• Caro Cesare,
    non ci sono parole, anzi forse sì, come fare per andare oltre? dare segnali positivi?

    Ironicamente proprio in questo periodo non c’è un simpatico spot che gioca sull’uso ridicolo delle parole straniere riscoprendo il valore di quelle del nostro patrimonio culturale…

  • angelov

    ma Roma risorgerà più bella e più superbia che pria…
    jè solo ‘na questiò d’aspettà; dalle attri dumila anni e vvedrai;
    per ‘na città etterna comma llei, jè ‘na bazzecola…

  • Marco Pezzali

    GRAZIE ! Grazie Cesare, hai sintetizzato tutto il mio pensiero che coltivo da sempre, pensa che io sono attento persino a non dire “OK” invece di “va bene”. E poi diciamolo una volta per tutte questo inglesizzare denota un provincialismo spaventoso e pensare che invece sarebbe ancora più affascinante (anche per gli stranieri) addirittura usare in questi casi (visto che la nostra storie millenaria ce lo permette) usare la “nonna lingua” cioè il latino, dalla quale tutti discendiamo, inglesi compresi, e finalmente inserire al posto di quell’ insulso “Rome”, URBS che vuol dire città ma per tutta l’umanità ha significato e significa soltanto ROMA.
    Grazie ancora,
    Marco Pezzali – Galleria della Tartaruga – Roma

  • Roberto Paci Dalò

    Mi permetto di comparare le immagini delle homepage istituzionali di Roma e Sydney.

  • Matteo

    A parte l’esagerazione dell’articolo, in cui l’autore si getta in una difesa non necessaria della lingua italiana, su questa storia del logo si sta creando l’ennesima polemica sterile basata sul nulla, che dimostra sempre più quanto noi siamo un popolo difficile da gestire in quanto amiamo polemica re sul nulla.

    Il simbolo ISTITUZIONALE di Roma non è cambiato. C’è la scritta “ROMA” con lo scudo rosso con la scritta spqr.
    Il nuovo logo RELAZIONALE sostituisce il vecchio logo turistico commerciale ed è quasi identico al primo, ovvero è composto sempre dalla scritta “ROMA” e dallo scudo rosso. Che però al suo interno presenta la scritta “Rome & you” in quanto è il simbolo destinato ad uno scopo turistico. Discutere quindi della scritta e dei cerchi sopra al simbolo mi sembra abbastanza inutile. Come è abbastanza inutile questa difesa emozionale e patriottica ( sono un patriottico) della lingua italiana in un contesto in cui di certo non è stata messa in discussione da un logo.

  • Si il logo non di eccelente qualità ma sono interessati i cerchi incorniciati di bianco che colori

  • Manlio

    bah, a me non dispiace, il gioco di parole funziona, la “e” al posto della “a” non mi pare uno scandalo
    abbiamo importato la parola “relazionale”, che in italiano non esisteva, non vedo che problema ci sia con “Rome”!

  • fiorimarini

    le tarme della banalità lavorano nel buio,….. e creano disastri irreparabili!!!

  • Non è il massimo ma lo considero interessante non è bello ciò che piace forse sarà bello.

  • Buona domenica