Un dialogo tra passato e presente: l’arte italiana a Cape Town con Guercino. Le immagini

“Una delle mostre più importanti della stagione” viene definita quella in corso allo Zeitz MOCAA a Cape Town, dove viene proposto un inedito dialogo tra due artisti: Guercino e Kudzanai Chiurai. Le immagini

Alcune immagini dalla mostra Now and then: Guercino/Kudzanai Chiurai al Zeitz MOCAA

Una profonda sinergia tra presente e passato, tra le dolci pennellate di Guercino e la drammaticità del lavoro di Kudzanai Chiurai, artista africano, classe ’81, considerato uno dei più interessanti della sua generazione. Da qui nasce la mostra Now and then: Guercino/Kudzanai Chiurai presso lo Zeitz MOCAA a Cape Town, organizzata dal Consolato d’Italia a Cape Town grazie ad un finanziamento del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Italiana nell’ambito del “Piano di Valorizzazione Immagine Italia”. L’opera di Guercino, Madonna con Bambino benedicente (1629), proviene dalla Pinacoteca Civica di Cento, uno dei centri colpiti dal terremoto del 2012. Nel dipinto, una Madonna dai tratti delicati, l’artista con le sue pennellate riesce a conferire un’intimità e una complicità tra Maria e il figlio Gesù. Anche nel lavoro di Kudzanai Chiurai la protagonista è una donna: sia in Untitled (Dress from Moyo), opera fatta di pelle di pecora, bende tinte, legno, perline rosso sangue e corna bronzate, creata in collaborazione con la sudafricana Marianne Fassler, sia in Moyo, film del 2013, terzo di una serie realizzata dall’artista.
Moyo è un termine che rimanda all’aria, e rappresenta il momento della morte in cui lo spirito lascia il corpo. Proprio questo istante viene descritto nel film di Chiurai, quando una donna pulisce le ferite di una figura inerme mentre canta una canzone funebre del folklore locale. Il riferimento è un capolavoro del passato, La Pietà di Michelangelo, in cui la Madonna sorregge sulle sue gambe il corpo senza vita di Cristo. L’artista utilizza l’arte come forma di attivismo, spinto anche dall’essere stato testimone di atti di violenza, e questo lavoro ne è un evidente richiamo.

– Valentina Poli

Cape Town // fino al 25 settembre 2018
Now and then: Guercino/Kudzanai Chiurai
Zeitz MOCAA
V&A Waterfront, Silo District, S Arm Rd, Waterfront, Cape Town, 8001, Sudafrica
https://zeitzmocaa.museum

 

Dati correlati
Autori Guercino, Kudzanai Chiurai
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Poli
Nata a Venezia, laureata in Conservazione e Gestione dei Beni e delle Attività Culturali presso l'Università Ca' Foscari di Venezia, ha frequentato il Master of Art presso la LUISS a Roma. Da sempre amante dell'arte ha maturato più esperienze nel settore della didattica progettando e gestendo laboratori, in quello della preparazione di piccoli e grandi eventi culturali, nel settore delle gallerie d'arte e in campo giornalistico con collaborazioni con riviste del settore. Oggi vive a Roma.