Atlante delle Guerre e dei Conflitti nel Mondo

Torino - 21/02/2014 : 21/02/2014

Presentazione della V edizione dell’Atlante delle Guerre e dei Conflitti nel Mondo, edito dall’Associazione 46° Parallelo e distribuito da Aam Terra Nuova Edizioni.

Informazioni

  • Luogo: PALAZZO SALUZZO PAESANA
  • Indirizzo: Via Della Consolata 1/bis - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 21/02/2014 - al 21/02/2014
  • Vernissage: 21/02/2014 ore 18
  • Generi: presentazione
  • Sito web: www.atlanteguerre.it
  • Uffici stampa: EMANUELA BERNASCONE

Comunicato stampa

Venerdì 21 febbraio 2014 alle ore 18.00, il Caffè dei Giornalisti ospita la presentazione della V edizione dell’Atlante delle Guerre e dei Conflitti nel Mondo, edito dall’Associazione 46° Parallelo e distribuito da Aam Terra Nuova Edizioni.

L’ATLANTE DELLE GUERRE è un annuario che informa sullo stato dei conflitti che si combattono sul nostro pianeta

Il progetto è nato da un' idea di Raffaele Crocco e dalla volontà di un gruppo di giornalisti e inviati di guerra di costruire uno spazio dedicato unicamente all’informazione sugli Esteri, offrendo ai lettori uno strumento - adatto anche ai non esperti di politica internazionale - in grado di raccontare quei conflitti troppo spesso “dimenticati” dall’informazione. La prima edizione dell’Atlante delle Guerre è uscita in libreria nel 2009 e oltre alle realtà che hanno da sempre sostenuto il progetto – l’Associazione Ilaria Alpi, AAM Terra Nuova, Associazione ASAL, Tavola della Pace, Arci, Banca Etica – hanno dato e continuano a dare il loro contributo, anno dopo anno, attori come Amnesty International Italia; la Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco; l’Alto Commissariato per i Rifugiati; il Centro di Documentazione sui Conflitti Ambientali di Roma (Cdca); Medici Senza Frontiere. Tante voci che hanno messo a disposizione informazioni, esperienza e impegno permettendo al progetto di crescere e di raccontare i conflitti - con approfondimenti e focus - sotto molteplici punti di vista, tutti necessari alla comprensione delle cause e degli effetti delle guerre in corso nel mondo: le violazioni dei diritti umani, la condizione dei civili, le migrazioni forzate, i conflitti legati allo sfruttamento selvaggio dell’ambiente, il lavoro degli operatori umanitari nelle aree di crisi, il patrimonio artistico a rischio, il traffico di armi e l’economia di guerra, il fenomeno della pirateria, il landgrabbing, lo sfruttamento delle risorse e molto altro. Fondamentale il lavoro della Redazione, composta da giornalisti, ricercatori e inviati di guerra che ogni anno curano la stesura delle “schede conflitto”; quello dei fotografi professionisti che collaborano alla pubblicazione e il supporto dei lettori che fin dalla prima edizione seguono il progetto e ne garantiscono la diffusione, organizzando spesso incontri in tutta Italia. Da non dimenticare il ruolo cruciale degli Enti locali che finanziano il progetto e degli sponsor: l’Associazione Artigiani del Trentino, ChiantiBanca, la Federazione delle Cooperative Trentine. Grazie al loro sostegno è stato possibile organizzare centinaia di incontri nelle scuole e nelle Università e, con il prezioso contributo anche del Museo Storico del Trentino,realizzare le mostre fotografiche “L’Odore della Guerra” ed “Evidence” del fotografo Fabio Bucciarelli.

