Daniele fissore – Eroica

Torino - 16/06/2011 : 31/08/2011

"Eroica. Eroi Noti e Ignoti. Dal Risorgimento, il Futuro”. Cinquanta opere pittoriche ispirate ai personaggi che hanno fatto l’Unità d’Italia. La mostra è curata da Francesco Poli con la collaborazione di Maria Angela Carra Linguerri.

Informazioni

Comunicato stampa

Il MRSN Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino presenta, dal 17 giugno al 31 luglio 2011, la mostra personale di Daniele Fissore. Cinquanta opere pittoriche ispirate ai personaggi che hanno fatto l’Unità d’Italia. La mostra è curata da Francesco Poli con la collaborazione di Maria Angela Carra Linguerri.
Inaugurazione giovedì 16 giugno 2011, ore 18.00.

Il ciclo pittorico Eroi di Daniele Fissore nasce nel 1985. Un’intensa pittura ispirata ai personaggi che hanno fatto l’Unità d’Italia; ritratti che interpretano e rivisitano in chiave contemporanea i monumenti scultorei dedicati ai protagonisti del Risorgimento

Fissore decontestualizza l'opera scultorea a dichiarare l’appartenenza del personaggio a qualsiasi città d’Italia. In queste opere si condensano: interpretazione pittorica, riferimenti scultorei e svelamento del tratto psicologico dei singoli protagonisti. Il dipinto diventa strumento interpretativo e rivelativo di simbolismi e singolarità delle sculture in oggetto. Sono immagini umanizzate dei padri della patria, dove il soggetto ispiratore, che nel 1985 ha inaugurato la serie degli Eroi, è quell’eroe-uomo dalle verso cui l’artista ha, da sempre , una sconfinata ammirazione: Santorre di Santarosa, cui è dedicata l’omonima piazza a Savigliano e città natale di Fissore . Successivamente si aggiungono: i Silvio Pellico, Giuseppe Mazzini, Vittorio Emanuele II, Guglielmo Pepe, Lajos Kossuth , Vincenzo Gioberti, Cesare Balbo, Giuseppe Verdi, Carlo Alberto, Massimo D’Azeglio, Cavour e naturalmente Giuseppe Garibaldi.
Ma il Risorgimento di Fissore prosegue nel tempo, attraverso la Resistenza, per arrivare ad oggi. Da qui il monumento all’Eroe Ignoto –uomo, donna- che Fissore rappresenta di spalle, volutamente anonimo; e’ un eroe comune, moderno, contemporaneo e rappresenta emblematicamente il lavoro quotidiano di affermazione dei diritti civili e dei valori democratici su cui si fonda la Repubblica italiana.