Il Regno Unito celebra 500 anni senza Leonardo con una mostra itinerante di disegni

Sono i disegni della Corona britannica che gireranno per 12 sedi in tutta la Gran Bretagna, passando per Londra e arrivando fino in Scozia, in un’operazione muscolare dedicata al maestro italiano

A design for an equestrian monument, c.1485–8, metalpoint on blue prepared paper
A design for an equestrian monument, c.1485–8, metalpoint on blue prepared paper

Il Royal Collection Trust, l’organizzazione della Corona britannica che gestisce le diverse residenze reali, ha appena annunciato che tra un anno, nel corso del mese di febbraio 2019 e in occasione del cinquecentesimo anniversario della morte del maestro italiano Leonardo da Vinci, ben 144 disegni del grande maestro appartenenti alla Royal Collection saranno esposti in 12 mostre simultanee diffuse in diverse località del Regno Unito. Un evento di caratura internazionale, A Life in a Drawing – questo il titolo – che vedrà esposti, in ognuna delle12 sedi espositive, 12 disegni appositamente selezionati per coprire tutti i settori di interesse del maestro multidisciplinare (come diremmo oggi): dipinti, sculture architettura, musica, anatomia, ingegneria, cartografia, geologia e botanica.

The head of Leda, c.1505–8, black chalk, pen and ink
The head of Leda, c.1505–8, black chalk, pen and ink

IL TOUR DI LEONARDO

Le mostre si terranno a Belfast, Birmingham, Bristol, Cardiff, Glasgow, Leeds, Liverpool, Manchester, Sheffield, Southampton e a Sunderland, la dodicesima città che sarà annunciata prossimamente. Successivamente, da maggio 2019, tutti i disegni (oltre 200 fogli) saranno in mostra a Buckingham Palace, a Londra, nella The Queen’s Gallery. Sarà la più grande mostra dei lavori di Leonardo degli ultimi 65 anni. Da Londra, una selezione di 80 disegni traslocherà poi, nel novembre 2019 nella The Queen’s Gallery del palazzo di Holyroodhouse in Scozia dove non si è mai visto un numero così elevato di lavori dell’artista Da Vinci.

IN ITALIA

Anche in Italia il primo step delle celebrazioni è partito dal disegno. Lo scorso anno, alcuni disegni custoditi presso la Biblioteca Reale di Torino, fra i quali il celebre Autoritratto, hanno trovato una collocazione definitiva in una sezione apposita all’interno dei Musei Reali della città piemontese. Lo ha annunciato il direttore Enrica Pagella a margine della mostra Intorno a Leonardo. Disegni italiani del Rinascimento, inaugurata lo scorso anno nei locali del caveau della Biblioteca, dove il celebre Autoritratto leonardesco è tornato a farsi ammirare dopo due anni di restauro, come avvio delle celebrazioni che nel 2019 ricorderanno il maestro rinascimentale a cinquecento anni dalla sua morte. “Per il 2019 stiamo pensando a una valorizzazione permanente dei nostri disegni che sono tredici, più il Codice sul volo degli uccelli”, ha spiegato Pagella, come riporta l’articolo di Claudia Giraud su Artribune.

– Mario Bucolo

Dati correlati
AutoreLeonardo da Vinci
CONDIVIDI
Mario Bucolo
Mario Bucolo è fotografo professionista (awards winners come si dice di chi ha ricevuto premi e riconoscimenti internazionali), pur amando definirsi ‘artigiano dell’immagine’, specializzato in architettura, landscape, viaggi. Catanese, vive e lavora a Londra da alcuni anni. Ma Mario Bucolo è anche un esperto in marketing, comunicazione, visibilità e social media prevalentemente per i musei e per il settore cultura, lavorando e presentando studi nel settore sin dal 1991, anche nel ruolo di co-fondatore dell'iniziativa Europea 'Medici Framework' e di editore del portale mondiale sui musei. Nel 2008 ha contribuito, come guest author, all'ultimo libro di Philip e Neil Kotler sul marketing per i musei con un capitolo su "Musei ed E-communication". Nel 2010 è stato candidato alla presidenza di ICOM Italia. Prima ancora, dal 1984, è stato tra i pionieri europei delle applicazioni multimediali interattive (kiosk, Laser disc, Cd-Rom etc).