Fabio Viale – Kouros

Pietrasanta - 21/07/2018 : 17/08/2018

La Galleria Poggiali di Pietrasanta (LU) presenta in anteprima per l’Italia la nuova opera Kouros, un busto di marmo bianco di Carrara di inusuale e poderosa contorsione tatuato con segni della criminalità russa, realizzato appositamente per la project room di via Garibaldi 8.

Informazioni

  • Luogo: GALLERIA POGGIALI
  • Indirizzo: via Garibaldi 8 - Pietrasanta - Toscana
  • Quando: dal 21/07/2018 - al 17/08/2018
  • Vernissage: 21/07/2018 ore 18,30
  • Autori: Fabio Viale
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: lunedì – domenica 10.30-12.30 | 18-24

Comunicato stampa

Per l’artista piemontese si tratta di un nuovo appuntamento espositivo in Versilia, dopo le mostre negli spazi pietrasantini della Galleria Poggiali e della grande personale al Fortino di Forte dei Marmi dell’estate 2017, e che segue di pochi mesi la mostra-evento “Lucky Ehi” (la replica della Pietà vaticana di Michelangelo, ma privata del Cristo e al posto di questo un ragazzo di colore) con cui a gennaio si è inaugurata la Galleria Poggiali di Foto Buonaparte 52, a Milano




La nuova opera di Viale

Nella Galleria di via Garibaldi troverà posto una inusuale versione del Kouros, il busto solo idealmente riferibile a quello del Belvedere, con il quale Fabio Viale si è fatto conoscere ed apprezzare, con l’introduzione, in questa circostanza, non solo di una maggiore dimensione, ma anche della sottolineatura plastica di una esaltata vigoria e di una violenta, poderosa torsione, esaltata da una muscolatura magniloquente, sulla cui superficie è introdotta una inedita ed aggiornata serie di tatuaggi che riprendono il filone di quelli sovietici, rivisitati.

Risulta così di particolare interesse nella circostanza di Pietrasanta una monumentale versione del Kouros.

Nello spazio della Galleria Poggiali nell’Ex Fonderia d’Arte Luigi Tommasi (in via Marconi 48, sempre a Pietrasanta) troverà posto invece una serie di opere realizzate appositamente: Torno Subito, lo specchio in acciaio aggettante con applicato la metà di un aereo in marmo e Door Release, versione ridotta del monumentale Dito di Costantino anch’esso tatuato esposto nella versione polistirolo a Monaco di Baviera, tra gli altri; a queste opere si aggiungeranno Skull (teschio con effetto polistirolo), Il vostro sarà il nostro (pugno tatuato) e Souvenir Gioconda (il capolavoro di Leonardo, ma con effetto polistirolo).

Da segnalare che tra qualche settimana l’artista Fabio Viale sarà protagonista di una nuova sorpresa artistica per Pietrasanta, che sarà illustrata attraverso un’apposita e dedicata comunicazione.


Pietrasanta chiama Monaco di Baviera

L’artista piemontese è reduce dal successo dell’inaugurazione della mostra In Stein Gemeisselt al Glypthotek Museum di Monaco di Baviera e dell’istallazione, ad essa connessa, dell’opera Laocoonte in Königslpatz, la cui inaugurazione ha visto la presenza di un pubblico eccezionale, incluso la ministro della cultura Marion Kiechle.

Per l’occasione, sempre sabato 21 luglio 2018, sarà presentato per la prima volta nel nostro paese, il libro edito dal Glyptothek Museum di Monaco di Baviera.

Il progetto di Monaco, realizzato in collaborazione con l’Istituto di Cultura Italiano e il Consolato Generale di Monaco, si estende anche all’antistante Königslpatz, nella quale fino al 30 settembre 2018 è stata collocata - prima presenza assoluta per un’opera contemporanea - la scultura monumentale Laoconte, il corpo del quale è magnificamente tatuato da immagini a colori di alcuni passi dell’inferno di Dante, secondo l’interpretazione del dipinto di Giovanni di Modena conservato nella Chiesa di San Petronio di Bologna, rafforzando la commistione tra la qualità maniacale della resa scultorea di Fabio Viale e la necessità di stabilire connessioni culturali universali.

Concepita appositamente per la piazza, quest’ultima opera rappresenta la sintesi di un processo creativo di oltre un anno, e condensa il filone creativo di Fabio Viale che recupera, attualizzandoli con uno scarto semantico, capolavori del passato, Souvenir, con quello dei lavori in marmo tatuati come Kouros o Il Vostro sarà il Nostro (rispettivamente busto e pugno).



La mostra di Fabio Viale proseguirà nei due spazi pietrasantini della Galleria Poggiali fino al 17 agosto. Seguiranno poi le mostre di Luca Pignatelli (dal 18 agosto al 7 settembre) e di Luigi Carboni (dall’8 settembre fino al 21 ottobre).