Contaminazioni Indipendenti

Volterra - 05/09/2011 : 30/09/2011

Ritornano a Volterra gli scultori dal mondo in “Contaminazioni Indipendenti”: il 7° Simposio Internazionale di Scultura in Alabastro

Informazioni

Comunicato stampa

olterra (PI)

Piazza San Giovanni
5/16 settembre 2011

Chiostro della Pinacoteca Civica
17/30 settembre 2011


Ritornano a Volterra gli scultori dal mondo in “Contaminazioni Indipendenti”:
il 7° Simposio Internazionale di Scultura in Alabastro


nella capitale dell’alabastro, la settima edizione della manifestazione promossa dall’AISA e che trasforma, al ritmo dell’incontro e dello scambio internazionali, la piazza San Giovanni in un laboratorio d’arte libera e trasversale a cielo aperto

“Contaminazioni Indipendenti”: sono le identità proprie, gli stilemi, le radici antropologiche, che si contaminano nel filtro universale dell’arte e sul filo conduttore raccordante della pietra “delle acque ataviche”, l’alabastro di Volterra.
In cortocircuito con lo scenario storico ed un po’ austero della Piazza San Giovanni nel centro storico della città antichissima, consueta sede di svolgimento del Simposio, ritorna l’energia creativa e dirompente degli scultori internazionali, nel 7° Simposio Internazionale di Scultura in Alabastro, la manifestazione organizzata da Roberto Bianchi per l’AISA (Associazione Internazionale Scultori per l’Alabastro), in corso dal 5 al 16 settembre 2011.
Negli orari 10-13 e 15-18, si confronteranno con il supporto volterrano: James Gannon dall’Irlanda; Fran Celis dalla Spagna; Zlatina Kostadinova per la Bulgaria; Eufrosina Sabiescu dalla Romania. Per l’Italia presenti due studentesse dell’Accademia di Belle Arti di Carrara: Matilde Atzori e Miriam Elettra Vaccari. Prevista anche, in rappresentanza del territorio, e nella riconferma di una collaborazione tra AISA e scuola, la partecipazione di due allievi della locale Scuola d’Arte.

Come di consueto, a conclusione del cantiere di scultura, nella serata del 16 settembre avverrà la consegna dei lavori, ed il giorno successivo, il 17 settembre, alle ore 18.30, inaugurazione della mostra “TAAM 2011” (aperta fino al 30 settembre 2011), nel Chiostro della Pinacoteca Civica, che presenta al pubblico le opere complessivamente realizzate, e che vanno ad arricchire di nuove forme plastiche il TAAM (Tuscan Alabaster Art Museum): il museo itinerante e dinamico del Simposio, trasversale alle culture.

L’etnicità originaria dei diversi autori che s’incontrano in nuove reti anche relazionali, riconferma così il potenziale creativo della pietra-morbida, che acquisisce così nuovi profili, potenzialità e suggestioni. All’ombra di una città antichissima e intramontabile, l’arte e la storia si proiettano attraverso una iniziativa di sostenuto valore artistico ed umano, nello scenario mutante e roteante del tempo contemporaneo.

Il 7° Simposio Internazionale di Scultura in Alabastro è patrocinato dal Comune di Volterra, e sostenuto dal Comune e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra.

(Foto Simposio 2009, di Emanuele Teobaldelli).