Festival Internazionale delle Orestiadi 2017

Gibellina - 15/07/2017 : 22/08/2017

XXXVI Edizione Festival Internazionale delle Orestiadi Direzione artistica Claudio Collovà.

Informazioni

  • Luogo: FONDAZIONE ORESTIADI
  • Indirizzo: Baglio Di Stefano - Gibellina - Sicilia
  • Quando: dal 15/07/2017 - al 22/08/2017
  • Vernissage: 15/07/2017
  • Generi: musica, teatro, danza, festival

Comunicato stampa

Tanti e considerevoli i numeri della XXXVI edizione del Festival Internazionale delle Orestiadi di Gibellina, che si svolgerà quest’anno dal 15 luglio al 12 agosto: 20 spettacoli; 7 concerti; 4 prime nazionali; 1 mese di eventi. Il programma presentato venerdì 23 giugno nella sala conferenze dell’Assessorato allo Sport, Turismo e Spettacolo della Regione Sicilia, ha coinvolto nella illustrazione delle iniziative 2017 l’On. Calogero Pumilia, presidente della Fondazione Orestiadi; il M° Claudio Collovà, direttore artistico del Festival delle Orestiadi di Gibellina; il Dott. Sergio Gelardi, dirigente generale del Dipartimento regionale dello Sport, del Turismo e dello Spettacolo


A inaugurare il festival è Peppe Servillo con il Pathos Ensemble e L’histoire du soldat, il giorno seguente domenica 16 luglio la Compagnia Marionettistisca Fratelli Napoli presenterà La tragedia di Macbeth. Il primo dei concerti previsti è anche tra le prime nazionali, dal titolo Visioni di Officina Teatro LMC di Trapani, ed è programmato per il 18 luglio. Curva Minore presenta i concerti Archibugi plays Led Zeppelin e Una musica reale. Omaggio a Rosa Balistreri, rispettivamente il 23 e il 30 luglio; prima del concerto dell’Orchestra Sinfonica Siciliana che seguirà e avrà luogo nella Piazza 15 gennaio 1968. Il 29 luglio il Baglio Di Stefano accoglie le note di Cesare Basile con U fujutu su nesci chi fa?; il 12 agosto il gruppo musicale Nuclearte chiude il festival con il concerto Endo.
Binnu Blues. Il racconto del codice Provenzano di e con Vincenzo Pirrotta, con musiche dal vivo di Charlie Di Vita, venerdì 28 luglio – per la tipologia di dialogo tra teatro e musica, tra impegno civile e arte – ben si coniuga alla scelta della direzione artistica di ospitare il 6 agosto Un mondo raro di Fabrizio Cammarata e Antonio Di Martino, spettacolo-concerto sulla vita di Chavela Vargas. Il coreografo Roberto Castello presenta Trattato di economia il 21 luglio instaurando una intesa unica con Andrea Cosentino, così da generare una molteplicità di linguaggi scenici ovvero un Coreocabaret confusionale sulla dimensione economica dell'esistenza. Cosentino inoltre presenta, con la regia di Andrea Virgilio Francesci, Not Here Not Now il 22 luglio in un assolo comico che interroga la poetica di Marina Abramovič.
Giuseppe Pambieri rende omaggio a Pirandello con Centomila, uno, nessuno il 19 luglio, con una produzione catanese di Teatro della Città. Il 2 agosto viene presentata la prima nazionale di Sara scritto e diretto da Ersilia Lombardo. La Compagnia dell’Arpa di Enna chiude il terzetto di produzioni teatrali siciliane, ospitate in questa edizione 2017, martedì 8 agosto con Lingua di cane di Giuseppe Cutino e Sabrina Petix. Il 26 luglio la Piccola Compagnia della Magnolia debutta con la prima di Adagio Nureyev e il giorno seguente presenta 1983 Butterfly in coproduzione con il Festival delle Colline Torinesi.
Grande attesa anima il pubblico delle Orestiadi per il ritorno di Salvatore Cantalupo con la prima nazionale di Maledetti il 5 agosto. La danza internazionale è presente con la Compagnia Zappalà, il 10 agosto con lo spettacolo Romeo e Giulietta 1.1. e, con i 10 miniballetti di Collettivo Cinetico l’11 agosto.
Il pubblico delle Orestiadi potrà usufruire degli spazi della Fondazione per visitare il Museo delle Trame Mediterranee; le nuove mostre allestite; degustare i prodotti gastronomici a chilometro zero accompagnandoli con quanto disponibile dalla variegata offerta della cantina Tenute Orestiadi anche quest’anno.