Artissima 18

Torino - 03/11/2011 : 06/11/2011

Artissima presenta una lista esclusiva di gallerie tutte al top per notorietà e soprattutto per qualità delle proposte e degli artisti rappresentati. Un osservatorio privilegiato sulla giovane arte mondiale. Un appuntamento culturale irrinunciabile per tutti gli addetti ai lavori e gli appassionati di arte contemporanea.

Informazioni

  • Luogo: OVAL
  • Indirizzo: Sottopassaggio Lingotto 294 - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 03/11/2011 - al 06/11/2011
  • Vernissage: 03/11/2011 ore 18 su invito
  • Generi: fiera
  • Orari: Tutti i giorni Ore 11.00 - 19.00
  • Biglietti: Intero: € 15,00 Ridotto: € 10,00 * * Ragazzi 12-18 anni. Over 65 anni. Studenti universitari su presentazione del libretto universitario. Militari in divisa. Biglietto omaggio su presentazione dell'abbonamento Torino Musei e della Torino Card dal 4 al 6 novembre. Ingresso gratuito per i disabili con accompagnatore.
  • Sito web: http://www.artissima.it
  • Patrocini: ARTISSIMA è un marchio di Regione Piemonte, Provincia di Torino e Città di Torino; per incarico dei tre Enti, è promossa dalla Fondazione Torino Musei, costituita dal Comune di Torino per curare e valorizzare il patrimonio artistico e museale della Città. La diciottesima edizione di ARTISSIMA viene realizzata attraverso il sostegno dei tre Enti proprietari del marchio, congiuntamente a Camera di Commercio di Torino, Compagnia di San Paolo e Fondazione per l'Arte Moderna e Contemporanea CRT. La manifestazione si svolge in collaborazione con: Main Partner: UniCredit Partners: Fiat, Fondazione Borsalino, illycaffè, Iren, Lauretana, Open Care Media Partner: RCS Pubblicità In kind Partners: Ceretto, Ferrero Rocher, Gaggenau, Galliano Habitat/Museo del Design, K-Way/Robe di Kappa, Valcucine
  • Uffici stampa: PAOLA C. MANFREDI STUDIO

Comunicato stampa

Artissima è riconosciuta sulla scena nazionale e internazionale dell'arte contemporanea come un osservatorio privilegiato sulla migliore ricerca nel campo delle arti visive e un grande appuntamento culturale, capace di conquistare l'interesse degli specialisti, del grande pubblico e della stampa.

Nel 2011 Artissima intende rafforzare ulteriormente il livello di qualità e di internazionalità della fiera imprimendo allo stesso tempo nuovo slancio alla forte vocazione sperimentale che ha caratterizzato l'ultima edizione e ne ha consolidato il successo con oltre 48.000 visitatori


E' riconfermata la spettacolare sede dell'Oval che con i suoi 20.000 mq illuminati naturalmente si è dimostrato uno spazio ideale per ospitare le due anime della fiera, la mostra mercato e il progetto curatoriale.

La fiera
Artissima 18 ospiterà 161 gallerie (58 italiane e 103 straniere) suddivise in quattro sezioni:
• Main section, che raccoglie le gallerie più rappresentative del panorama artistico mondiale scelte dal Comitato di selezione.
• New Entries, riservata alle più interessanti giovani gallerie, con meno di cinque anni di attività e presenti per la prima volta ad Artissima, scelte dal Comitato di selezione. Quest'anno sono state ammesse 25 gallerie provenienti da 11 paesi. Una giuria internazionale assegnerà durante la fiera il premio Guido Carbone alla galleria della sezione New Entries ritenuta più meritevole per il lavoro di ricerca e promozione di giovani artisti.
• Present Future, dedicata a 16 artisti emergenti invitati da un team di curatori internazionali e presentati dalle loro gallerie di riferimento. La sezione è realizzata in collaborazione con illy caffè che mette a disposizione il premio illy Present Future assegnato all'artista considerato più interessante da una giuria composta da tre prestigiosi esperti.
• Back to the Future, inaugurata nel 2010 con l'intento di portare l'attenzione su artisti attivi negli anni '60 e '70 che hanno avuto un limitato riconoscimento negli ultimi decenni, ma il cui lavoro è particolarmente significativo oggi, è una vera mostra a carattere museale di un gruppo di artisti selezionato da un Comitato curatoriale internazionale. Back to the Future, che alla sua prima edizione ha riscosso grande interesse da parte delle gallerie, dei collezionisti e della stampa, nel 2011 propone 20 artisti.
Il Progetto curatoriale
Artissima 18 prosegue il percorso di ricerca sullo scenario futuro dei musei, avviato la scorsa edizione con la Casa delle Contaminazioni. Il programma propone quest'anno due diversi progetti, autonomi ma fortemente connessi l'uno all'altro: il primo si svolgerà all'interno della fiera, mentre il secondo avrà una collocazione all'esterno e sarà aperto solo in orario serale. Entrambi si concentrano su nuovi modelli e strutture per la produzione, l'interpretazione e la diffusione dell'arte contemporanea e, per la prima volta nell'ambito di una fiera, sono curati da artisti.

