Demanio Marittimo 2015. La maratona notturna dell’arte

È ai blocchi di partenza l’appuntamento con la lunga notte dedicata alle discipline artistiche nell’ambito della rassegna Demanio Marittimo.Km-278. Dal calare del sole all’alba del giorno successivo, la spiaggia di Marzocca di Senigallia si accenderà di iniziative trasversali. Per una creatività senza confini.

Demanio Marittimo.Km-278, edizione 2014
Demanio Marittimo.Km-278, edizione 2014

TUTTO IN UNA NOTTE
Mancano pochi giorni all’ormai consueta – e attesa – maratona notturna intitolata all’incontro fra le arti, sullo sfondo del lungomare di Marzocca di Senigallia, in provincia di Ancona. È la quinta edizione di Demanio Marittimo.Km-278: dodici ore all’insegna di arte, architettura, design, innovazione e cultura alimentare.
Venerdì 17 luglio, dalle sei di sera alle sei del mattino, una porzione di sponda adriatica si trasformerà nello scenario ideale per iniziative a forte contenuto di partecipazione, che stimoleranno il dialogo tra gli individui, il territorio e le reti di soggetti artistici coinvolti nell’evento. Ideata e curata da Cristiana Colli e Pippo Ciorra – promossa dalla rivista Mappe di Gagliardini Editore e dall’associazione da cui prende il nome l’intero progetto – la rassegna nasce dalla collaborazione con il Maxxi di Roma, la Regione Marche e il Comune di Senigallia, in aggiunta alle imprese e partner istituzionali che confermano la sfaccettata identità di questo appuntamento.
L’obiettivo è rendere ancora più radicata la percezione dell’Adriatico come una fucina di nuove idee, sempre connesso al panorama artistico e sociale in cui è inserito.

Olivo Barbieri, Capri 2013 ©Olivo Barbieri
Olivo Barbieri, Capri 2013 ©Olivo Barbieri

ARCHITETTURA BALCANICA E FOTOGRAFIE ADRIATICHE
Il programma anticipato dai due curatori si preannuncia denso e giocato sull’apertura alle dinamiche geografiche vicine e lontane. In una logica di confini disciplinari sempre più sfumati, la sezione architettura guarda all’altra sponda adriatica, lasciando spazio ai protagonisti sloveni e croati, rappresentati quest’anno dal team OFIS di Lubiana e 3LHD di Spalato, e all’esperienza di Ars Aevi, museo d’arte contemporanea di Sarajevo, nato durante la guerra e oggi in costante evoluzione, grazie anche al progetto di ampliamento firmato da Renzo Piano.
Il legame tra geografia – stavolta urbana –, arte e comunità ricorre nella committenza site specific affidata al fotografo Olivo Barbieri, da sempre interessato alla città come entità organica. Durante la lunga nottata sarà proprio l’artista a raccontare in anteprima il progetto Città Adriatica, promosso dal Maxxi e da una cordata di soggetti pubblici e privati.
Anche Enzo Cucchi prenderà la parola per introdurre Vita Sconnessa, il volume edito da Quodlibet che ne traccia un ritratto a partire dalle parole di colleghi, amici, galleristi, sullo sfondo di un momento storico votato alla transizione.

MAXXI. FOOD Dal cucchiaio al mondo, White Limousine, Atelier Bow Wow
MAXXI. FOOD Dal cucchiaio al mondo, White Limousine, Atelier Bow Wow

EXPO E BIENNALE IN RIVA AL MARE
Tornando al presente e alle sue dinamiche, non potranno mancare i focus sui due grandi eventi del 2015, la 56. Biennale di Venezia e l’Expo di Milano. Aldo Bonomi, tra gli autori del Padiglione delle Marche, ne discuterà con il docente Francesco Benelli, mentre lo scenografo marchigiano Giancarlo Basili parlerà del suo progetto per il Padiglione Zero, ideato da Davide Rampello.
Il cibo come elemento di coesione e confronto tra culture è al centro di Food. Dal cucchiaio al mondo, la mostra allestita al Maxxi fino al 15 novembre – curata, fra gli altri, da Ciorra e Richard Ingersoll – che per l’occasione presterà a Demanio Marittimo.Km-278 uno dei suoi pezzi più pregiati, la White Limousine di Atelier Bow Wow.

Progetto vincitore del concorso Merchandising, L'ag da ret, Martina Cecarelli, Nicolò de Vita, Flavio Nughes
Progetto vincitore del concorso Merchandising, L’ag da ret, Martina Cecarelli, Nicolò de Vita, Flavio Nughes

CIBO E CONCORSI
L’apertura al contemporaneo che contraddistingue la rassegna si esplicita nelle tante attività intitolate ai più giovani. Durante la serata lo studio CORTE presenterà Great Land, progetto vincitore del premio YAP MAXXI 2015, mentre una performance live di disegno sulla spiaggia curata da Andrea Bruciati porterà l’arte emergente a contatto con il pubblico dell’evento.
Annunciati, inoltre, i vincitori dei tre concorsi commissionati per promuovere i giovani talenti. Il contest per l’allestimento della spiaggia ha visto trionfare Exhibition Machine, ideata da Giacomo Barchiesi, Giulio Mangiaterra e Damiano Mazzocchini, invece il primo gadget made in Demanio Marittimo.Km-278 è L’ag da ret di Martina Cecarelli, Nicolò de Vita e Flavio Nughes, penna biro ispirata allo strumento tradizionale con cui si riparano le reti da pesca. Il cibo torna protagonista del terzo concorso, in collaborazione con Gambero Rosso, rivolto agli studenti delle scuole alberghiere per l’elaborazione del piatto street food ufficiale dell’edizione 2015. La giuria presieduta dagli chef Mauro Uliassi e Moreno Cedroni ha premiato la proposta di Alessandro Antonelli, capace di unire tradizione culinaria marchigiana e creatività.
Per prolungare l’esperienza dall’intero evento sarà disponibile anche una mappa interattiva, che, insieme a tutti i protagonisti della rassegna, quest’anno si arricchisce di nuovi percorsi in realtà aumentata.

Arianna Testino

www.mappelab.it

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/46176/demanio-marittimo-km-278-2015/