Around the world. Gadget per globetrotter

Le vacanze sono finite ma la voglia di viaggiare non vi abbandona? Allora inauguriamo la nuova stagione con una selezione di oggetti originali. A misura di globetrotter, per muoversi anche con la fantasia.

Cork Globe
Cork Globe

CITTÀ SFOGLIABILI
Un paesaggio urbano che spunta tra le pagine di un libro. Se siete dei veri amanti della carta stampata e non avete ancora ceduto al fascino tecnologico dell’ebook, questa serie di segnalibri fa al caso vostro. Si chiamano Sticky Page Markers e sono un’idea dell’inglese Duncan Shotton.
www.dshott.co.uk/stickies

Suck UK, Skyline Wrapping Paper
Suck UK, Skyline Wrapping Paper

UNO SKYLINE DI REGALI
Dalla fantasia vulcanica dei designer di Suck Uk nasce questa originale carta da pacchi a tema cittadino. La Skyline Wrapping Paper farà somigliare i vostri pacchi a tanti piccoli edifici. Un’alternativa alla classica carta rossa natalizia, per costruire mini-città sotto l’albero.
www.suck.uk.com

Megawing, Flowing City
Megawing, Flowing City

INONDAZIONI DA TAVOLA
Una visione aerea di Taipei è stata scolpita in questi eleganti sottobicchieri in silicone. La città è così pronta ad essere inondata dalla vostra bibita preferita, che riempirà prima il letto del fiume e poi, inesorabilmente, strade e vicoli.
www.shopmodi.com

Canned Air From...
Canned Air From…

ARIA IN SCATOLA
Gli amanti dell’arte collegheranno questo progetto al suo antenato più celebre, l’ampolla piena di aria di Parigi firmata Marcel Duchamp (Air de Paris, 1919). O magari ai palloncini con il fiato di Piero Manzoni. In questo caso, la proposta consiste in una serie di souvenir alternativi: aria in scatola dalle città del mondo…
www.etsy.com

Crumbled City Maps
Crumbled City Maps

MAPPE STROPICCIATE
Chi non ha mai combattuto con le cartine geografiche cercando invano di ripiegarle correttamente? Il progetto Crumbled City Maps rimuove il problema alla radice, con una serie di mappe che dopo l’uso si possono semplicemente… accartocciare. L’idea è dell’italiano Emanuele Pizzolorusso.
www.palomarweb.com

Cork Globe
Cork Globe

IL MONDO SULLA SCRIVANIA
Siete instancabili viaggiatori? Se vi piace “collezionare” ogni anno nuove destinazioni, il soprammobile ideale per voi si chiama Cork Globe: un mappamondo ricoperto di sughero dove inserire, come tanti trofei, puntine rosse su ogni località visitata…
www.uncommongoods.com

designhype, City Map Cuff Bracelets
designhype, City Map Cuff Bracelets

IL POLSO DELLA SITUAZIONE
Siete a New York in vacanza ma non volete fare la figura dei turisti sprovveduti? Invece di girare con la mappetta della metropolitana alla mano, potete indossare questo elegante bracciale, che vi aiuterà a orientarvi nella sconfinata subway. Anche quando il cellulare vi abbandona…
www.designhypeinc.com

Takuro Yamamoto Architects, World Trip
Takuro Yamamoto Architects, World Trip

PESCI GIRAMONDO
Basta anguste sfere di vetro e banali vasche rettangolari. Per i vostri pesci l’acquario ideale è quello a forma di mondo. Disegnato dalla Takuro Yamamoto Architects, questo accessorio è anche un bellissimo pezzo d’arredamento.
www.takuroyama.jp

Clive Roddy, Ring
Clive Roddy, Ring

PAESAGGI ALLA MANO
Case, montagne e alberi. Piccoli paesaggi bucolici che prendono forma sulle dita delle vostre mani. Succede grazie agli anelli in legno “combinabili” disegnati da Clive Roddy. Per tenere sempre a mente, e a portata di mano, il ricordo delle vostre vacanze.
www.etsy.com

Florian Pucher, Land Carpets
Florian Pucher, Land Carpets

TAPPETI AEREI
Si chiamano Land Carpets e sono bellissimi tappeti che riprendono i disegni geometrici astratti che si possono vedere dall’aereo quando sorvoliamo delle zone coltivate. Ideati dal designer Florian Pucher, riproducono paesaggi di tutti i continenti, dall’America all’Asia.
www.florianpucher.com

Valentina Tanni

Articolo pubblicato su Artribune Magazine #27

Abbonati ad Artribune Magazine
Acquista la tua 
inserzione sul prossimo Artribune

CONDIVIDI
Valentina Tanni (Roma, 1976) è critica d’arte, curatrice e docente. Si interessa principalmente di new media art e di editoria multimediale. Ha curato numerose mostre, tra cui: la sezione di Net Art di “Media Connection” (Roma e Milano, 2001), le collettive “Netizens” (Roma, 2002) e “L’oading. Videogiochi Geneticamente Modificati” (Siracusa, 2003), “Maps and Legends. When Photography Met the Web” (Roma, 2010), “Datascapes” (Roma, 2011) e “Hit the Crowd. Photography in the Age of Crowdsourcing” (Roma, 2012), “Nothing to see here” (Milano, 2013), “Eternal September. The Rise of Amateur Culture” (Lubiana, 2014), “Stop and Go. L'arte delle gif animate” (Roma, 2016). Ha collaborato con i festival di arti digitali Interferenze e Peam ed è stata curatore ospite di FotoGrafia. Festival Internazionale di Roma per la sezione “Fotografia e Nuovi Media” (edizioni 2010-2012). Ha scritto per testate nazionali e internazionali e lavorato come docente per istituzioni pubbliche e private. Dal 2011 collabora con Artribune.