Art Night Venezia 2015

Venezia - 20/06/2015 : 20/06/2015

Apertura serale gratuita per musei, gallerie e istituzioni culturali della città. Evento clou alle 22.30 a Ca’ Foscari con la performance dell’attrice e autrice siciliana Teresa Mannino.

Informazioni

Comunicato stampa

VENEZIA – L’arte torna a liberare la notte, sabato 20 giugno, per la quinta edizione di Art Night Venezia, la manifestazione ideata e coordinata dall’Università Ca’ Foscari Venezia in collaborazione con il Comune di Venezia ed entrata nel calendario ufficiale delle Notti dell’arte europee.

Anche quest’anno l’intera città si animerà fra calli e campielli con l’apertura serale straordinaria di musei, fondazioni, gallerie, librerie, istituzioni e associazioni culturali

Sono 87 le sedi culturali aperte per l’occasione, centinaia gli appuntamenti in programma; da Palazzo Grassi a Punta della Dogana, e ancora Musei Civici, Casa dei Tre Oci, Collezione Peggy Guggenheim solo per citare alcune delle istituzioni aperte nella notte di Art Night.

Un’occasione imperdibile per scoprire o riscoprire la città e le sue mille bellezze, concedersi una passeggiata lungo i canali,visitare palazzi e musei, assistere alle tante iniziative e attività offerte dalla Notte.

Evento clou di Art Night sarà, alle ore 22.30 nel cortile di Ca’ Foscari, la performance dell’attrice e autrice siciliana Teresa Mannino “Rib rid roìd: Il viaggio per mare”: Teresa Mannino, accompagnata da Gli Impresari, Arazzi Laptop Ensemble ed Ensemble Elettrofoscari, leggerà il canto XII dell’Odissea dell’Odissea – Le sirene, Scilla e Cariddi.


L’apertura ufficiale, come sempre, sarà nel cortile di Ca’ Foscari alle ore 18 con il Rettore di Ca’ Foscari Michele Bugliesi e la distribuzione di gadget gratuiti.

Dal centro storico alle isole, tutta l’arte in una notte. Ad Art Night tutto sarà possibile, per soddisfare ogni curiosità, interesse ed età.

Le Fondazioni d’arte e i Musei della città saranno aperti per offrire l’opportunità di visitare alcune delle più importanti collezioni e opere d’arte del mondo, le librerie proporranno eventi ed esposizioni, le gallerie della città apriranno le porte con le loro mostre; sarà inoltre effettuare visite guidate dei teatri, così come di Ca’ Dolfin, il palazzo del XVI secolo e sede dell’Università Ca’ Foscari Venezia, mentre per i bambini numerose sono le attività e i laboratori creativi allestiti in città. Non potrà mancare la musica con interessanti appuntamenti ed esibizioni in diverse location del centro storico.
Anche le isole avranno la loro Notte dell’arte con iniziative a Torcello, isola di San Giorgio Maggiore, San Servolo.

Programma eventi Università Ca’ Foscari Venezia

Sede: UNIVERSITA’ CA’ FOSCARI, Dorsoduro 3246


Ore 18 START: Apertura cancelli - Distribuzione gratuita gadget
Inaugurazione alla presenza del Magnifico Rettore Michele Bugliesi e di tutti i responsabili delle istituzioni coinvolte.

“Fairy tale for Art Night” laboratorio in inglese per bambini dai 4 ai 10 anni presso.
Il laboratorio è a cura di Macacotour che porterà i bambini in un viaggio nel mondo delle fiabe. Prima ci maschereremo insieme e poi, come dei grandi attori, metteremo in scena un divertente musical in inglese. Prenotazione obbligatoria [email protected] o al numero 349 6600107.
Università Ca’ Foscari Venezia Spazi Espositivi, Dorsoduro 3246, orario 17.30-19.30.

Ca'rte Lab è il logo sotto il quale l'Università Ca' Foscari Venezia riunisce tutte le attività e i laboratori rivolti ai bambini dai 6 ai 10 anni che riguardano le mostre e gli eventi ospitati o creati dall’Ateneo.
La metodologia prescelta esclude apprendimenti nozionistici per incentivare invece un rapporto creativo con l’universo artistico attraverso le sollecitazione suscitate dalle opere esposte. Le opere d’arte vengono usate non come testo passivo di apprendimento, ma come pretesto per un coinvolgimento diretto e creativo legato ai processi del “fare”, artistico e contemporaneo.
Il progetto nasce dalla collaborazione tra CSAR-Centro Studi sulle Arti della Russia, il Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali e la Scuola Interdipartimentale in Conservazione dei Beni Culturali.
Responsabili del progetto: prof.ssa Silvia Burini, ph.d Angela Bianco.

