Digitalife 2

Roma - 12/07/2011 : 12/07/2011

Dopo il successo della prima edizione torna a Roma, in una nuova forma, Digitalife, percorso installativo multimediale.

Informazioni

Comunicato stampa

ROMAEUROPA WEBFACTORY ANNO III
Assegnati oggi 12 premi per i primi tre classificati nelle categorie
Videoart, [email protected], Jpeggy, Tweetteratura
Roma, 12 luglio 2011– Fondazione Romaeuropa e Telecom Italia hanno premiato oggi i 12 talenti del
web vincitori della terza edizione di Romaeuropa Webfactory REW(f), la lunga maratona inaugurata nel
2008 che valorizza il talento di chi esprime la propria creatività in Rete

Presso l’Opificio Telecom Italia,
Devis Venturelli, il gruppo Lithos19 (Giordana Guerriero, Francesca Maccarrone, Patrizia Monzani, Nicola
Trabucco), Merlin (Gabriele Girolami) per la categoria Videoart; The2mellowboys (Nicola Basile e
Gianluca Musiello), Amousement (Marcello Ruggiu), Noise Trade Company per [email protected], Missbroadway
(Pietro Antonio Cambule), Ziafiorina (Luana Ottino), Anarcoide, per Tweetteratura, Roberta Segata,
Simona Palerai, Enrica De Nicola per Jpeggy, hanno ricevuto il premio da Franco Bernabè, Presidente
esecutivo di Telecom Italia, Monique Veaute, Presidente della Fondazione Romaeuropa, Fabiana
Santini, Assessore alla cultura della Regione Lazio, Fabrizio Grifasi, Direttore della Fondazione
Romaeuropa. Il primo classificato di ogni sezione vince 4.000 Euro in gettoni d’oro, al secondo vanno
1.000 Euro in gettoni d'oro mentre per il terzo è prevista la menzione speciale di Romaeuropa
Webfactory.
L’edizione 2011 del concorso REW(f) ha raccolto 800 opere nelle cinque sezioni, curate da nomi
prestigiosi: Masbedo per Videoart, Alessio Bertallot per [email protected], Riccardo Luna per Tweeteratura,
Susanna Legrenzi per Jpeggy e anche Marco Zamperini per la quinta e nuova sezione per Apps. Sono
loro che hanno seguito le diverse fasi del concorso e valutato le opere insieme alla giuria di Qualità. I
vincitori sono stati scelti grazie al voto della Giuria Popolare - composta da oltre 17 mila iscritti alla
community di Romaeuropa Webfactory - e della Giuria di Qualità.
Rispetto alla seconda edizione, che aveva già registrato un considerevole aumento degli iscritti alla
community, l’edizione 2011 di REW(f) è cresciuta sia nei numeri (circa 800 progetti creativi inviati e oltre
17 mila membri attivi della comunità che hanno partecipato dialogando e votando le opere in
concorso) sia nella qualità degli artisti e delle opere.
Romaeuropa Webfactory è la grande officina creativa del web nata dalla partnership tra Telecom Italia
e Fondazione Romaeuropa, un luogo virtuale per valorizzare la creatività che si esprime sul web, dove
possono dialogare artisti affermati ed emergenti, critici e pubblico, nell’ambito dei diversi linguaggi
espressivi che trovano in rete un campo di sperimentazione.
La terza edizione, conclusa lo scorso 31 maggio, ha visto una particolare evoluzione delle discipline
artistiche rispetto alle precedenti. Alle sezioni “storiche” Videoart e [email protected] si sono affiancate
Tweeteratura, contest dedicato alle forme brevi di scrittura, Jpeggy, dedicato alla fotografia e Apps,
dedicato all’ideazione e allo sviluppo di applicazioni per iPhone, iPad e per Facebook.
Quest’ultima sezione è stata significativa dello sviluppo della Webfactory in quanto indicativa di
un’apertura al mondo professionale e in particolare alla creatività dei giovani, una filosofia condivisa
anche dalla Provincia di Roma che ha sostenuto la sezione Apps con il premio conferito ai vincitori
Alessandro De Nardi (iPhone/iPad), Dario Barilà (Facebook) e Cristiano Scarpa (Menzione speciale
della Giuria di Qualità per iPhone7iPad) durante la cerimonia del 24 giugno scorso nell’ambito delle
Giornate della Creatività.
