Alexei Penzin / Premio Epson Far

Como - 21/07/2011 : 21/07/2011

Assegnazione del VI Premio Epson Far per la Ricerca Artistica e conferenza di Alexei Penzin - Sonno e soggettività nella modernità capitalista.

Informazioni

Comunicato stampa

Assegnazione del VI Premio Epson Far per la Ricerca Artistica

XVII Corso Superiore di Arti Visive
21 luglio ore 18.30
Fondazione Antonio Ratti - Villa Sucota
Via per Cernobbio 19, Como

Prima della conferenza di Alexei Penzin verranno annunciati i vincitori del Premio Epson FAR per la ricerca artistica, giunto quest'anno alla sua VI edizione e assegnato per l'occasione da una giuria composta da Carla Conca (Business Manager Videoproiettori Epson Italia), Andrea Lissoni (curatore Corso Superiore di Arti Visive) e Roberto Pinto (curatore e storico dell'arte)


Il Premio è stato istituito nel 2006 grazie al contributo di Epson Italia, che ha deciso di sostenere gli artisti partecipanti al Corso premiando le opere di maggior interesse sotto il profilo della sperimentazione visiva e

> Approfondisci / Read more
Fondazione Antonio Ratti
Alexei Penzin - Sonno e soggettività nella modernità capitalista

XVII Corso Superiore di Arti Visive
Conferenza
21 luglio ore 19
Fondazione Antonio Ratti - Villa Sucota
Via per Cernobbio 19, Como

Giovedì 21 luglio alle ore 19 presso la Fondazione Antonio Ratti, Alexei Penzin - ricercatore presso l'lnstitute of Philosophy di Mosca e membro del collettivo "Chto Delat / What is to be done?" - terrà una conferenza dal titolo Sonno e soggettività nella modernità capitalista nella quale affronterà il tema del sonno.
"Il fenomeno del sonno è un soggetto piuttosto inusuale per la filosofia, la teoria critica e le scienze umane. Resta nel regno del naturale, della ritmicità storica: giorno e notte, crepuscolo e alba, assopimento e risveglio. Oggi, la biologia e la medicina sono molto avanti negli studi sulla fisiologia e la neurologia del sonno, e la medicalizzazione emergente dei disordini del sonno è uno dei nuovi luoghi dell'accumulazione di "biocapitale". Allo stesso tempo, la nostra "società 24 ore" con le sue incessanti attività di produzione, comunicazione e consumo, rende il sonno un elemento problematico e incerto della quotidianità, qualcosa come tempo sprecato o inerte all'interno di una società neoliberale mobile e pragmatica, ossessionata dall'idea dell'impiego totale dell'esistenza dell'uomo"...

Al termine della conferenza visita guidata a Corso Aperto - eventi performativi, installazioni, interventi ambientali degli artisti partecipanti al XVII Corso Superiore di Arti Visive