Daniele Misani – Margherite… che passione!

Monza - 02/07/2011 : 06/08/2011

Grazie alla Fondazione Gaiani, Daniele Misani darà nuova vita alla palizzata del cantiere di via Frisi. Un’opera, la quarta opera, finanziata da streetartpiu.

Informazioni

Comunicato stampa

Un’ opera temporanea( realizzata su 5 pannelli in legno preparati in studio) come il cantiere in atto, un’opera per un nuovo decoro urbano, un’opera su tavole di legno fissate alla cesata in legno per confrontarsi con la quotidianità di oggi, per dimostrare che è possibile fare street art, ma + controllata, senza imbrattare muri di case, recinzioni... ma utilizzando ad esempio le palizzate dei cantieri in costruzione: finito il cantiere tutto sarà rimosso!

Nota dell’autore:
L'obiettivo dell'intervento è la ricerca di nuovi o “altri” confini proprio in quelle porzioni di superficie non “dedicate”


Il progetto streetartpiu già si occupa di questo, decontestualizzando gli spazi e dando “nuova vita” a porzioni di territorio urbano passive (palizzate di cantiere, vecchi muri ecc., ecc.).
Il mio intervento porta all'estremo il concetto, andando alla ricerca di ulteriore superficie da rivitalizzare ingannando la porzione a me dedicata.
Per ottenere l'effetto ho scelto un soggetto semplice e immediato, un mazzo di fiori, margherite, rivisitate e decostruite secondo il gusto personale.
Sono due gli aspetti che concorrono all'attuazione dell'obiettivo sopra indicato: l'aspetto compositivo, con il soggetto che sfugge oltre il confine bidimensionale verso l'alto e l'aspetto pittorico, la plasticità conferita alle margherite tramite l'ombreggiatura dipinta permette al soggetto di sfondare anche il confine tridimensionale, verso lo spettatore.
Daniele Misani