Bruno Fert – Percorsi interiori

Torino - 15/02/2018 : 22/02/2018

Oggetti e spazi di vita per raccontare le storie di migranti.

Informazioni

  • Luogo: ALLIANCE FRANCAISE TORINO
  • Indirizzo: Via Saluzzo 60 - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 15/02/2018 - al 22/02/2018
  • Vernissage: 15/02/2018 ore 18
  • Autori: Bruno Fert
  • Generi: fotografia, personale
  • Orari: dal lunedì al giovedì: 12.00-20.00, Venerdì: 12.00-18.00, Sabato: 9.00-13.00
  • Email: info.torino@rome.msf.org

Comunicato stampa

Oggetti e spazi di vita per raccontare le storie di migranti
Inaugura a Torino la mostra “Percorsi interiori. Fotografie e raccolta di testimonianze”
del fotografo Bruno Fert in collaborazione con Medici Senza Frontiere


Giovedì 15 febbraio alle 18, Alliance française, in collaborazione con Medici Senza Frontiere, inaugura presso la sua sede di Torino (Via Saluzzo 60), la mostra di Bruno Fert “Percorsi interiori

Fotografie e raccolta di testimonianze”: il fotoreporter francese ha deciso di raccontare le storie delle popolazioni in fuga da guerre e povertà, mostrando l’umanità dei loro volti e i ripari di fortuna in cui sono costretti a vivere in Grecia e in Francia, perché raccontano con forza la loro storia e la difficoltà estrema del loro viaggio.

La mostra, per la prima volta in Italia, è un progetto fotografico realizzato da Bruno Fert nei campi profughi in Francia e Grecia, dove grazie alla collaborazione delle equipe di MSF ha raccolto le storie dei migranti e fotografato gli interni delle tende e delle strutture temporanee in cui hanno trovato riparo. I ritratti colgono volti di uomini e donne decontestualizzandoli da scene di sofferenza per rappresentare semplicemente la loro umanità, accanto alle foto dei luoghi in cui vivono, trasformati in abitazioni fatte di pochi oggetti portati con sé nella fuga, come ricordi delle vite lasciate alle spalle.

Con semplice umanità il fotografo Bruno Fert vuole raccontare la vita e le storie di queste persone: “Ho deciso di incontrare i migranti che attraversano il Mediterraneo per cercare rifugio in Europa, fotografando gli interni dei loro rifugi a un punto del loro viaggio, nei villaggi – o “giungle” – sia in Francia che in Grecia e ho raccolto le loro storie grazie alla collaborazione con MSF”, spiega. “Abitare è qualcosa che abbiamo tutti in comune. I rifugi temporanei dei migranti riflettono le loro personalità come le nostre case parlano di noi. Vorrei che il pubblico si relazionasse con questo comune denominatore, per mettersi nella casa di qualcun altro osservando dove vive”.

All’inaugurazione interviene François Dumont, direttore Comunicazione & Advocacy di MSF, per presentare l’impegno dell’organizzazione sul tema della migrazione e condividere le testimonianze delle persone assistite lungo tutta la rotta migratoria, dai paesi di origine fino ai confini europei. Insieme a lui il Gruppo di Torino di Medici Senza Frontiere con materiali informativi e i visori a 360 gradi della Milionidipassi Experience di MSF, che il pubblico potrà provare immergendosi ulteriormente nella realtà delle persone in fuga, quasi toccando con mano, la situazione nei campi.

MSF lavora da anni a sostegno di migranti, rifugiati e sfollati, prestando loro assistenza medica gratuita nei paesi di origine e lungo tutta la rotta migratoria. I visori della #Milionidipassi Experience permettono di vivere un’esperienza virtuale a 360 gradi e immergersi negli estenuanti viaggi di queste persone per terra e per mare, ma anche nelle terribili condizioni di un campo profughi in Sud Sudan, dove centinaia di migliaia di persone sono vittime di un conflitto interno che non trova pace.

«Vogliamo mettere il pubblico nei panni delle persone che sono costrette a mettersi in viaggio, spesso mettendo a rischio la propria vita con l’auspicio che questa esperienza possa coinvolgere il pubblico in una rinnovata vicinanza verso le tante persone vulnerabili che incontriamo ogni giorno anche nelle nostre città», spiega François Dumont di MSF.

A Torino si avvia così una collaborazione tra l'Alliance Française e MSF che porterà la mostra di Bruno Fert in varie città italiane: prossime tappe a Bari e Bologna. "Questa è l'occasione per raccontare come Medici Senza Frontiere faccia parte della vita di noi Francesi, sia presente in tutte le nostre case" dichiara Fabrice Placet, direttore Alliance Française Torino e delegato generale della Fondation Alliance Française in Italia, che sarà presente all’inaugurazione insieme al presidente Alliance française Torino, Alessandro Barberis.
La mostra è visitabile dal 15 al 22 febbraio nei seguenti orari: dal lunedì al giovedì: 12.00-20.00, Venerdì: 12.00-18.00, Sabato: 9.00-13.00


Per informazioni relative alla mostra: tel. 011 1971 65 65; www.alliancefrto.it; [email protected] Facebook: @AllianceFrTorino
Gruppo MSF Torino: 011 18931790 (dalle 9.30 alle 15.30); [email protected]; Facebook: Medici Senza Frontiere - Gruppo di Torino

Alliance française Torino è parte di una rete che conta quasi 900 sedi nel mondo, fondata nel 1883 da Jules Verne, Louis Pasteur e Ferdinand de Lesseps e volta a promuovere la lingua francese e le culture francofone in sinergia con realtà locali. L’Alliance Française di Torino vanta una relazione stimolante con la città che la ospita: prima in Italia per grandezza e numero di studenti, è capofila della rete nazionale.

Medici Senza Frontiere, nata nel 1971, è la più grande organizzazione medico-umanitaria indipendente al mondo. Opera in circa 70 paesi portando assistenza alle vittime di guerre, catastrofi ed epidemie. Nel 1999 è stata insignita del Premio Nobel per la Pace. www.msf.it

Il Gruppo MSF di Torino si è costituito nel 2007 per organizzare iniziative di sensibilizzazione e promuovere le attività dell'organizzazione in città e provincia. È costituito da volontari di ogni età e da operatori umanitari. La partecipazione è aperta a tutti coloro che desiderano sostenere MSF dedicandole un po’ del proprio tempo.
www.medicisenzafrontiere.it/chi-siamo/MSF-Italia/gruppi-locali/gruppo-di-torino