Paris Photo 2014. Ecco perché tornare a Parigi dopo Fiac

Un’altra scorpacciata d’arte contemporanea nella capitale francese è alle porte. Mancano infatti pochi giorni all’apertura della fiera annuale Paris Photo, che riunirà tendenze, nuove scoperte, oltre alle immagini storiche, del mondo della fotografia. E naturalmente non mancano fiere collaterali, eventi museali, serate dedicate. Per un mese intero focalizzato sull’arte della scrittura con la luce.

Elliott Erwitt's photograph (Paris, France, 1989), Edwynn Houk Gallery, ©Jérémie Bouillon, Paris Photo 2013

In attesa che i sipari si alzino su uno degli eventi chiave dell’arte contemporanea e del mondo della fotografia, vi presentiamo una breve programmazione di quest’anno. Paris Photo, diretta da Julien Frydman e arrivata ormai alla sua 18esima edizione, è un’istituzione nell’ambito e non richiede presentazioni. Oltre a essere una fiera ricca, di qualità, all’interno di una cornice architettonica esorbitante – il Grand Palais si presta al meglio per questo tipo di manifestazione – è riuscita in pochi anni ad attirare attorno a sé, oltre l’attenzione degli addetti, un pubblico ampio, eterogeneo e meno elitario. Tanto da raddoppiare la manifestazione oltreoceano, in primavera, con Paris Photo Los Angeles, arrivata alla terza edizione e con all’attivo ben 16mila visitatori lo scorso anno.
Vi forniamo quindi un po’ di numeri per poter chiarire meglio la portata dell’evento: saranno rappresentate 35 nazioni da tutto il mondo, incluse per la prima volta il Brasile, la Grecia, l’Arabia Saudita, la Turchia, il Cile e Taiwan; ben 143 gallerie, 36 in più rispetto al 2013, e 26 editori con lavori inediti contemporanei e opere fotografiche storiche.
È la Francia che si aggiudica la fetta più consistente, con 43 gallerie prevalentemente parigine, fanno seguito gli Stati Uniti, la cui ricchezza per contenuti delle gallerie newyorchesi verrà ampiamente espressa nelle 28 selezionate per questa edizione, la Germania e il Regno Unito, con ben 10 gallerie: il 65% delle presenze sarà comunque europeo. L’Italia è ovviamente presente: con la Paci Contemporary, Guido Costa Projects, Photo & Contemporary e la Damiani Editore.

Vista esposizione, Grand Palais ©Jérémie Bouillon/Paris Photo 2013
Vista esposizione, Grand Palais ©Jérémie Bouillon/Paris Photo 2013

Tra le esposizioni in programma, come di consueto dal 2011 all’interno della nuova cornice del Grand Palais, ci saranno la Private Collection, in cui verranno proposti fotografiprovenienti dalla raccolta Alkazi, eRecent Acquisitions, con opere attinte dal MoMA di New York. Un importante concorso è il Paris Photo Book Awards, indetto con la partnership diAperture Foundation, il quale celebra l’evolvere dell’editoria nella narrazione della fotografia, con tre categorie premiate: First Photobook, Photobook of the Year e Catalogue of the Year, novità di quest’anno. Paris Photo Platform invece, organizzata dal curatore indipendente Urs Stahel, offrirà  una quattro giorni dedicata all’arte della fotografia e ricca di eventi, in cui non mancheranno figure di spicco della scena internazionale, quali artisti, curatori, storici e scrittori, con dibattiti e performance.
E cosa dire del pullulare di manifestazioni in città? È infatti impossibile non essere colpiti dal clima di attesa effervescente e preparatorio, grazie ad altrettante mostre da non perdere ed eventi collaterali. Di seguito di vi diamo un elenco da appuntare in agenda. E non dimenticate le fiere collaterali: Fotofever e Photo Off.

Claudia Brivio

LE FIERE

Parigi // dal 13 al 16 novembre 2014
Paris Photo
GRAND PALAIS
www.parisphoto.com 

Parigi // dal 14 al 16 novembre 2014
Fotofever
CARROUSEL DU LOUVRE
www.fotofeverartfair.com

Parigi // dal 13 al 16 novembre 2014
Photo Off
LA BELLEVILLOISE
www.photooff.com


LE MOSTRE

Parigi // fino al 23 novembre 2014
Foam Talent
ATELIER NÉERLANDAIS
121 rue de Lille
www.foam.org

Parigi // fino al 1° febbraio 2015
Alix Cléo Roubaud – Photographies
BIBLIOTHÈQUE NATIONALE DE FRANCE
Quai François Mauriac
 www.bnf.fr

Parigi // fino al 23 gennaio 2015
Serge Clément – Dépaysé
CENTRE CULTUREL CANADIEN
5 rue de Constantine
www.canada-culture.org

Parigi // fino al 14 dicembre 2014
Alexandra Navratil – Plunge / Soar
CENTRE CULTUREL SUISSE
38 rue des Francs-Bourgeois
www.ccsparis.com

Parigi // fino al 20 dicembre 2014
Maîtres de la photographie tchèque d’avant-garde
CENTRE TCHÈQUE
18 rue Bonaparte
www.paris.czechcentres.cz

Parigi // fino al 20 dicembre 2014
European Photo Exhibition Award – Horizons
FONDATION CALOUSTE GULBENKIAN
39 boulevard de la Tour-Maubour
www.gulbenkian-paris.org

Parigi // fino al 21 dicembre 2014
William Eggleston – From Black and White to Color
FONDATION HENRI CARTIER-BRESSON
2 impasse Lebouis
www.henricartierbresson.org

Parigi // fino all’8 febbraio 2015
Garry Winogrand
JEU DE PAUME
1 place de la Concorde
www.jeudepaume.org

Parigi // fino al 31 gennaio 2015
Carlos Cruz-Diez – Cruz-Diez en noir et blanc
MAISON DE L’AMÉRIQUE LATINE
217 boulevard Saint-Germain
www.mal217.org

Parigi // fino al 25 gennaio 2015
Toute photographie fait énigme. Une collecte de regards, conçue et présentée par Michel Frizot
Alberto García-Alix – Un horizonte falso
MAISON EUROPÉENNE DE LA PHOTOGRAPHIE
5/7 rue de Fourcy
www.mep-fr.org

 

CONDIVIDI
Claudia Brivio
Claudia Brivio è nata nel 1979 a La Paz. Si laurea in Architettura al Politecnico di Milano e da anni lavora come progettista e designer viaggiando tra Milano, Londra e Parigi. Nel 2013 fonda nella capitale francese un atelier che si occupa di progettazione e interior design, oltre che ricerca e sperimentazione su scala territoriale ed urbana con la partecipazione a concorsi nazionali ed internazionali. Da sempre appassionata di arte contemporanea e fotografia, intenta nuovi punti d’incontro tra la propria professionalità, che è più che altro una passione, ed i molteplici e poliedrici interessi. Recentemente ha anche preso parte alla realizzazione di un cortometraggio, ed alla stesura a quattro mani della sceneggiatura di un video.