Tra le maggiori innovazioni del concorso appena concluso, la scelta di aprire agli stimoli provenienti
dalla Rete, e di puntare sulle più diverse collaborazioni sia online che offline, come la collaborazione
con il MAXXI nell’ambito della manifestazione Young Architects Program (YAP) che ha in calendario 10
incontri tra luglio e settembre con i musicisti della REW(f).
Fondazione Romaeuropa
Ufficio stampa
+39 06 4555 3060/62
[email protected]
Telecom Italia
Ufficio stampa
+39 06 3688 2610
http://www.telecomitalia.com/media
biografie vincitori
VIDEOART
1° classificato Devis Venturelli
Devis Venturelli nasce a Faenza nel 1974. Dopo gli studi presso l’Ecole d’architecture et du paysage di
Bordeaux e la laurea in Architettura a Ferrara, approfondisce lo studio del video presso lo ZKM di Karlshruhe
nel 2005. Artista ed architetto, utilizza prevalentemente il linguaggio video per mettere in relazione interventi
diretti nello spazio pubblico e istanze progettuali teoriche, come indagine delle interazioni fra arte,
architettura e cultura contemporanea. I suoi film sperimentali sono stati trasmessi in TV su La7 e presentati
presso varie istituzioni internazionali fra cui la Galleria civica di Trento, la Galleria d’arte moderna di Roma, la
Ace Gallery di Los Angeles, la Angel Orensaz Foundation di New York, la Fondazione Fondazione Sandretto Re
Rebaudengo di Torino, la Stadtgalerie di Kiel, il Kunstverein di Augsburg, il Centre d’art Santa Monica di
Barcellona e il Museo della Scienza di Milano. Ha presentato il proprio lavoro in vari festival internazionali fra i
quali Beyond media, Videoformes, WRO Biennale e Invideo. Ha vinto il Premio San Fedele nel 2007, il Premio
Aletti alla Fiera di Art Verona nel 2008 ed il Premio FARM/Video.it presso la Fondazione Merz di Torino nel 2010.
La sua ultima mostra monografica si è nel tenuta nel 2010 presso la Videolounge della Kunsthalle di Vienna.
Nel 2011 ha partecipato all’evento Round the clock, Evento collaterale alla 54° Biennale d’arte di Venezia
allo Spazio Thetis, Arsenale Novissimo. Vive e lavora a Milano.
2° classificato: lithos19
L'Associazione LITHOS19 nasce dall’'incontro di tre amanti dell’arte, nella sua definizione più ampia.
Giordana, Francesca e Nicola si sono conosciuti all’interno di un progetto formativo per tecnici audio-video
promosso da Armunia, con cui hanno continuato a collaborare per il festival Inequilibrio09 ed altri piccoli
eventi correlati. Si occupano di ripresa e montaggio principalmente di spettacoli teatrali, di documentazione,
backstage, pubblicazione di video su internet, ed altri aspetti creativi ed autoriali con le tecnologie
multimediali. L’obiettivo dell'’associazione è la promozione di ogni forma di espressione e linguaggio artistico,
dalla ricerca, alla sperimentazione e al suo sviluppo (audiovisivi, cinema, videoarte, proiezioni, vjing, arti
figurative, organizzazione e /o documentazione di rappresentazioni teatrali, eventi culturali e musicali) dal
punto di vista sia documentativo che di creazione e promozione. Uno dei propositi è il coinvolgimento del
pubblico in modo vasto e trasversale, con l’obiettivo di coniugare divulgazione, approfondimento e riflessione
critica.
Giordana Guerriero, nasce a Pisa dove si laurea in Cinema. Da anni si occupa di riprese video, montaggio e
vjing.
Nicola Trabucco, pisano di nascita, laureando in Cinema, esperto di Musica e Montaggio video.
Francesca Maccarrone nasce a Livorno, si laurea a Pisa in Scienze dei Beni Culturali, si occupa di
organizzazione eventi e mostre di Arte figurativa. Dal 2009 collabora con Giacomo Verde.
