Adriano Nasuti-Wood

Agira - 30/07/2011 : 31/07/2011

"Bocs origini" è una nuova proposta di incontro tra artisti e pubblico che, attraverso la formula delle residenze artistiche internazionali, mira ad attivare una riflessione e un dibattito sui linguaggi e le pratiche dell'arte contemporanea, scegliendo di operare in luoghi (del territorio siciliano) distanti dai centri più attivi e riconosciuti in questo senso.

Informazioni

  • Luogo: BOCS ORIGINI
  • Indirizzo: via Musa, 29 - 94011 Agira (EN) - Agira - Sicilia
  • Quando: dal 30/07/2011 - al 31/07/2011
  • Vernissage: 30/07/2011 e domenica 31 luglio 2011, 19:00-21:00
  • Autori: Adriano Nasuti-Wood
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Sito web: http://www.bebocs.it

Comunicato stampa

IL PROGETTO
“BOCS origini” è una nuova proposta di incontro tra artisti e pubblico che, attraverso la formula delle residenze artistiche internazionali, mira ad attivare una riflessione e un dibattito sui linguaggi e le pratiche dell'arte contemporanea, scegliendo di operare in luoghi (del territorio siciliano) distanti dai centri più attivi e riconosciuti in questo senso

Assecondando una tendenza che vede nel decentramento uno strumento efficace per la diffusione e promozione culturale, il progetto “BOCS origini” esclude, quindi, quali possibili sedi di intervento, proprio le città, preferendo agire all'interno delle - più piccole - realtà di provincia, spesso troppo distanti dal mondo dell'arte e tagliate fuori da qualsiasi circuito turistico. L’ass.cult. beBOCS inviterà ogni anno un artista diverso; gli chiederà di vivere luoghi della Sicilia in cui è ancora molto forte il valore delle tradizioni e di interagire con la popolazione locale. Durante la sua residenza, l'artista svilupperà e realizzerà un progetto espositivo che verrà, infine, aperto al pubblico. “BOCS_origini” diventa, così, un tentativo esperienziale di ri/scoperta delle nostre radici e un ulteriore momento di riflessione rispetto alla questione “centro/periferia”.

LOCATION
“Agira, pittoresca città della provincia di Enna che domina le valli del Salso e del Simeto da cui dista 35 Km, sorge sul versante est del monte chiamato tradizionalmente Teja, a partire da 550 sino a 824 m s.l.m., nel più aggradevole sito, nel più elevato, più ferace, più profittevole, secondo il geografo arabo Al Idrisi. Sito strategico inespugnabile, è tra i centri siciliani più antichi e prestigiosi. La leggenda narra la città fondata prima della guerra di Troia. E' nota a Cicerone e Tolomeo. La più antica storia della greca Agyrion e della romana Agirium oscilla, infatti, tra mito e religione, tra il mondo pagano degli dei e degli eroi greci come Eracle e Iolao e la potenza taumaturgica e antidemoniaca del suo evangelizzatore e patrono san Filippo, dal cui culto profondamente radicato nella pietà popolare cittadina e diffuso in tutta l'isola deriva in età moderna il nome di San Filippo d'Argirò, l'attuale Agira.” (da www.agira.org)

ADRIANO NASUTI-WOOD
Buenos Aires (Argentina) 1976. Dopo aver seguito studi in economia in Argentina nel 2000 si inscrive all'Accademia di Belle Arti di Venezia dove si diploma in Pittura indirizzo Nuove Tecnologie. Nel 2003 Frequenta i corsi della Middlesex University di Londra. Nel 2007 ha vinto l'assegnazione per un anno di un atelier presso la Fondazione Bevilacqua la Masa di Venezia. È stato invitato dal Museo MAGra nell'estate del 2010 tiene il workshop “Legare le cose tra loro è legare noi al mondo?” durante il Festival di Granara. Attualmente vive e lavora a Milano.
PRINCIPALI MOSTRE PERSONALI: 2010 Letargo 2010/11, a cura di C. Camoni, Museo d'Arte Contemporanea di Granara, Valmozzola (PR). Quasi, Galleria SpazioA, Pistoia. C.W. ClockWise - Chiara Camoni & Adriano Nasuti-Wood, MARS, Milano. 2009 To breathe is not enough, a cura di Alessio Cardin, Semplicemente Contemporaneo, Padova. 2008 Wake Up!, Galleria SpazioA, Pistoia.