George Drivas – Empirical data

Firenze - 17/06/2011 : 17/06/2011

La rassegna L’evento immobile. Sfogliare il tempo prosegue a EX3, dove sarà presentato Empirical Data, 2009, mediometraggio del filmmaker greco George Drivas, proposto in numerosi festival e rassegne internazionali ma inedito in Italia.

Informazioni

Comunicato stampa

Casa Masaccio con la partnership del Museo Man di Nuoro, promuove una nuova edizione de L’evento immobile, rassegna a cura di Cristiana Collu, Saretto Cincinelli e Alessandro Sarri, che quest’anno ha per sottotitolo Sfogliare il tempo.

La manifestazione, giunta alla sua V edizione sarà articolata in vari eventi che, a partire dal mese di maggio si susseguiranno in Toscana e in Sardegna, per concludersi con la consueta mostra a San Giovanni Valdarno (inaugurazione il 17 Settembre 2011).

Incentrata su un percorso plurale e intermittente, all’insegna della delocazione, L’evento immobile

Sfogliare il tempo si propone di analizzare, attraverso la presentazione di opere video e cinematografiche, ciò che di permanente e di fisso resiste ed insiste in ogni immagine in movimento e, parallelamente, di indagare l’infinita disponibilità del tempo ad essere colto ed accolto nel proprio irriducibile intervallo.

La manifestazione cerca così di delineare una sorta di tempo in stato vegetativo, una temporalità in stato d’arresto, in stallo, tale da non poter essere derubricata a semplice movimento o a semplice stasi.



Dopo gli appuntamenti pratesi, presso Spazio K e Galleria Gentili, che hanno avuto per protagonisti Emanuele Becheri (IT), Alejandro Moncada (MEX), Katharina Segura Harvey (UK), Paolo Meoni (IT) e quello fiorentino di Villa Romana con la lecture di Rinaldo Censi sulla temporalità nel cinema sperimentale attraverso film di Ken Jacobs, Malcolm Le Grice e Hollis Frampton, la rassegna L’evento immobile. Sfogliare il tempo prosegue a EX3, dove il 17 giugno, alle ore 21 e alle ore 22, sarà presentato Empirical Data, 2009, mediometraggio del filmmaker greco George Drivas, proposto in numerosi festival e rassegne internazionali ma inedito in Italia.



Ispirato ad una storia realmente accaduta il mediometraggio di George Drivas narra le vicissitudini di Davide Maltese, attore che - emigrato in Grecia - interpreta se stesso, mostrando le difficoltà di inserimento in un ambiente alieno e in un certo senso ostile. Accadimenti che si concluderanno con un progressivo riconoscimento e con la successiva "integrazione" del personaggio nella società greca. Con uno stile che a tratti ricorda Lemmy Caution: Missione Alphaville di Jean Luc Godard e La Jetée di Chris Marker, Empirical data di Drivas si snoda attraverso un concatenamento ellittico di immagini statiche in bianco e nero che ricordano la fotografia, ingenerando così un cortocircuito spazio temporale che avvolge la narrazione in un terrain vague di indeterminazione, in un non-luogo privo ogni riferimento topologico e di ogni consequenzialità cronologica.



“Is perhaps the character’s path, and the film itself, a “valid” and “true” need or an artificial need, an inevitable sacrifice or redemption? Is it the beginning of the problem, or perhaps the beginning of the solution? For me, it is all of these things at the same time”. (George Drivas)



George Drivas ha ricevuto un M.A. in Film e media studies alla Freie Universitaet, Berlino e un B.A. in Political Science all'università di Atene. È il destinatario di numerosi premi: Best Experimental Film Award at London Greek Film Festival, London, UK (2010), menzione speciale a “Strange Screen”, Experimental Film and Video Festival, Macedonian Museum of Contemporary Art, Thessaloniki, Greece (2009), secondo premio al VII Media Art Forum, XXVII Moscow International Film Festival, Moscow, Russia (2006), secondo premio a the Zebra International Poetry Film Festival, Berlin, Germany (2002) e a Jury Award for Experimental Short Film at the New York Expo, NY, NY (2002).

L’opera di George Drivas è stata proposta in una mostra personale al National Museum of Contemporary Art, Athens, Greece (2009) e in diverse mostre collettive o festival: " Polyglossia", Cultural Centre Onassis, Atene, Grecia (2011), “ECU„ European Independent Film Festival, Parigi, Francia (2010); “Digital Wave „ Thessaloniki International Film Festival, Thessaloniki, Greece (2009) “Transexperiences Greece„ Spazio 798, Pechino, Cina (2008); “Young Greek Artists – In Present Tense„ al National Museum of Contemporary Art, Athens, Greece (2008); “Les Jeunes Cinéastes d' aujourd' hui" al Centre Pompidou, Parigi, Francia (2007); Media Art Forum, XXVII Moscow International Film Festival, Moscow, Russia (2006); Poetry International Festival, Rotterdam, Paesi Bassi (2003); Dactyl Foundation for the Arts and Humanities, NY, (2002).

L’opera di George Drivas fa parte della collezione del MoCA di Atene.

George Drivas vive fra Atene e Berlino.