Carlo Testi – Gone to earth

Firenze - 15/09/2011 : 07/10/2011

Fin dal titolo si intuisce il legame di questo artista con il paesaggio toscano in tutti i suoi variegati e affascinanti aspetti: attraverso la sua pittura, ricca di colore e di luce, si ritrovano scorci di paesaggio che vengono indagati con amore e passione.

Informazioni

  • Luogo: PALAZZO MEDICI RICCARDI
  • Indirizzo: Via Camillo Benso Conte Di Cavour 3 - Firenze - Toscana
  • Quando: dal 15/09/2011 - al 07/10/2011
  • Vernissage: 15/09/2011 ore 17
  • Autori: Carlo Testi
  • Curatori: Stefano de Rosa
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: tutti i giorni, tranne il mercoledì, ore 9-19

Comunicato stampa

Firenze, 13 settembre 2011 – S’inaugura giovedì 15 settembre alle 17.00 a Firenze in Palazzo Medici Riccardi (via Cavour, 1) la mostra del pittore Carlo Testi intitolata Gone to earth / Ritorno alla terra, a cura di Stefano De Rosa. L’esposizione, organizzata da Eventi Pagliai con il patrocinio della Provincia di Firenze e del Comitato provinciale fiorentino dell’Unicef, resterà aperta tutti i giorni, tranne il mercoledì, fino al 7 ottobre con orario 9-19 (info: 055 7378736, [email protected])



Carlo Testi, nato a Firenze nel 1947, impara i primi rudimenti della pittura dal padre Otello, allievo di Ardengo Soffici insieme a Dino Migliorini. La vita, però, è strana: il giovane artista inizia a lavorare in banca, e intraprende una carriera di successo. Nel 1980 è procuratore della Bank of America di San Francisco, nel 1986 direttore della Deutsche Bank di Firenze. La sua carriera artistica fa un balzo in avanti decisivo nel 1999, quando inizia a dipingere a tempo pieno, ed espone nei luoghi più prestigiosi di Firenze tra cui l’Accademia dei Georgofili e l’Archivio di Stato. Nel dicembre 2009 è nominato “Cavaliere al merito” dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. La mostra Gone to earth, il cui catalogo è edito da Polistampa, raccoglie 62 dipinti a olio che Testi ha realizzato nell’ultimo anno di attività, prendendo ispirazione dai paesaggi del territorio fiorentino, fiesolano e senese. “La sua arte”, afferma Stefano De Rosa, “postula un’esecuzione sicura e rapida. Le emozioni non hanno possibilità di invecchiare. Esse si rovesciano sulle tele o sulle tavole con sicurezza, incalzate da una musicalità coltivata”. Nel soffermarsi sui numerosi paesaggi dell’Arno, sulle marine o sugli scorci di campagna, spesso rivelatori di una nuova tendenza verso l’espressionismo, il critico ricorda come Testi riesca “con pochi colori a dare l’idea di una realtà, costruendo un paesaggio interiorizzato, che vive nelle stanze segrete del cuore”.



Gherardo Del Lungo (335 1373725)
Eventi Pagliai s.r.l.
tel. +39 055 7378721


“Fin dal titolo Gone to earth / Ritorno alla terra si intuisce il legame di questo artista con il paesaggio toscano in tutti i suoi variegati e affascinanti aspetti: attraverso la sua pittura, ricca di colore e di luce, si ritrovano scorci di paesaggio che vengono indagati con amore e passione. Ci sono passaggi dell’Arno, che avanza in gole note solo a cacciatori o a provetti camminatori, con i colori limacciosi o freddi dell’autunno e dell’inverno; ci sono le marine, nelle quali lo specchio d’acqua funge da innesco per reiterati omaggi poetici; ci sono le campagne dei pressi di Firenze, con gli alberi da frutto, le viti e gli olivi, a formare gli elementi che rendono unica la Toscana”

(Andrea Barducci)