MacacoTour (http://www.macacotour.com) nasce dalla volontà di proporre ai piccoli visitatori di tutto il mondo un’esperienza di viaggio unica e indimenticabile attraverso itinerari tematici alla scoperta di una Venezia nascosta e misteriosa, sconosciuta al turismo di massa, ma ricca di stimoli e suggestioni.



Mostre Aperte
“Collected Landscape” di Byoung Choon Park a cura di Hyun Joo Choe organizzata da Cené International e Infinity Art & Culture Promotion in collaborazione con l’Università Ca’ Foscari Venezia.
Quella che si potrà ammirare dal 9 maggio al 30 agosto all'Università Ca' Foscari è la personale di un affermato artista della Corea del Sud, Byoung Choon Park. La mostra è curata da Hyun Joo Choe, in collaborazione con i proff. Giuseppe Barbieri e Silvia Burini, del Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali, e con la prof. Vincenza D’Urso, del Dipartimento di Studi sull’Asia e sull’Africa Mediterranea.
“Collected landscape” presenta una decina di opere di grandi dimensioni, realizzate dall’artista nell’ultimo quinquennio, in cui si mescolano impressioni di viaggio, spettacoli naturali, aree rivisitate di Google Maps, sensibilità contemporanea e memorie ataviche, punti di vista insoliti e stranianti. Al centro del percorso una grande installazione di oltre 25 metri, percorribile dai visitatori, con 140 Shan shui, grandi fogli di carta con motivi paesaggistici tracciati a inchiostro, appesi a ganci da macellaio: una sorta di specchio complessivo della natura e della cultura coreana, che affonda in 15 secoli di tradizione figurativa orientale.
Università Ca’ Foscari Venezia Spazi Espositivi, Dorsoduro 3246, orario 18.00-00.00.
“On my way” a cura di Silvia Burini, Giuseppe Barbieri, Anna Frants, Elena Gubanova, Natasha Kurchanova in collaborazione con CYLAND Media Art Lab (San Pietroburgo, Russia) e Centro Studi sulle Arti della Russia (CSAR), Università Ca’ Foscari Venezia.
La mostra collettiva “On My Way” esplora le infinite possibilità di vita nell’ordinario e nello straordinario, trovando una tregua dalla routine quotidiana nell’arte e nella bellezza, in una lotta continua per la sopravvivenza.
Realizzati da alcuni tra i più noti artisti di San Pietroburgo, (Liudmila Belova, Peter Belyi, Alexandra Dementieva, Anna Frants, Daniil Frants, Ivan Govorkov, Elena Gubanova, Victoria Ilyushkina, Marina Koldobskaya, Vitaly Pushnitsky, Mariateresa Sartori, Alexander Shishkin-Khokusai, Alexander Terebenin; membri del circolo Arefiev: Alexandr Arefiev, Rodion Gudzenko, Valentin Gromov, Rikhard Vasmi, Sholom Shvartz) i lavori in mostra utilizzano vari mezzi per illuminare le possibilità di un’espressione soggettiva attraverso vite di ogni tipo, sondandone il significato nel sogno e nella realtà.
CFZ Ca’ Foscari Zattere /Cultural Flow Zone Dorsoduro 1392, orario 18.00-00.00.

“Grisha Bruskin Alefbet: Alfabeto della Memoria”
Un misterioso alfabeto costituito da 160 personaggi: angeli, demoni con il volto di animali, figure trafitte da un fulmine, uomini che portano sulle spalle la loro ombra, o scrutano nei segreti del libro. Per la sua prima esposizione a Venezia Grisha Bruskin, uno dei più importanti artisti russi viventi, apprezzato e riconosciuto a livello internazionale almeno dalla metà degli anni ’80, ha scelto il progetto “Alefbet”: cinque grandi arazzi (2,80m x 2,10) rappresentano il cuore della rassegna, cui si giunge tuttavia esaminando in precedenza i disegni preparatori dell’artista, i gouaches e 6 straordinari dipinti, ossia le diverse tappe in cui si è articolato questo complesso e affascinante “archivio del segno”. Una sintesi densissima, che fa memoria di una millenaria tradizione, quella ebraica del Talmud e della Kabbalah, nel momento stesso in cui la rivela come possibile e permanente chiave di lettura simbolica della nostra storia e del nostro presente. “Alefbet” è una rassegna di eccezionale impatto visivo, che non potrà lasciare indifferente il visitatore, accompagnato e coinvolto nel percorso da una serie di originali apparati multimediali, realizzati in collaborazione con CamerAnebbia-Milano di Marco Barsottini, che evidenzieranno la formidabile carica narrativa dell’opera di Bruskin.
La mostra è promossa dal Centro Studi sulle Arti della Russia (CSAR) di Ca’ Foscari, ed è curata da Giuseppe Barbieri e da Silvia Burini in collaborazione con la Fondazione Querini Stampalia. Catalogo Terra Ferma, con saggi di Evgenij Barabanov, Giuseppe Barbieri, Grisha Bruskin, Silvia Burini, Boris Groys, Michail Jampolskij
Fondazione Querini Stampalia Santa Maria Formosa, orario 18.00-21.00.

