Cosa leggere sotto l’ombrellone. Racconti d’arte, biografie, analisi appena usciti in libreria

Analisi, romanzi, saggi, biografie, grande fotografia, giovani artisti, protagonisti senza tempo: insomma ce ne è per tutti i gusti nella carrellata di proposte appena uscite in libreria che Artribune ha selezionato per voi.

Annie Leibovitz - Portraits 2005 - 2016
Annie Leibovitz – Portraits 2005 – 2016

Cosa leggere sotto l’ombrellone? Se non siete tipi da settimana enigmistica e gialli, e avete già divorato il numero estivo di Artribune Magazine, fate un salto in libreria: sono tante le proposte estive, tra saggi, racconti, biografie e analisi che potranno arricchire la vostra estate di spunti e idee. Abbiamo scelto per voi cinque testi, freschi freschi di uscita, scritti da giovani artisti, storici dell’arte, curatori, ma anche storie per immagini che narrano la grande storia della fotografia, tascabili e non, per tutti i portafogli, da portare in riva al mare o da regalare. Ecco a voi la selezione delle ultime novità editoriali.

Santa Nastro

1. LE GRIGLIE DI FABRIZIO BELLOMO

Fabrizio Bellomo, Vegla Ben Ustain, 2015 – still da video

Meridiani, paralleli e pixel scritto dall’artista e regista Fabrizio Bellomo per postmedia books è un percorso nelle “vicende legate all’infinito processo di suddivisione applicato al nostro circostante attraverso il medium della griglia”. Il concetto di “griglia” può comprendere molte cose e sottende al visibile e all’invisibile. Non è forse una griglia la rete di strade e infrastrutture che l’uomo ha steso sulla superficie terrestre? Bellomo analizza le molteplici trasformazioni linguistiche e matematiche che si sovrappongono, modificano, completano il concetto di spazio.

Meridiani, paralleli e pixel
La griglia come medium ricorrente

Fabrizio Bellomo
postmedia books 2017

http://www.postmediabooks.it/2017/186bellomo/9788874901869.htm

2. IL SUPER TOMO DI ANNIE LEIBOVITZ

Annie Leibovitz, New York City, 2012 © Annie Leibovitz, from WOMEN New Portraits, commissioned by UBS

Costicchia, ma è bellissimo ed è un regalo indimenticabile per qualsiasi amico che compie gli anni in estate. Magari non è propriamente tascabilissimo, ma il fascino delle immagini vi ricompenseranno dello sforzo. Phaidon ha da poco lanciato la nuova collezione delle foto di Annie Leibovitz, sotto il titolo Portraits: 2005- 2016, che racchiude i ritratti di una delle fotografe più importanti del nostro tempo, che ha collaborato con Rolling Stones, Vanity Fair e Vogue nel corso della sua carriera. Le immagini, tutte inedite, raccontano figure chiave del nostro tempo. Il libro completa la serie composta da Annie Leibovitz: Photographs, 1970 – 1990 e A Photographer’s Life, 1990-2005. E per i più feticisti, c’è anche una limited edition.

Annie Leibovitz: Portraits 2005- 2016
Phaidon, 2017
http://it.phaidon.com 

3. UN ROMANZO AD ARTE

Costantino D’Orazio, Ma liberaci dal male

È ambientato a Roma il romanzo Ma liberaci dal male del critico e curatore Costantino D’Orazio, al suo debutto nella narrativa. C’è la bellezza della Capitale che affascina una giovane donna alle prime luci dell’alba, c’è un viaggio introspettivo alla ricerca di sé stessi e del benessere interiore, un monastero misterioso, un enigma da svelare. Tutti ingredienti che arricchiscono la trama finzionale, sullo sfondo della quale si svolge la storia dell’arte ricca e, invece, reale, raccontata con competenza e in maniera quasi cinematografica dall’autore. Da leggere tutto d’un fiato.

Ma liberaci dal male
Costantino D’Orazio
Sperling & Kupfer, 2017 (Collana Pandora)

4. L’ARTE CONTEMPORANEA, UN AFFARE GLOBALE

Not Afraid of Love, Maurizio Cattelan. La Monnaie © Silvia Neri

Esce per Giunti il nuovo libro fresco fresco di stampa di Ludovico Pratesi. Il curatore va nelle librerie con Arte contemporanea. I protagonisti della scena globale da Koons a Cattelan. Il testo racconta, con una ricca bibliografia e seguendo un filo cronologico, luoghi e primi attori dell’arte del nostro tempo. L’autore su Facebook promette da settembre un calendario di presentazioni e spiega: “il libro racconta perché il nostro paese non apprezza più l’arte contemporanea come un secolo fa. Si parla della storia della Biennale di Venezia, di tutti i musei italiana di arte contemporanea e dei nostri artisti, così poco conosciuti sulla scena internazionale”.

Arte contemporanea. I protagonisti della scena globale da Koons a Cattelan
Ludovico Pratesi
Giunti, 2017 

5. L’ARTE SECONDO MILTON

Milton Gendel, Self-Portrait, Via Appia, Rome, 1950

Fondazione Passaré e Quodlibet pubblicano insieme Milton Gendel. Uno scatto lungo un secolo, scritto da Barbara Drudi. Novità freschissima (è in libreria dal 24 agosto, ma disponibile su eBay da subito), il libro racconta attraverso la penna della storica dell’arte, la figura di Milton Gendel, giornalista e fotografo americano, nato a New York nel 1918 e residente a Roma dal 1946. Tra le figure più influenti e affascinanti, ha raccontato la scena dell’arte italiana, facendo conoscere artisti come Alberto Burri e Toti Scialoja oltreoceano. Con la sua macchina fotografica Gendel ha ritratto l’Italia del neorealismo e della “Dolce vita”, i protagonisti e gli intellettuali del nostro Paese, coloro che oggi fanno parte di una grande, ammaliante storia.

Milton Gendel. Uno scatto lungo un secolo
Barbara Drudi
Fondazione Passaré – Quodlibet, 2017
http://www.ebay.it/itm/Barbara-Drudi-MILTON-GENDEL-Uno-scatto-lungo-un-secolo-F-Passare-Quodlibet-2017-/272794768328?hash=item3f83d5d3c8

CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.