Cristiana Pacchiarotti – Declinazioni

Osteria Nuova - 06/08/2011 : 24/09/2011

La mostra si compone di una serie di lavori dell’artista romana in cui le calzature, soggetto prediletto delle sue tele, simbolo per eccellenza di femminilità, subiscono un’ulteriore maturazione stilistica.

Informazioni

Comunicato stampa

Si apre sabato 6 agosto 2011 presso Blu Monde Atelier d’Arte, in Via A.Vespucci 25, a Osteria Nuova (Ri), Declinazioni, la mostra personale di Cristiana Pacchiarotti, a cura di Barbara Pavan, promossa da Studio7.it.

La mostra si compone di una serie di lavori dell’artista romana in cui le calzature, soggetto prediletto delle sue tele, simbolo per eccellenza di femminilità, subiscono un’ulteriore maturazione stilistica

Un percorso che parte dalle opere iperrealiste, in cui il soggetto era confinato negli spazi dell’unicità, fino alle ultime in cui si fa strada nell’armoniosa confusione di altre molteplici forme: è la serie delle textures, dove emerge una sobria rappresentazione del rapporto tra spazio pulsante e oggetto peculiare. Una simbiosi feconda tra movimento e immagini. La serie dei cumuli, nella loro essenzialità rappresentano il divenire quale ineluttabile incontro di inquietudini e contraddizioni.

La mostra rimarrà aperta fino al 24 settembre 2011.

Cristiana Pacchiarotti, nata a Roma nel 1970, si diploma in arte al I Liceo Artistico di Ripetta a Roma e successivamente si laurea in Architettura a Valle Giulia, presso l’Università degli Studi di Roma La Sapienza. Attualmente vive e lavora a Roma. Tra le principali mostre recenti: (2011) Rieti, Studio7 Arte Contemporanea, Texture, personale, a cura di Barbara Pavan; Rieti, Libreria Moderna, Festival Biennale del Giallo e del Noir, Giallo e dintorni, a cura di Barbara Pavan, con il Patrocinio di Provincia di Rieti, Fondazione Varrone, Sabina Universitas, collettiva, catalogo; Milano, Circuiti Dinamici, Galleria L’Acanto e Galleria Zamenhof, collettiva, Microalquadrato, a cura di Anna Epis e Aldo Torrebruno, catalogo; Cava de’ Tirreni (SA), personale, Ceci n’est pas une chaussure, a cura di Monnalisa Salvati; (2010) Anversa (Belgio), Spazio Zzip, Mixed emotion, a cura di Marc Ghinee, collettiva; Roma, Galleria Minima Arte Contemporanea, Untitled, a cura di Costanzo Costantini, collettiva; Rieti, Studio7 Arte Contemporanea, Twelve, a cura di Barbara Pavan, collettiva; Locarno (Svizzera), 36Mazal Contemporary, White, a cura di Barbara Pavan, collettiva, catalogo; Roma, Galleria Minima Arte Contemporanea, La moda dell’invisibile, a cura di Mario Tosto, collettiva ; Donoratico (Li), Galleria Merlino e Galleria Mercurio Arte Contemporanea, Il muro di Merlino, a cura di Gianni Costa, collettiva, catalogo; Torino, Palazzo Bertalazone, Behind, a cura di Barbara Casalaspro, collettiva; Rivodutri, (Ri), Tenuta Due Laghi, Madamadorè, a cura di Barbara Pavan e Luca Arnaudo, con il Patrocinio di Comune di Rivodutri, collettiva, catalogo; Premio Roma : 1° Premio - mostra collettiva, pubblicazione rivista; Premio Sinestesie: opera selezionata – mostra collettiva, pubblicazione catalogo; Premio Celeste: opera selezionata – pubblicazione catalogo; Premio Infonopoli “Io e l'altro”: opera selezionata – pubblicazione catalogo