Antonio Marras – Mio cuore io sto soffrendo cosa posso fare per te?

Brescia - 25/11/2017 : 25/11/2017

Alle Ex Cantine Folonari, si terrà la performance Mio cuore io sto soffrendo, cosa posso fare per te?

Informazioni

Comunicato stampa

Sabato 25 novembre 2017 a partire dalle 18.00 doppio appuntamento con l’arte di Antonio Marras: alla Galleria Massimo Minini, a Brescia, inaugura la mostra antonio marras. seipersei, mentre alle 21.30, alle Ex Cantine Folonari, si terrà la performance Mio cuore io sto soffrendo, cosa posso fare per te?

Antonio Marras ancora una volta propone sguardi e frammenti per quelle che saranno, poi, le sue opere. Un modo di tracciare mappe e segnare territori, un modo di organizzare voci e silenzi. Un modo di occupare il suo tempo e le sue energie

Marras sperimenta ed è capace di ‘sentire’ le realtà differenti intorno a lui, le commistioni con l’arte, con la musica, con la danza, con il teatro, con il cinema: un alfabeto con cui poter comunicare. Marras sembra voler attraversare tutte le declinazioni della cultura visiva, dalle decorazioni ai dettagli provenienti da epoche e mondi apparentemente inconciliabili. Un artista che non si può assegnare a una singola categoria, un vulcano di creatività senza confini.
La mostra è una selezione di opere di Marras scelte personalmente da Massimo Minini, molti gli inediti, tra cui alcuni creati appositamente per questa esposizione.
In occasione della mostra sarà realizzato da Antonio Marras un libro d’artista, frutto proprio di questa particolare relazione nata con Massimo Minini: il libro nasce, infatti, da una serie di foto delle mani e del gesticolare di Marras scattate dallo stesso Minini.

Dalle passerelle alle gallerie d’arte. Antonio Marras in mostra da Massimo...

Incontratisi per caso lo scorso anno in occasione della retrospettiva del noto stilista alla Triennale di Milano, oggi Antonio Marras e il gallerista Massimo Minini si apprestano a inaugurare un progetto che vedrà l’artista impegnato in una mostra e una performance che si terranno a Brescia il prossimo 25 novembre