Dal 2010, in occasione della produzione del video EMBERS, si aggiunge al gruppo come socia collaboratrice
Patrizia Monzani: laurea in Cinema al DAMS di Bologna. Da anni si occupa di regia e montaggio, spaziando
dalla videoarte al documentario, all'animazione e video sperimentali.
3° classificato: Merlin (Gabriele Girolami)
[email protected]
1° classificato: The2mellowboys
“The 2 Mellow Boys” è un progetto musicale che coinvolge Nicola Basile e Gianluca Musiello. Da qualche
anno realizzano produzioni che spaziano dalla house all’electro, dalla italo disco ai drones di certa musica
ambient.
Nicola ha fatto parte, nel corso degli anni ’90, di altre formazioni romane come “POLAROIDS” (twee pop),
“HAVOC” (post rock) e “IN BETWEEN LIES” (indie pop /wave), mentre Gianluca è stato il chitarrista dei “MAJOR
MULINAUX”, una formazione indie / post rock.
Nel 2006 i Mellows hanno fondato un’etichetta, la Bluebit Recordings, dando alle stampe un 12” pubblicato
solo in vinile e condiviso con Danilo Innocenzi (Capocroce/Disco Debug).
Il loro EP “Luv Shuttle” è uscito invece per la netlabel bolognese Microlabel ed è stata tra i top download per
qualche tempo ed è ancora scaricabile dal sito dell’etichetta.
The 2 Mellow Boys hanno proposto i loro live set in vari locali di Roma: il Brancaleone, il Rialto, l’ex Opificio, la
Locanda Atlantide.
2° classificato: Amousement (Marcello Ruggiu)
Marcello Ruggiu nasce a Sassari nel 1980. Dal 1996 compone musica elettronica e suona live diversi generi
musicali. Fortemente ispirato all' IDM, Drum & Bass e Jungle, nel 2009 rilascia il suo primo album solista
"Breakmalaria" con l'etichetta romana Till2012 Records. A fine 2010 rilascia l' EP "IntelliStep_01 " con l'etichetta
canadese Altosync. Agli inizi del 2011 rilascia un altro EP "Relationshit EP" con l'etichetta Sociopath Recordings.
3° classificato: Noise Trade Company
TWEETERATURA
1° classificato: Missbroadway (Pietro Antonio Cambule)
Sardo - modestamente - lo nacqui, vivo a Sassari e sono un esubero. Oh!... è un termine regolarmente
registrato come sostantivo maschile nel dizionario! Sta per eccedenza, soprannumero, quantità superiore al
bisogno. Mica mi lamento: c’è a chi va peggio nell’Italia precaria! però questo sono. Avrei dovuto giocare a
bocce, invece gestisco una pasticceria di scrittura ricreativa nella quale dò sfogo alle molteplici “voci” che
mi stanno dentro. “Ognuno di noi è più di uno, è molti, è una prolissità di se stesso" diceva Pessoa.
L’accostamento è irriverente, ma che posso farci se pur’io soffro di schizogonia dell’animo? A parte ciò potrei
definirmi vintage, ma forse è più appropriato anziano. Che altro?... bah... moderatamente basso,
assolutamente timido. Ancoraaa!?!... vabbè lo confesso: ho le orecchie a sventola!
2° classificato: Ziafiorina (Luana Ottino)
Nacqui a Casale Monferrato (AL) in una notte afosa di un’interminabile estate di 36 anni fa. Sono nata da sola
senza ausilio medico insieme con mia madre. Alla nascita pesavo 3 kg e 800 gr nonostante fossi di soli otto
mesi. Si narra fossi una cosiddetta forza della natura e avessi una gran voglia di vivere. Non appena venuta
alla luce, istintivamente conscia di essere giunta in un mondo violento e privo di scrupoli, pare abbia afferrato
la mano di mia madre per non lasciarla mai più. Nella mia vita ho cercato di lottare per resistere con ogni
mezzo all’incessante tentativo d’annientamento cui i miei simili hanno sistematicamente cercato di ridurmi. A
volte ho vacillato sino a rinnegare me stessa, cercando un’identificazione impossibile con una società in
decomposizione e a cui guardo con consapevole orrore. Ho avuto insegnanti, amici, conoscenti e datori di
lavoro per lo più aberranti e dalle cui bocche esalava soltanto odore di morte. Essi hanno perseguito sempre
la mia costante e scientifica distruzione. Pochi anni fa una malattia ha rappresentato il culmine della mia
nevrosi ed è sfociata inaspettatamente in una nuova potentissima ribellione. Da allora scrivo e leggo
compulsivamente. A tutt’oggi risiedo in Vercelli, faccio un lavoro qualunque e «Scrivo» senza poterne né
volerne fare a meno, vomitando i mondi racchiusi nella mente, i quali, dominatori assoluti, pretendono di
venire alla luce. Debbo quello che sono a me stessa innanzitutto e ad altre tre persone straordinarie: mia
madre e mio padre che mi hanno amata incondizionatamente e mio marito che mi ha abbracciato lungo la
via senza riserve e senza il bisogno di sapere chi io fossi.
