Fuori! Arte e spazio urbano 1968-1976 – Catalogo

Briosco - 24/06/2011 : 24/06/2011

Per l’ultimo appuntamento del ciclo Osservatori Speciali Alessandra Pioselli sarà ospite della Fondazione Pietro Rossini per presentare il catalogo della mostra FUORI! Arte e spazio urbano 1968-1976 (Electa), da lei curata insieme a Silvia Bignami

Informazioni

Comunicato stampa

Venerdì 24 giugno alle ore 20.00 per l’ultimo appuntamento del ciclo Osservatori Speciali Allessandra Pioselli sarà ospite della Fondazione Pietro Rossini per presentare il catalogo della mostra FUORI! Arte e spazio urbano 1968-1976 (Electa), da lei curata insieme a Silvia Bignami e visitabile fino al 4 settembre presso il Museo del Novecento a Milano.

L’incontro si prospetta come un’occasione di riflessione sugli effetti dei profondi cambiamenti sociali e culturali italiani degli anni Sessanta sulle arti visive

Sono gli anni in cui gli artisti scendono in strada, “fuori” dal museo e dalle gallerie, per confrontarsi con il mondo reale e coinvolgere un pubblico più ampio, attraverso performance, azioni, animazioni, installazioni, sculture. Mossi da numerose questioni politiche, sociali e ideologiche, si trovano a dover ridefinire il loro linguaggio per una “riappropriazione creativa del tessuto urbano”.

Alessandra Pioselli. Nata a Bergamo nel 1968, lavora come curatore e critico d'arte indipendente. E' corrispondente di Artforum (New York) dall'Italia. Insegna Storia dell'arte contemporanea presso l'Accademia di Belle Arti di Bergamo e Comunicazione visiva presso l'Istituto Europeo di Design di Milano. Si occupa in particolare di relazione tra produzione artistica e territorio. Sul tema, tra gli altri progetti, ha pubblicato nel 2001 con il Dipartimento di Storia dell'Arte dell'Università di Pavia la ricerca "Milano anni Settanta: 
arte, politica e territorio" , co-curato l'incontro "Public art. Esperienze europee" nel contesto della Biennale di Venezia (1999) e 
il workshop con Vito Acconci sulla Public art (Viafarini, Milano, 1998). Dal 2002 al 2004 ha fatto parte del comitato scientifico per il progetto "In alto: arte sui ponteggi", promosso dalla Soprintendenza per i Beni e le attività culturali della Regione Lombardia.Attualmente collabora con la Fondazione Olivetti (Roma) per lo sviluppo di un progetto per la Provincia di Milano e sta sviluppando una ricerca storica sul tema della "partecipazione".