“Grisha Bruskin An Archaeologist’s Collection” Evento collaterale Biennale Arte 2015.
La 56° Biennale di Venezia – secondo le dichiarazioni del direttore Enwezor – torna a confrontarsi decisamente con le macerie della storia degli ultimi secoli, con il cambiamento incessante delle ideologie; a misurare, attraverso i linguaggi dell’arte che lo rappresentano, la profonda inquietudine di un tempo che accumula e distrugge. “La collezione di un archeologo”, il progetto dell’artista russo Grisha Bruskin ospitato nell’ex-chiesa di Santa Caterina si inscrive in modo molto pertinente in questo scenario. Le origini di questa complessa installazione vanno rintracciate nel vasto dipinto che ha imposto Bruskin all’attenzione di pubblico e critica anche al di fuori del suo Paese: si tratta di “Lessico fondamentale” (“Fundamental’nyj leksikon”, 1986), l’archiviazione visiva di oltre 250 normotipi dell’umanità sovietica. Quello che allora poteva apparire come l’affresco di un’antropologia immutabile si è rivelato, appena pochi anni dopo, l’analitica testimonianza di un impero improvvisamente scomparso, di un sistema collassato e imploso. Da questa sua sconfinata rubrica di “personaggi” Bruskin dopo il crollo dell’URSS (1991) ha ricavato una serie di statue, quasi a grandezza naturale. Le ha poi frantumate, ha fuso in bronzo i frammenti che ha ritenuto più rilevanti, li ha interrati nella campagna toscana, accanto a una necropoli etrusca, e dopo tre anni ha organizzato una vera e propria campagna di scavo archeologico (con apposite rilevazioni sull’ossidazione dei reperti) per riportarli alla luce. È quanto osserveremo nella mostra veneziana. Un sito archeologico perfettamente ordinato, in cui rintracciare l’ordine apparente del potere e il concreto disordine della storia.
Ex Chiesa Santa Caterina Cannaregio 494174942, orario 18.00-23.00.

Installazione

“Dancing Solar Flowers” di Alexandre Dang in collaborazione con Ca’ Foscari Sostenibile
Questo progetto nasce dalla collaborazione dell'artista con l'Università Ca’ Foscari Venezia e rientra all’interno del programma Ca' Foscari Sostenibile.
L'opera unisce l'approccio scientifico a quello artistico e ha l'obiettivo di promuovere la conoscenza delle energie rinnovabili e aumentare consapevolezza di problemi e soluzioni sostenibili in questo campo. L'arte di Alexandre Dang costituisce inoltre uno strumento per educare i più giovani sul potenziale delle tecnologie eco-compatibili, con particolare riferimento all'energia rinnovabile.
Ca’ Foscari sede centrale, Dorsoduro 3246, orario 18.00-01.00

Musica

Dalle ore 20.00 l’Ensemble Elettrofoscari intratterrà il pubblico con il suo repertorio.
Suoneranno Daniele Goldoni (tromba), Jacopo Giacomoni (sax alto), Massimiliano Cappello (chitarra elettrica), Carlo Siega (chitarra elettrica), Alberto Bettin (piano), Marco Centasso (contrabbasso/basso elettrico) e Raul Catalano (batteria).
Ca’ Foscari sede centrale, Dorsoduro 3246, orario 20.00-21.00
Performance

“Rib rid roìd: Il viaggio per mare”

TERESA MANNINO
con Gli Impresari, Arazzi Laptop Ensemble ed Ensemble Elettrofoscari
ore 22.30, cortile principale

Teresa Mannino, attrice e autrice siciliana, legge il canto XII dell’Odissea – Le sirene, Scilla e Cariddi -, ma prima, con la sconfinata passione e l’ironia che la contraddistingue, ci racconta il viaggio di Ulisse, i suoi amori, fino al ritorno da Penelope che lo ha aspettato per dieci anni e che perdona i suoi tradimenti, solo perché…

