BRIC-à-brac. The Jumble of Growth

Roma - 16/07/2018 : 14/10/2018

La Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea presenta BRIC-à-brac | The Jumble of Growth | 另 一 种 选 择 , un' importante mostra di artisti contemporanei internazionali a cura di Gerardo Mosquera e Huang Du, due curatori provenienti da paesi agli antipodi (Cuba e Cina) ma che condividono una scommessa comune sulle possibilità di lettura del presente.

Informazioni

  • Luogo: LA GALLERIA NAZIONALE
  • Indirizzo: Viale delle Belle Arti 131 — 00197 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 16/07/2018 - al 14/10/2018
  • Vernissage: 16/07/2018 ore 19 su invito
  • Curatori: Gerardo Mosquera, Huang Du
  • Generi: arte contemporanea
  • Orari: dal martedì alla domenica: 8.30 – 19.30 ultimo ingresso 45 minuti prima della chiusura
  • Biglietti: intero: € 10,00 ridotto: € 5,00

Comunicato stampa

La Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea presenta BRIC-à-brac | The Jumble of Growth | 另 一 种 选 择 , un' importante mostra di artisti contemporanei internazionali a cura di Gerardo Mosquera e Huang Du, due curatori provenienti da paesi agli antipodi (Cuba e Cina) ma che condividono una scommessa comune sulle possibilità di lettura del presente.



Il titolo della mostra è la prima chiave interpretativa: multilingue e tripartito, analizza e cerca di tradurre il contesto contradditorio in cui viviamo

Giocando sull’espressione francese “bric-à-brac”, accostamento eterogeneo e disordinato di piccoli elementi decorativi, il progetto espositivo mette a fuoco la crescita caotica e conflittuale - The Jumble of Growth - dei Paesi dalle economie emergenti, in particolare quella dei Paesi
BRIC.

Coltivare lo sguardo. Nuove narrazioni alla Galleria Nazionale di Roma

Galleria Nazionale, Roma ‒ fino al 14 ottobre 2018. Con 34 artisti e una selezione di circa 50 opere, la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea suggerisce interessanti spunti per i nuovi sviluppi economici, sociali e culturali che caratterizzano la realtà attuale. Una mostra a quattro mani, firmata Huang Du e Gerardo Mosquera.