Aspetti. Grafiche e plastiche minori d’arte contemporanea ungherese

Roma - 19/01/2018 : 18/02/2018

L’esposizione - che comprende 74 opere di 22 artisti - intende presentare al pubblico italiano un panorama della produzione di opere grafiche e plastiche degli artisti ungheresi contemporanei.

Informazioni

Comunicato stampa

Venerdì 19 gennaio p.v. alle ore 19.30 presso la Galleria dell’Accademia d’Ungheria in Roma si terrà l’inaugurazione della mostra ASPETTI - Grafiche e plastiche minori d’arte contemporanea ungherese, curata da Márta Simonffy e Pál Németh.
Inaugurano: Márta Simonffy, Presidente dell’Associazione degli artisti figurativi e d’arte applica ungheresi e István Puskás, Direttore dell’Accademia d’Ungheria in Roma.

L’esposizione - che comprende 74 opere di 22 artisti - intende presentare al pubblico italiano un panorama della produzione di opere grafiche e plastiche degli artisti ungheresi contemporanei



Espositori:
Grafiche: Arnold Gross, Gabriella Sulyok, István Orosz, Csaba Rékassy, Tamás Kovács, Líviusz Gyulai, Tibor Somorjai Kiss, Aladár Almásy, Frigyes Konig, Márton Takáts, Alajos Eszik, Margit Ágotha, Gyozo Sárkány.
Plastiche minori: Róbert Csikszentmihályi, Péter Czér, Judit Rabóczky, Borbála Szanyi, Márta Csikai, Apolka Eros, Katalin Kinga Oláh, Ferenc Gvárdián, Éva Hegedus.


”Nell’arte figurativa le grafiche e le plastiche minori, sono due generi che nonostante i limiti dimensionali e tecnici vantano una forza straordinaria ed espressiva e riescono a trasmettere ed esprimere a pieno il messaggio dell’artista grazie appunto alla loro caratteristica singolare data dalla concentrazione di espressioni, pensieri ivi contenuti.”
(Márta Simonffy, Presidente dell’Associazione degli artisti figurativi e d’arte applicata ungheresi)