Approssimazioni Razionali Semplici
Collocato al centro del padiglione della fiera è il progetto per un museo immaginato dall'artista torinese Lara Favaretto in collaborazione con Francesco Manacorda, direttore della fiera. Il titolo del progetto si rifà a un modello matematico che definisce un'interpolazione - ovvero la determinazione approssimata dei valori di una grandezza usando valori noti - che usa funzioni razionali. Approssimazione, nel suo significato etimologico di "avvicinamento", suggerisce anche le linee portanti del progetto che riunisce idee e attitudini diverse, proponendo un'organizzazione fittizia, effimera, nomade che esisterà solo per i quattro giorni di fiera.

Questa "istituzione provvisoria" sarà modellata su alcune funzioni tradizionali dei musei di arte contemporanea - la collezione permanente, la mostra temporanea, la biblioteca, l'auditorium, la sala cinema e conferenze, il dipartimento educativo, il deposito - ripensando il loro modus operandi attraverso progetti già esistenti o nuove proposte di artisti, collettivi e istituzioni, scelti nel panorama artistico mondiale per la loro capacità di inventiva nel re-immaginare metodi operativi e programmatici.

Artissima LIDO
Quest'anno per la prima volta, Artissima organizzerà un programma di mostre e eventi al di fuori della fiera e dei suoi orari di apertura, nel quartiere del Quadrilatero Romano, nel centro di Torino. Pensato come una mostra collettiva, Artissima LIDO è curato da tre artisti italiani, Christian Frosi, Renato Leotta e Diego Perrone, e offrirà un fitto, vario e articolato calendario di mostre, performance, proiezioni, concerti e conversazioni a cura di un gruppo spazi no-profit gestiti da artisti provenienti da tutta Italia e provvisoriamente dislocati in una serie di spazi urbani per portare avanti le loro diverse attività sperimentali. Il progetto si propone di attrarre l'attenzione internazionale su un aspetto poco noto dell'Italia e della sua scena artistica più nascosta. Punto di partenza per una visita nel quartiere sarà l'Artissima Social Club, un locale temporaneo dove il mondo dell'arte e i visitatori della fiera potranno incontrarsi ogni sera.

Ascolta chi scrive e Collectors' walk
Anche quest'anno Artissima riproporrà il programma di visite guidate a cura di critici e giornalisti di importanti testate nazionali e internazionali, pensate per il grande pubblico. Ogni giorno critici, direttori e giornalisti di grandi testate accompagneranno il pubblico alla scoperta della fiera e dell'arte contemporanea in una serie di percorsi totalmente liberi e differenziati.
Inoltre, per la prima volta, Artissima 18 realizzerà una serie di visite guidate a cura di importanti collezionisti internazionali che commenteranno le opere e le motivazioni delle proprie scelte in relazione alla propria personale passione per l'arte contemporanea.

Ufficio Statistiche
La comunicazione di Artissima 18, curata per la prima volta dalla studio grafico londinese Sara de Bondt, è stata sviluppata quest'anno con un approccio creativo ed originale elaborando graficamente una serie di dati statistici sulla fiera, sui visitatori, sulla città, ecc.
L'Ufficio Statistico sarà presente ad Artissima con un proprio spazio, dove raccoglierà le notizie più diverse su quanto accade in fiera e produrrà giornalmente dati, grafici, diagrammi su display, poster e stampati a disposizione del pubblico.