3° classificato: Anarcoide
JPEGGY
1° classificato Roberta Segata
Nata a Cavalese TN, vive e lavora a Riva del Garda TN.
Fotografa, videomaker e performer, ha una duplice formazione nel campo delle arti visive e del teatro-danza
che l'ha portata a fondere le varie discipline lavorando soprattutto in ambito fotografico e video. Ogni scatto
è un evento. Il corpo aiuta a raccontare, è esso stesso strumento.
I suoi progetti sono spesso realizzati tra le montagne e paesaggi incontaminati della sua terra natale, in cerca
di un rapporto con le proprie radici. Le immagini sono centrate sulla correlazione tra il soggetto e lo sfondo,
producendo risultati giocosi e inattesi. Riflessione sul rapporto tra uomo e natura, la parte più profonda di noi -
fatto di contrasti e contraddizioni, ma familiare e inscindibile.
Negli ultimi anni si è dedicata completamente al suo lavoro artistico collaborando con diverse gallerie, festival
ed istituzioni italiane ed internazionali, vincendo anche alcuni importanti premi come la menzione speciale
della giuria al Women In Photography International, New York e il primo premio internazionale Art Prize La
Colomba, Venezia.
After dark è un progetto fotografico nato tra i paesaggi del sud della Svezia. È racconto del nord e racconto di
luci ed ombre.
2° classificato: Simona Paleari
Simona Paleari nasce a Monza nel 1981. Dopo la maturità artistica si diploma in Pittura nel 2004 all'Accademia
di Belle Arti di Brera. Frequenta il corso biennale di Fotografia presso la scuola C.F.P.R. Bauer di Milano.
Nel 2006 vince il Primo Premio al Concorso Fotografico Nazionale Riccardo Pezza, esponendo il lavoro in una
mostra collettiva presso la Triennale di Milano.
Partecipa nel 2007 insieme ad altri diciotto fotografi al progetto fotografico ‘Which Venice?/Quale Venezia?’
esponendo alla Fondazione Bevilacqua La Masa di Venezia.
Dal 2006 inizia a collaborare per vari studi fotografici e fotografi di Milano.
Nel 2011 vince il secondo premio di Jpeggy Roma Europa Webfactory REW[f]
Ha realizzato servizi di reportage per IL – del Sole 24 ore e Riders.
Lavora come fotografa freelance.
Mostre collettive
2008 Which Venice?/Quale Venezia? Fondazione Bevilacqua La Masa. Venezia
2007 Which Venice?/Quale Venezia? Piazza San Marco, Venezia
2006 Premio fotografico Riccardo Pezza Palazzo della Triennale, Milano. Vincitrice del primo premio
2005 Hype Gallery Assab One- Milano
2005 Ottofotografialfoyer Spazio Fastweb Foyer teatro Franco Parenti. Milano
Premi
2011 Jpeggy Romaeuropa Webfactory III - Secondo Premio. Roma
2006 Premio fotografico Riccardo Pezza. Primo premio. Triennale Milano
3° classificato: Enrica De Nicola
Enrica De Nicola vive a Roma, dove studia grafica e web design. Si avvicina alla fotografia come autodidatta
e scatta foto da due anni circa. Tra i suoi idoli: Diane Arbus, Sven Nykvist, Mark Ryden, Bjork