Teresa Mannino, Gli Impresari, Arazzi Laptop Ensemble e l’Ensemble Elettrofoscari si incontrano in occasione di Art Night 2015. Dalla loro collaborazione nasce una performance che, attraverso i linguaggi dell'arte, della musica e del teatro racconta il dodicesimo libro dell'Odissea. L’atmosfera di un remoto passato mitologico è evocata attraverso un'installazione ispirata alle ambientazioni e alle vicende narrate nel poema omerico: il palazzo di Ca' Foscari assume per una notte le sembianze della nave che accompagna Ulisse nel suo viaggio, tra l’ammaliante canto delle Sirene e le terribili insidie di Scilla e Cariddi.
La distribuzione di centinaia di tappi anti-rumore al pubblico della serata trasforma simbolicamente gli spettatori in attori, creando una sovrapposizione tra la vicenda rappresentata e l’esperienza reale. I tappi replicano lo strattagemma di Ulisse per salvarsi dall’insidia delle Sirene ma possono anche diventare il dispositivo attraverso cui disinnescare l'esperienza dello spettacolo di Art Night (regìa del suono: Paolo Zavagna). La dinamica tra coinvolgimento e negazione dal palco scende in platea.

Sede: CA’ DOLFIN, Dorsoduro 3825/D

Special project - performance/shooting

“Ritratto Continuo mod.3.375.020.000” di Francesca Montinaro
Pensando a un organismo vivente femminile e plurale, che cresce e si trasforma nel tempo, l’artista realizza Ritratto continuo mod. 3.375.020.000, riferito al numero approssimativo di donne nel mondo, è un ritratto di gruppo al femminile in cui le singole donne, prese nel loro insieme e valorizzate nella loro singolarità, sono espressione di un nuovo concetto d’identità sociale, incentrato sull’originalità individuale, sulla forza vitale e sulla convinzione, tipicamente femminile, di poter influire positivamente sul futuro del mondo. L’artista ha individuato alcuni modelli femminili: le spose, le suore, le venditrici porta a porta, le scultrici della parola, le musulmane. Tutte donne-icona, donne in divisa. Durante Art Night Francesca Montinaro allestirà il suo set nell’atrio di Ca’ Dolfin per implementare la sua video installazione e per la prima volta il lato documentale, normalmente non visibile e non condiviso, si trasformerà in momento performativo.

Ca’ Dolfin-atrio, Dorsoduro 3825/D, orario 18.00-22.00.

Ca’ Foscari Tour – visite guidate a Ca’ Dolfin

Per la notte della cultura sono in programma due speciali visite guidate della rinomata sede di Ca’ Dolfin, il palazzo del XVI secolo antica dimora dei Dolfin di recente restaurata dall’Ateneo. Alle 19.00 e alle 19.30 lo staff di Ca’ Foscari Tour vi aspetta per accompagnarvi alla scoperta di uno dei gioielli cittadini con finale a sorpresa.
Prenotazione obbligatoria 041 2348036 [email protected]
Ca’ Dolfin, Dorsoduro 3825/D.

Ca’ Foscari Tour è il servizio di visite guidate nato nel 2009 e curato dall’Ufficio Relazioni con il Pubblico. Il Ca’ Foscari Tour, per il cui logo è stato scelto un quadrilobo dorato che richiama la celebre polifora dell’Aula Baratto sul Canal Grande, si tiene in italiano, inglese e anche in L.I.S., la lingua dei segni italiana, in collaborazione con il Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati. Il percorso è accessibile anche a visitatori con disabilità motoria preferibilmente accompagnati.


SEDE: FONDAZIONE QUERINI STAMPALIA, Santa Maria Formosa, Castello 5252

Laboratori bambini

“Uno, nessuno e centomila personaggi da inventare” laboratorio creativo/letterario per bambini dai 6 ai 10 anni presso Fondazione Querini Stampalia – terzo piano in occasione della mostra “Grisha Bruskin Alefbet: Alfabeto della Memoria”. Con l’ausilio della fantasia e dei numerosi personaggi che affollano le opere del nostro artista proveremo ad inventare tante nuove storie. Il laboratorio è a cura di Ca’rte Lab-Università Ca’ Foscari. Prenotazione obbligatoria [email protected]

Fondazione Querini Stampalia, Santa Maria Formosa Castello 5252, orario 16.30- 18.00.


Ideazione, direzione scientifica e coordinamento:
Silvia Burini
Angela Bianco
Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali - Università Ca’ Foscari

Web: www.artnightvenezia.it
Twitter: @artnightvenezia
Facebook: artnight venezia
Instagram: @artnightvenezia

Mail: [email protected]
T: 041 23466221-6227 F: 0412346210