Bookcity. La Milano da bere (con la letteratura)

Parte il 13 novembre la terza edizione di Bookcity. Fino a domenica, oltre 900 incontri con scrittori, giornalisti, opinion leader si “spalmano” in tutti i quartieri di Milano. Nel weekend c’è anche il Gioco del Lotto, con gli Aperitivi con l’autore. Da Valerio Massimo Manfredi a Gianrico Carofiglio.

Milano, Bookcity

Milano accoglie una grande festa di letteratura. Con Bookcity, la quattro giorni che si propone come esperienza collettiva sulle nuove pratiche della letteratura. Tre è il numero delle edizioni di questo progetto che fin da subito ha avuto grande risonanza tra coloro che si occupano del settore, ma anche per ciò che concerne il grande pubblico che ama ascoltare le parole degli scrittori e conoscere gli autori delle pagine che accompagnano il tempo libero.
Voluto dal Comune di Milano e dal Comitato Promotore (Fondazione Rizzoli “Corriere della Sera”, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori, Fondazione Scuola per Librai Umberto e Elisabetta Mauri), a cui si sono affiancati la Camera di Commercio di Milano e l’AIE (Associazione Italiana Editori), in collaborazione con l’AIB (Associazione Italiana Biblioteche) e l’ALI (Associazione Librai Italiani), è reduce dal risultato dell’anno 2013 che ha portato ben 130mila persone ad affollare gli incontri con i 1.200 ospiti della manifestazione. Dati non comuni per una manifestazione così giovane e che pongono la sfida per il prossimo appuntamento, nella città meneghina dal 13 al 16 novembre.
Come andrà lo scopriremo solo vivendo, nel frattempo diamo una occhiata al programma, sotto l’hashtag #bcm14. Non c’è un filo conduttore, si cammina in città tra generi, storie, aree tematiche. Se il freddo non vi frena, vin brulé alla mano (tra le chicche della manifestazione), l’apertura vi riserva la lectio di David Grossman, che riceverà dal Comune il Sigillo della città. Seguono oltre 900 incontri tra narrativa e poesia, musica e mostre, noir e fantasy, cibo, filosofia, religione e formazione. Autori come Marco Malvaldi, Sebastiano Vassalli, Christian Raimo, l’ex premio Strega Walter Siti, giornaliste come Daria Bignardi e Benedetta Parodi, personaggi dal mondo della televisione come Antonella Clerici e rinomati chef quali Carlo Cracco si susseguiranno nelle varie sedi della manifestazione.

Milano, Bookcity 2013
Milano, Bookcity 2013

Il rapporto con la città – anche menzionata nel naming – è infatti di grande importanza per i suoi organizzatori. Se infatti questo tipo di eventi funzionano meglio nei piccoli contesti così da poter permettere ai visitatori di raggiungere in poco tempo, in una dimensione raccolta, una sede o l’altra, in questo caso Bookcity funziona da appuntamento “diffuso”, spargendosi a macchia d’olio, in maniera capillare, in tutti i quartieri della città. Proprio come fanno le dimensioni metropolitane. Se perciò i cittadini non vanno alla cultura, sarà la cultura a raggiungerli, in un approccio che non dimentica, bensì abbraccia le periferie.
Tornando nel “centro più centrale” di Milano, nello specifico al Castello Sforzesco, nel Portico dell’Elefante, tra sabato 15 novembre e domenica 16 si svolgono gli Aperitivi con l’autore, una iniziativa organizzata da Il Gioco del Lotto nell’ambito della manifestazione. Saranno quattro gli appuntamenti che, drink alla mano, invitano a conoscere i protagonisti della letteratura, tutti moderati da Pietro Colaprico, giornalista e scrittore. Il primo appuntamento, alle 12,30, è con Andrea de Carlo, lo scrittore apprezzato da Federico Fellini (negli Anni Ottanta girerà il documentario Le facce di Fellini) e autore del romanzo, ormai famosissimo, Due di Due, edito da Bompiani, che racconta la storia di due ragazzi nella cornice del ’68. Il 2014 lo vede in libreria con la stessa casa editrice e il romanzo Cuore primitivo da due mesi sugli scaffali.

Milano, Bookcity
Milano, Bookcity

Il pomeriggio è di Gianrico Carofiglio (ore 18,30), magistrato, scrittore e politico di origine pugliese. Autore per i tipi di Bompiani, è anche lui di fresca uscita con La regola dell’equilibrio, mentre a giugno era uscito con Una mutevole verità. Gli aperitivi tornano domenica 16 con Valerio Massimo Manfredi, archeologo, storico e conduttore televisivo, autore della famosissima Trilogia di Alexandros. Un’altra serie animerà questo dibattito, quella dedicata a Ulisse. Non a caso, Mondadori ha appena pubblicato il mio nome è Nessuno – L’Oracolo. Il ciclo si chiude domenica alle 18,30 con Stefano Bartezzaghi, nota penna di La Repubblica, con la sua rubrica Lessico & Nuvole, scrittore e molto altro ancora. E magari ci scappa pure qualche rivelazione su come è stato supervisionare la traduzione di Harry Potter…
E se volete approfittare dell’evento per andare a vedere la mostra su Klein e Fontana al Museo del Novecento, c’è il laboratorio (gratuito) di scrittura per bambini I quadri raccontano le storie organizzato da La Grande Fabbrica delle Parole. Così, mentre i pargoli immaginano “cosa si nasconde dietro i tagli”, voi potrete andare a vedere gli originali.

Santa Nastro

http://www.bookcitymilano.it/

CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.