Il nuovissimo percorso del Louvre dedicato a Beyoncé e Jay-Z. Le immagini

Non ci bastava il videoclip da 70 milioni di visualizzazioni con Beyoncé e Jay-Z; ecco che il Louvre dedica alle star del pop un percorso. Le immagini

Beyoncé e Jay-Z

Non è la prima volta che il Louvre apre le sue porte a produzioni internazionali, che siano film o videoclip musicali, poco importa, fondamentale è che raggiungano milioni di click. Anche in questo caso è stato fatto centro. Solamente un mese fa, a gran sorpresa è stata annunciata la collaborazione tra il “re e la regina del nostro tempo”, come vengono definiti dai fan. Si tratta di Beyoncé e del marito Jay-Z che hanno lanciato il loro primo singolo Apeshit estratto dall’album Everything Is Love firmato con il nome della famiglia “The Carters”. La location del video? Il Louvre naturalmente, che è rimasto chiuso per un’intera notte. Protagoniste, oltre la coppia, lei in un bellissimo abito color lilla e lui in un completo verde acido, sono state le opere della collezione più famosa del mondo che celebrano l’arte occidentale. Proprio partendo dal videoclip il Louvre ha inaugurato un’inedito percorso dedicato ai due cantanti.

UN PERCORSO “SPECIALE” AL LOUVRE

Tra l’istituzione museale francese e la famiglia Carters la “relazione” dura da anni. Solamente quattro anni fa i due artisti hanno condiviso infatti dei selfie che li immortavano con alcune delle opere più importanti della collezione del Museo francese, tra cui (ovviamente) la Gioconda di Leonardo da Vinci e Amore e Psiche di Canova guadagnando milioni di like. Partendo anche da questo successo la direzione del Louvre ha pensato di organizzare un piccolo tour mirato tra i diversi lavori presenti nelle sale, seguendo le scelte della coppia per il videoclip di Apeshit. Puro marketing? Naturalmente e farà arrivare centinaia di fan che desiderano seguire le tracce dei propri beniamini, in un percorso della durata di un’ora e mezza. Si parte dalla Nike di Samotracia, si prosegue con Madonna del cuscino verde di Solario, La Pietà di Rosso Fiorentino continuando con la Gioconda di Leonardo da Vinci, Le Nozze di Cana di Paolo Veronese e la Venere di Milo. Nella gallery le immagini delle diciassette tappe e qui il link per ulteriori dettagli.

GLI ALTRI PERCORSI TEMATICI DEL LOUVRE

Il Louvre è solito cavalcare l’onda del successo e creare dei percorsi ad hoc legati a produzioni realizzate al suo interno. Ad incrementare il successo a livello mondiale del Museo è stato sicuramente anche il libro scritto da Dan Brown nel 2003, Il codice da Vinci, un thriller che lascia il lettore col fiato sospeso fino alle ultime pagine, e che ha venduto più di 80 milioni di copie, da cui è stato anche tratto un film. Anche in questo caso la durata dell’itinerario prevista è di un’ora e mezza e segue alla lettera le opere e le sale citate, ad esempio: oltre alla Gioconda, a Le Nozze di Cana di Paolo Veronese, ci sono la Morte della Vergine di Caravaggio e la Vergine delle Rocce di Leonardo da Vinci. Sempre dalla cultura pop è stato tratto un tour ispirato alla canzone Mona Lisa Smile di will.i.am dei Black Eyed Peas con Nicole Scherzinger. In questo caso, più che legato ai singoli lavori presenti nella collezione, sono citate le sale del videoclip musicale, che consiste principalmente nell’animazione virtuale dei quadri con i volti dei due cantanti.

– Valentina Poli

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Poli
Nata a Venezia, laureata in Conservazione e Gestione dei Beni e delle Attività Culturali presso l'Università Ca' Foscari di Venezia, ha frequentato il Master of Art presso la LUISS a Roma. Da sempre amante dell'arte ha maturato più esperienze nel settore della didattica progettando e gestendo laboratori, in quello della preparazione di piccoli e grandi eventi culturali, nel settore delle gallerie d'arte e in campo giornalistico con collaborazioni con riviste del settore. Oggi vive a Roma.