54. Biennale – Padiglione Italia Regione Abruzzo

Civitella del Tronto - 24/07/2011 : 27/11/2011

Oltre a Pescara, L'Aquila e Lanciano, apre un'altra sede del Padiglione Italia della Biennale di Venezia nella regione. Piu' di 20 artisti abruzzesi espongono le loro opere, all'interno del forte spagnolo. Pittura, scultura, fotografia e video nelle stanze restaurate, mentre nelle suggestive stanze in pietra sono allestiti progetti "site specific".

Informazioni

  • Luogo: FORTEZZA E MUSEO STORICO DELLE ARMI E DELLE MAPPE
  • Indirizzo: Civitella del Tronto - Civitella del Tronto - Abruzzo
  • Quando: dal 24/07/2011 - al 27/11/2011
  • Vernissage: 24/07/2011 ore 21
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

L'evento itinerante, collegato alla 54ma esposizione internazionale d'arte della Biennale di Venezia, vede l'Abruzzo tra le regioni protagoniste.
Nell'ambito della ricorrenza del 150mo anniversario dell'Unita' d'Italia, la mostra prevede esposizioni di vari artisti. In Abruzzo, dopo l'Aurum di Pescara, L'Aquila, il Padiglione Italia tocchera' anche Lanciano e la Fortezza di Civitella del Tronto.

L'inaugurazione della mostra si svolgerà il 24 luglio alle ore 21 in fortezza.
Saranno presenti il Presidente della Regione Abruzzo Gianni Chiodi, l'Assessore al Turismo della Regione Abruzzo Mauro Di Dalmazio, il Curatore della Biennale Vittorio Sgarbi, il Curatore della Biennale Abruzzo Umberto Palestini



Nella serata è previsto un concerto sinfonico dell'Orchestra Città Aperta: "L'inaugurazione nella Fortezza di Civitella del Tronto - si legge in una nota - sarà particolarmente significativa in quanto, baluardo di confine a settentrione del viceregno napoletano, fu l'avamposto borbonico dove si combatté fino al 20 marzo 1861, dopo che a Torino, tre giorni prima, veniva inaugurato il primo Parlamento nazionale. La Rocca aragonese, 25000 mq di superficie e con un'estensione lineare di 500 metri lineari, la rendono, insieme a quella di Salisburgo, con cui è gemellata, la fortezza più grande d'Europa e sarà l'avamposto dell'arte-pittura, scultura, fotografia, video, installazioni - Nella sua parte più alta saranno restaurate delle stanze per consentire la fruizione di opere di alto livello artistico, mentre nelle suggestive stanze in pietra verranno allestiti progetti site specific".

Gli artisti presenti sono, Marco Appicciafuoco, Giampiero Marcocci, Alessandro Jasci, TU'M, Fausto Cheng, Vito Bucciarelli, Angelo Colangelo, Giancarlo Sciannella, nelle stanze personali; Alberto Di Fabio, Antonella Cinelli, Antonio Marchetti, Sandro Visca, Lorenzo Aceto, Manuela Barbi, Lucilla Candeloro, Paride Petrei, Nicola Smerilli, Gianfranco Gorgoni, Fabrizio Sclocchini, nelle stanze restaurate.

Dopo quello nel Duomo di L'Aquila il secondo degli eventi speciali si terrà invece a Santo Stefano di Sessanio il 5 agosto con una mostra dedicata a Sandro Visca, uno dei più celebrati artisti abruzzesi contemporanei. In occasione di questo evento verrà proiettato il film "Un cuore rosso sul Gran Sasso" che lo stesso Visca realizzò nel 1975.