, sottolineando quel sapore di compimento catartico verso cui l’intero progetta sembra proiettarsi.