LA QUINTA EDIZIONE

La V edizione dell’Atlante delle Guerre - dedicata a Nelson Mandela - offre ai lettori 248 pagine a colori ed è acquistabile nelle librerie di tutta Italia. La foto di copertina della V edizione è del fotografo Fabio Bucciarelli, tratta dal progetto “Battle to Death”, realizzato in Siria tra il Settembre e l’Ottobre del 2012 e vincitore del Robert Capa Gold Medal come miglior reportage fotografico dall’estero. All’interno del volume 36 “schede conflitto”, lo Speciale Pirateria; lo Speciale "Donne e Guerra" con il reportage fotografico dall'Etiopia di Federica Miglio, fotografa e documentarista; lo Speciale sui Conflitti Ambientali a cura del Centro di Documentazione sui Conflitti Ambientali. I lettori troveranno inoltre un approfondimento sul Sudafrica del dopo-Mandela; un’analisi a cura di Medici Senza Frontiere sulle sfide di chi opera nei teatri di conflitto; il punto sulle violazioni dei diritti umani in Medio Oriente, Africa, Asia ed Europa a cura di Amnesty International; un’indagine sulla crisi tra le due Coree; un focus sullo stato delle rivolte in Medio Oriente; un reportage di viaggio tra Iran e Kurdistan e molto altro. Anche per la V edizione dell’Atlante la cartografia generale utilizzata è quella fornita dalle Nazioni Unite, oltre alla innovativa cartografia di Arno Peters, concessa in esclusiva per l’Italia dall’associazione Asal. Come ogni anno, 1 euro per ogni copia venduta sarà destinato al sostegno delle operazioni di aiuto ai rifugiati promosse dall’Alto Commissariato per i Rifugiati. In particolare quest'anno l'Atlante delle Guerre aderisce alla campagna dell'UNHCR "Routine is fantastic" in sostegno delle donne siriane rifugiate.


LA PRESENTAZIONE A TORINO
La prima presentazione dell’Atlante V edizione è promossa dal Caffè dei Giornalisti e ospitata nelle sale di Palazzo Saluzzo Paesana a Torino. Al tavolo dei relatori: Mario Calabresi, giornalista, direttore de La Stampa, Raffaele Crocco, giornalista, ideatore e direttore responsabile dell’Atlante, Fabio Bucciarelli, fotoreporter e giornalista e Alessandro Rocca, giornalista e documentarista; modera l’incontro Davide Demichelis, giornalista, autore e conduttore televisivo.
Al termine della presentazione, seguirà piccolo rinfresco.

Caffè dei Giornalisti
L'associazione culturale Caffè dei Giornalisti nasce a Torino nel 2012 da un'idea di Rosita Ferrato, come luogo di incontro per raccogliere, confrontare e promuovere esperienze di giornalisti in Italia e nel mondo, con particolare attenzione a chi persegue l'obiettivo di un'informazione libera e plurale, specialmente in contesti ostili e svantaggiati.
Storicamente, il caffè è luogo deputato agli incontri, alla scrittura, al pensiero e al dialogo: ecco perché l'associazione non si rivolge solo ai professionisti del giornalismo, ma a tutti i curiosi, ai gruppi e alle istituzioni in sintonia con i suoi princìpi, e ha l'obiettivo di stringere alleanze e sinergie, di fare rete, di collaborare per iniziative ed eventi a Torino, così come in altre città.
Il Caffè esiste al di là della fisicità della sua sede: si rivolge al pubblico con il suo sito web, www.caffedeigiornalisti.it, che ne convoglia e rappresenta idee e aspirazioni. Il sito è la voce del Caffè, la base di progettazione e il megafono delle sue iniziative, sempre volte alla promozione della cultura del rispetto.

Associazione 46° Parallelo
L’Associazione 46° Parallelo è nata a Trento, nel 2008 per la voglia di affrontare alcuni temi. Si è chiamata Associazione geografica, perché di geografia – intesa come conoscenza dei luoghi, delle persone, delle storie – si parla sempre meno. Soprattutto l’associazione cerca di usare gli strumenti che ha a disposizione – legati ai mestieri dei fondatori – per raccogliere fondi da investire in progetti di solidarietà e culturali. Delle varie attività - convegni, incontri nelle scuole, mostre - l’Atlante delle Guerre e dei Conflitti nel Mondo rappresenta il cuore, il banco di prova impegnativo. L’ambizione è diventare, in chiave moderna, una Società geografica, in grado di finanziare progetti, idee, anche avventure “dato che non vogliamo dimenticare di essere donne e uomini e, quindi, non rinunciamo al divertimento”. La sede è a Trento, terra di passaggio e infiltrazione di culture e diversità: “Una scelta intrigante, dato che alcuni di noi a Trento vive, ma nessuno ci è nato o cresciuto. Ci siamo arrivati, questo è tutto. Esattamente come arriva ogni viaggiatore”.