Kensuke Koike, To Wolf, Dark is the night, 2017, turntable, vynil, lights, foto Giacomo Cosua

Riflessioni sulla materia. Kensuke Koike a Venezia

Galleria A plus A, Venezia – fino al 6 maggio 2017. L’artista giapponese di stanza in Slovenia riunisce una serie di opere realizzate ad hoc per la mostra in Laguna. Dando vita a una suggestiva indagine sulla consistenza, fisica e visiva, della materia.
Maria Grazia Carriero. Waiting. Arti Visive Gallery, Matera 2018

La maschera e il rito. Maria Grazia Carriero a Matera

Arti Visive Gallery, Matera – fino al 23 febbraio 2018. Una interpretazione in chiave contemporanea di riti antichi in cui la maschera è lo strumento centrale nelle pratiche religiose e rituali di un Italia del sud rivisitata attraverso fotografie, video e installazioni. Il tema dell’attesa come condizione psicologica e sociale per incanalarsi nel proprio Sé.
Edoardo Tresoldi, Aura ® Roberto Conte. Courtesy Edoardo Tresoldi

Le rovine contemporanee di Edoardo Tresoldi a Parigi, nel primo grande magazzino al mondo

Le Bon Marché Rive Gauche ospita due architetture effimere di otto metri del trentenne artista lombardo, sospese ai maestosi soffitti in vetro progettati da Gustave Eiffel. Una riflessione sul concetto di rovina e della sua aura.
Doug Wheeler PSAD Synthetic Desert ph. David Heald

Il deserto sintetico di Doug Wheeler al Guggenheim di New York

Un'installazione che vuole replicare l'esperienza meditativa del deserto. Una camera silenziosa e bianca da visitare in pochi. È l'opera di Doug Wheeler al Guggenheim di New York. Ma non a tutti è piaciuta.
The Human Cloud, still da video, courtesy NONE collective

Una nuvola luminosa a Fiumicino. Grande opera immersiva di NONE collective per la nuova...

Solo per un giorno il visitatore attraverserà la storia dello scalo romano in un racconto immersivo a partire dalle icone che hanno viaggiato in uno dei Terminal aeroportuali più grandi d’Europa
Desiderio, Beauty 2.0, 2017

I rischi della bellezza. Il ritorno di Desiderio a Terni

CAOS, Terni – fino al 23 luglio 2017. Dieci anni dopo “Beauty Hazard”, Desiderio torna alla base, salda i conti con lo spazio espositivo di Terni, forte della maturità acquisita. Piani espressivi dinamici e molteplici per l’artista sempre in viaggio tra l’Italia e Cuba.
EntreNous_02 – Michele Guido - Hidetoshi Nagasawa - veduta della mostra presso la Z2O Galleria - Sara Zanin, Roma 2015

Costruire germogliare. Nagasawa e Guido a Roma

Z2O Galleria | Sara Zanin, Roma – fino al 7 novembre 2015. Una doppia personale per esplorare le dinamiche dei processi costruttivi. Sia in termini minimalisti, che secondo un approccio analitico aperto a esiti barocchi.
Virginia Ryan. Photo Daniele Mattioli

Biografia plurale. Intervista a Virginia Ryan

La mostra inaugurata il 4 marzo al Palazzo Lucarini di Trevi costruisce un apparato biografico e artistico di Virginia Ryan, australiana, con un passato (e un presente) attivo in Africa e oggi in Italia. Ne abbiamo parlato con lei.
Zanbagh Lotfi - Paolo Maggis – Visioni Ritrovate – installation view at Marcorossi Artecontemporanea, Verona 2016 – photo Francesco Sandroni

Il colore come ponte tra le civiltà. In una mostra a Verona

Marcorossi Artecontemporanea, Verona – fino al 16 luglio 2016. Le opere di Zanbagh Lotfi e Paolo Maggis dialogano in una doppia personale nella sede veronese della galleria di Marco Rossi. Nel segno del colore saturo e delle immagini ricordate e interpretate.
NONE collective, J3RR1 una tortura programmata - photo credits NONE collectivevideo

Una tortura programmata. L’installazione che stressa la macchina

Si può provare empatia verso una macchina? L'installazione J3RR1 del collettivo NONE sottopone un computer a uno stress continuo e immotivato, trasformando poi i suoi parametri vitali in impulsi luminosi e sonori. Ecco il video
Francesca Montinaro – I am a monster - allestimento presso Cultural Flow Zone, Venezia 2015

Venezia. Le donne mostro di Francesca Montinaro

Cultural Flow Zone, Venezia – fino al 15 ottobre 2015. Prosegue il progetto “I am a monster” di Francesca Montinaro. Dalla GNAM di Roma alle aule di Ca’ Foscari. Con donne d’ogni genere – dalle suore alle detenute – a mostrare i propri prodigi.
Damir Očko, TK, 2014 - still da film - courtesy l’artista & Tiziana Di Caro, Napoli

Biennale di Venezia. Il padiglione della Croazia spiegato da Damir Očko

Damir Očko rappresenterà la Croazia alla 56. Biennale di Venezia. Il padiglione ospiterà una rivisitazione, un’estensione inedita di uno dei processi visuali più poetici e maturati dell’intero percorso dell’artista. Tra il corpo umano, le sue valenze sociali e le sue sospensioni dall’essere.

I PIÙ LETTI