Francky Criquet – La Fureur de Vivre

Frascati - 12/06/2011 : 10/07/2011

Francky Criquet, per l’evento alle Scuderie Aldobrandini, propone circa 40 opere, olio su tela di grandi e medie dimensioni, disegni e sculture, tutti lavori che tracciano il leit motive della sua ricerca artistica coltivata negli ultimi anni.

Informazioni

  • Luogo: SCUDERIE ALDOBRANDINI
  • Indirizzo: Piazza Guglielmo Marconi 6 - Frascati - Lazio
  • Quando: dal 12/06/2011 - al 10/07/2011
  • Vernissage: 12/06/2011 ore 11
  • Curatori: Rosetta Gozzini
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Email: barbaradicorato@arteefatti.com
  • Patrocini: dall’Ufficio Culturale dell’ Ambasciata di Francia in Italia, promossa e sostenuta dall’Assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Frascati, dall’Associazione culturale RosArte, dalla Galerie Selective Art Paris, Studio LB Contemporary Art Brescia, Artespressione Milano, Mossini Modern Gallery Mantova, Palazzo Morelli Fine Arte – Todi (PG).
  • Catalogo: a cura di Rosetta Gozzini, edito da SELECTIVE ART EDIZIONI

Comunicato stampa

Si inaugura domenica 12 giugno 2011 alle ore 11.00 nelle Scuderie Aldobrandini del Comune di Frascati, la personale dell’artista francese Francky Criquet dal titolo “La Fureur de Vivre”: la mostra progettata e curata da Rosetta Gozzini, è patrocinata dall’Ufficio Culturale dell’ Ambasciata di Francia in Italia, promossa e sostenuta dall’Assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Frascati, dall’Associazione culturale RosArte, dalla Galerie Selective Art Paris, Studio LB Contemporary Art Brescia, Artespressione Milano, Mossini Modern Gallery Mantova, Palazzo Morelli Fine Arte – Todi (PG)



Francky Criquet, per l’evento alle Scuderie Aldobrandini, propone circa 40 opere, olio su tela di grandi e medie dimensioni, disegni e sculture, tutti lavori che tracciano il leit motive della sua ricerca artistica coltivata negli ultimi anni.

Come scrive la curatrice nel testo critico della mostra: “Il titolo della mostra introduce in modo eccelso la poetica dell’arte di Francky Criquet, le sue opere pittoriche sono scenografie, tragiche e al contempo evocative. I soggetti che effigia sono esseri legati alla mitologia e alla cultura pagana arcaica e simbolica come: minotauri, tori, pegasi, centauri, donne come grandi madri o genitrici che danno alla luce “enfant du monde”, entità amorfe e rappresentative. In scena sono raffigurate creature che affiorano dalla cruda terra della coscienza ancestrale dell’artista”.
Di forte simbolismo le figurazioni scandiscono la sintassi di un linguaggio visionario e personalissimo, capace di suscitare in modo viscerale sensazioni ed emozioni, talvolta contrastanti: “Di grande forza emozionale, le tele di Criquet offrono a chi sa ascoltare con le proprie membra, intense vibrazioni congiunte all’istinto più sottile, quello rappresentato dall’anima, l’intelletto ne prende il sopravento solo poco dopo […]. Nelle opere di Francky Criquet l’atto pittorico è spesso correlato da una grande carica legata alla ritualità iniziatica, la catarsi, come mezzo di purificazione e rinascita continua.” (R.Gozzini).

Una commistione di riferimenti che “corrono da Picasso e Chagall, al Gruppo Cobra, dall’antico al moderno, da Max Ernst a Dubuffet”, fanno della pittura di Francky Criquet un unicum nel panorama artistico contemporaneo.

Le opere di Francky Criquet sono presenti in importanti collezioni pubbliche e private in tutto il mondo: nella collezione dell’Ambasciata di Francia a San Paolo in Brasile, in Olanda, a New York e Miami.
Nel 2005 espone a Shanghai dove firma un contratto di esclusiva per l’Asia con una importante galleria/museo cinese che ha sedi a Pechino, Shanghai, Hangzhou.

Artista di elevato spessore, riceve sempre più consensi da parte della critica, del pubblico e da collezionisti in tutto il mondo.





La città di Frascati - le Scuderie Aldobrandini - il gemellaggio con Saint Cloud

La città di Frascati gemellata con Saint Cloud, sensibile alla cultura francese, è da tempo immemore un luogo di passaggio di illustri artisti francesi, come il grande pittore Camille Corot, la scrittrice George Sand, l’intellettuale Chateaubriand. Arrivando ai nostri giorni, molti sono stati i ricercatori francesi ospiti in occasione della settimana della scienza, in collaborazione con i maggiori Istituti di Ricerca Italiani ed Europei. L’edificio seicentesco delle Scuderie Aldobrandini, un tempo struttura di servizio dell’omonima villa, oggi è collocato a ridosso del Palazzo Comunale; ristrutturate mirabilmente su disegno dell’architetto Massimiliano Fuksas, le Scuderie Aldobrandini vengono definitivamente aperte nel 2000. In questa cornice culturale viene accolta con entusiasmo la personale del pittore francese detto “visionario e selvaggio”, Francky Criquet.