Anna Maria Pasetti

Anna Maria Pasetti

Profile: Giornalista e critico cinematografico, collabora con Il Fatto Quotidiano, Alias, Ciak, Rolling Stone e Vivilcinema e Filmcronache. Dopo la laurea in lingue con specializzazione in Semiotica del cinema all’Università Cattolica di Milano ha conseguito il Master “Film and Television Studies” alla University of London sotto la guida di Laura Mulvey. Ha partecipato a varie pubblicazioni universitarie, tra cui “Il consumo di generi di intrattenimento e di cinema dagli anni ’30 alla metà degli anni ’60 in Italia” in Spettatori – Forme di consumo e pubblici del cinema in Italia (1930-1960) a cura di M.G. Fanchi ed E. Mosconi (ed Bianco & Nero, 2002) e “L’IMAX Virtual (cinema) Experience” in Terre Incognite. Lo spettatore italiano e le nuove forme dell’esperienza di visione del film a cura di Francesco Casetti e M.G. Fanchi (ed Carocci, 2006). Ha spaziato in vari ruoli nel mondo produttivo, finendo poi nel Programma MEDIA e alla rivista Box Office, dove ha iniziato l’attività giornalistica. Sta continuando studi di approfondimento dedicati al “cinema al femminile” e al cinema britannico in generale.

Tutti gli articoli di Anna Maria Pasetti

Elio Germano - Felice Maniero

Il Valle Occupato? È nato su un set tv. Parola di Elio Germano. Arriva sugli schermi la fiction Faccia d’angelo, che “aggregò” il gruppetto dei primi Occupy nostrani

Di valle in Valle. Ovvero da quella fisica del Brenta a quella nominale del Teatro nel cuore di Roma, tuttora virtuosamente occupato. Ad accomunarle è Faccia d’angelo, miniserie prodotta da Sky Cinema che la manderà in onda il 12 e il 19……

Commenta
Michel Hazanavicius - The Artist

È il caso di dirlo: and the winner is…

Commento breve e a caldo sulla notte degli Oscar. Con la nostra Anna Maria Pasetti che puntava su Scorsese anziché su “The Artist”. Ma soprattutto…

Commenta
Pina, Wim Wenders - foto dal set

Pina arriva a casa. Parliamo di cinema e del film dedicato da Wim Wenders all’amica Bausch. Dopo il successo nelle sale, ora anche in dvd

Non solo in sala. Due dei migliori film del 2011 arrivano “a casa”. E se la magia del grande schermo resta unica, il godimento dell’opera in home (Dvd o Blu Ray Disc) vale un piccolo acquisto. Le new entry (distribuite entrambe da……

Commenta
Paolo e Vittorio Taviani - Cesare non deve morire - © Umberto Montiroli

L’Italia che vince. A Berlino, poi

Fratelli d’Italia. L’impresa di Paolo e Vittorio Taviani alle 62esima Berlinale ha il dolce sapore dell’Italia migliore, di quella che oggi si stenta a ritrovare…

Commenta
Brillante Mendoza, Captive

Berlinale: le nostre prigioni

Prigioni di fatto e prigioni dello spirito. La 62ma Berlinale concorre alla liberazione da entrambe. Un excursus tra i migliori film visti finora a Berlino…

Commenta
Scorsese in Hugo Cabret

Hugo Cabret. La magia del cinema, e di Scorsese

Come mettere insieme le due origini del cinema, quelle rappresentate e simboleggiate dai Lumière e da Méliès? Se qualcuno poteva provarci, e riuscirci, quel regista…

Commenta
Paolo Genovese - Immaturi. Il viaggio

Immaturi. Con il vuoto intorno

La scorsa settimana abbiamo parlato del declino dei cinepanettoni. Battiamo il ferro, allora. Perché qui la questione della commedia va affrontata con rigore. E un film indecente come “Immaturi” è un buon pretesto….

Commenta