Storie d’artista (1). Otto libri per l’estate

Così dicono le statistiche: in vacanza si legge – si legge di più, per chi lo fa anche nel resto dell’anno. Ed ecco otto libri che vi consigliamo di portare sui monti o al mare. Una prima serie di storie che raccontano di artisti. Per poi passare, nella prossima puntata, agli artisti che raccontano la propria storia.

1. ALL’ORIGINE DELLA FOTOGRAFIA

Félix Nadar. Una vita da gigante (Constrasto)

La vita di un uomo straordinario raccontata dalle sue stesse parole e da quelle di alcuni amici con nomi quali Jules Verne, Victor Hugo e Charles Baudelaire. È il mirabile Nadar , confezionato dalle cure di Michel Christolhomme.
Félix Nadar – Una vita da gigante – Contrasto

www.contrastobooks.com

2. NATURAL-IMPRESSION-ISMO

Émile Zola, Manet (Donzelli)

Un gigante come Zola, calato con accesa militanza dentro le polemiche del mondo dell’arte di secondo Ottocento. A difesa del nascente Impressionismo, e in particolare di Édouard Manet. Anche pro domo sua, ma che male c’è?
Émile Zola – Manet – Donzelli

www.donzelli.it

3. DIALOGO COL DIVISIONISMO

Francesco Poli, Il pittore solitario (Electa)

Competente storico dell’arte, acuto giornalista, divulgatore affascinante ed efficace docente. E ora Francesco Poli svela anche inattese doti narrative. Raccontando, con curioso piglio investigativo, la vita di Georges Seurat.
Francesco Poli – Il pittore solitario – Electa

www.electa.it

4. UN MINUTO O POCO PIÙ

Guillem López, Challenger (Eris)

Scoppiò a 73 secondi dal decollo, la navetta spaziale Challenger. López – al terzo romanzo e all’esordio in Italia – intreccia altrettante storie, e l’aggettivo “caleidoscopico” chiama. Il tutto arricchito dai disegni di Sonny Partipilo.
Guillem López – Challenger – Eris

www.erisedizioni.org

5. ON THE ROAD

Giorgio Vasta & Ramak Fazel, Absolutely Nothing (Quodlibet Humboldt)

Metti insieme Giorgio Vasta, uno degli scrittori più interessanti che abbiamo ora in Italia, e Ramak Fazel, un fotografo iraniano che ha studiato ingegneria negli Usa, spediscili insieme per un viaggio di 8mila chilometri nei deserti americani e…
Giorgio Vasta & Ramak Fazel – Absolutely Nothing – Quodlibet/Humboldt

www.quodlibet.it
www.humboldtbooks.com

6. IL CIELO SOPRA LA TERRA

Tullio Avoledo, Chiedi alla luce (Marsilio)

Istanbul e Budapest, Parigi e Minsk. E poi tanti altri luoghi: sono quelli attraversati da un tenebroso architetto – anzi: un archistar – che di nome fa Gabriel, e che di tanto in tanto potrebbe sembrare pure l’omonimo arcangelo.
Tullio Avoledo – Chiedi alla luce – Marsilio

www.marsilioeditori.it

7. ZOOSECRETS

Maja Säfström, Piccolo Libro dei Grandi Segreti Animali (Nomos)

Viene da Stoccolma, è un architetto e un’eccezionale illustratrice. Si chiama Maja Säfström e questo è il suo primo volume: un soave Piccolo Libro dei Grandi Segreti Animali. Per dire: lo sapevate che le balene hanno l’ombelico?
Maja Säfström – Piccolo Libro dei Grandi Segreti Animali – Nomos

www.nomosedizioni.it

8. L’ARTE DELLA SELEZIONE

Emilio Tadini, Parole&Figure (Pagine d’Arte)

60 fogli scelti fra 500: impresa coraggiosa, quella del curatore Matteo Bianchi sull’archivio di Emilio Tadini. Per un libro raffinato, arricchito dalle fotografie di Maria Mulas e Marco Bellavita. E scritti di amici e conoscenti rinomati.
Emilio Tadini – Parole&Figure – Pagine d’Arte

www.paginedarte.ch

Marco Enrico Giacomelli

Articolo pubblicato su Artribune Magazine #38

Abbonati ad Artribune Magazine
Acquista la tua 
inserzione sul prossimo Artribune

CONDIVIDI
Giornalista e dottore di ricerca in Estetica, ha studiato filosofia alle Università di Torino, Paris8 e Bologna. Ha collaborato all’"Abécédaire de Michel Foucault" (Mons-Paris 2004) e all’"Abécédaire de Jacques Derrida" (Mons-Paris 2007). Tra le sue pubblicazioni: "Ascendances et filiations foucaldiennes en Italie: l’operaïsme en perspective" (Paris 2004; trad. sp., Buenos Aires 2006; trad. it., Roma 2010), "Another Italian Anomaly? On Embedded Critics" (Trieste 2005), "La Nuovelle École Romaine" (Paris 2006), "Un filosofo tra patafisica e surrealismo. René Daumal dal Grand Jeu all'induismo" (Roma 2011), "Di tutto un pop. Un percorso fra arte e scrittura nell'opera di Mike Kelley" (Milano 2014), "Un regard sur l’art contemporain italien du XXIe siècle" (Paris 2016, con Arianna Testino). In qualità di traduttore, ha pubblicato testi di Deleuze, Revel, Augé e Bourriaud. Nel 2014 ha curato la mostra (al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano) e il libro (edito da Marsilio) "Achille Compagnoni. Oltre il K2". Ha tenuto seminari e lezioni in numerose istituzioni e università, fra le quali la Cattolica, lo IULM, l'Università Milano-Bicocca e l'Accademia di Brera di Milano, l’Alma Mater di Bologna, la LUISS di Roma, lo IUAV di Venezia, l'Accademia Albertina di Torino. Redige (insieme a Massimiliano Tonelli) la sezione dedicata all'arte contemporanea del rapporto annuale "Io sono cultura" prodotto dalla Fondazione Symbola. Insegna alla NABA di Milano. È vicedirettore editoriale di Artribune e direttore responsabile di Artribune Magazine.