L’onda lunga della Biennale

Della Biennale di Venezia di quest’anno si è parlato molto. Molto, non abbastanza. Se ne parlerà – ne siamo convinti – negli anni a venire. Di altri eventi nazionali e collaterali resterà una traccia più lieve. Ma a tenere viva la memoria aiutano i libri. Qui una selezione di cosa resterà della Biennale 2013 secondo il nostro giudizio parziale e insindacabile.

Vice Versa - Mousse Publishing

GIOVANI UCRAINE
Monografia prodotta dalla fondazione moscovita di Vladimir Smirnov e Konstantine Sorokin. Mostra in Italia poco prima dell’inaugurazione della Biennale, alla Galleria Continua di San Gimignano, presso l’Arco de’ Becci. Niente male per questa ucraina classe 1981. Che a Venezia rappresentava il proprio Paese a Palazzo Loredan.
Zhanna Kadyrova. Album 2013 – Maier – http://maikmaier.com/mm-publishing/

Stefanos Tsivopoulos. History Zero - DzA
Stefanos Tsivopoulos. History Zero – DzA

ESPERIMENTO GRECIA
Se ne parla sempre più spesso, della Grecia come esperimento economico-sociale. Guardate cosa succede lì e saprete cosa accadrà nel vostro Paese. History Zero, nell’estrema sintesi offerta da Stefanos Tsivopoulos nel padiglione ellenico ai Giardini. Con la grafica firmata dallo studio Node di Berlino/Oslo.
Stefanos Tsivopoulos. History Zero – DzA – http://www.dza-satzundbild.de/

Jeremy Deller. English Magic - British Council
Jeremy Deller. English Magic – British Council

BE BRITISH!
Avere un testo di Hal Foster è un punto d’onore per il catalogo di un padiglione. Quest’anno è toccato a Jeremy Deller potersene vantare. L’artista ha orchestrato a Venezia un’indagine politica e antropologica dell’essere british, con tanto di sala da the. Se non vi ha convinto, rivedetelo su carta (con quattro diverse cover).
Jeremy Deller. English Magic – British Council – http://www.britishcouncil.org/

Passage to History - Charta
Passage to History – Charta

CINA LAGUNARE
Numerosi gli eventi collaterali di questa Biennale, e numerose le mostre legate alla Cina, spesso di livello piuttosto basso. Fra le rassegne da salvare, questa che ricapitola vent’anni di partecipazioni in Biennale, a partire dall’edizione del 1993, che vide tornare dalla Laguna tredici artisti nient’affatto entusiasti.
Passage to History – Charta – http://www.chartaartbooks.it/

Marc Quinn. Memory Box - Skira
Marc Quinn. Memory Box – Skira

CELANT UBIQUO
Quest’anno Germano Celant ha superato se stesso a Venezia, curando una mezza dozzina di mostre, e tutte significative. Del reenactment di When Attitudes… abbiamo parlato sullo scorso numero. Qui segnaliamo invece la retrospettiva, accompagnata da monumentale catalogo, di Marc Quinn alla Fondazione Cini.
Marc Quinn. Memory Box – Skira – http://www.skira.net/

Vice Versa - Mousse Publishing
Vice Versa – Mousse Publishing

MOUSSE PER L’ITALIA
Non c’è molto da soppesare: al momento Mousse Publishing è l’editore più interessante in Italia quando si parla di pubblicazioni legate al mondo dell’arte contemporanea. E lo dimostra una volta di più con il libro legato al Padiglione Italia curato da Bartolomeo Pietromarchi. Design impeccabile, stampa di qualità, prezzo onesto.
Vice Versa – Mousse Publishing – http://www.moussepublishing.com/

Rudolf Stingel. Palazzo Grassi 2013 - Electa
Rudolf Stingel. Palazzo Grassi 2013 – Electa

STINGEL A TAPPETO
Una delle mostre di maggior impatto a Venezia era/è quella di Rudolf Stingel a Palazzo Grassi. L’intero edificio ricoperto da folti tappeti, e le sue pitture – poche, ben dosate – sparse nelle sale. Idem per il catalogo: grande formato, ottime foto dell’allestimento firmate da Stefan Altenburger.
Rudolf Stingel. Palazzo Grassi 2013 – Electa – http://www.electaweb.it/

Il Palazzo Enciclopedico - Marsilio
Il Palazzo Enciclopedico – Marsilio

ENCICLOPEDIA IN 2 VOLUMI
Due volumi rilegati in cofanetto. Nero su bianco per “la mostra”, bianco su nero per partecipazioni nazionali ed eventi collaterali. L’editore del catalogo ufficiale della Biennale è Marsilio. Nel primo volume, moltissimi brevi testi di docenti e saggisti d’ogni branca del sapere. Enciclopedico, of course.
Il Palazzo Enciclopedico – Marsilio – http://www.marsilioeditori.it/

Marco Enrico Giacomelli

Articolo pubblicato su Artribune Magazine #16

Abbonati ad Artribune Magazine
Acquista la tua inserzione sul prossimo Artribune

CONDIVIDI
Giornalista e dottore di ricerca in Estetica, ha studiato filosofia alle Università di Torino, Paris8 e Bologna. Ha collaborato all’"Abécédaire de Michel Foucault" (Mons-Paris 2004) e all’"Abécédaire de Jacques Derrida" (Mons-Paris 2007). Tra le sue pubblicazioni: "Ascendances et filiations foucaldiennes en Italie: l’operaïsme en perspective" (Paris 2004; trad. sp., Buenos Aires 2006; trad. it., Roma 2010), "Another Italian Anomaly? On Embedded Critics" (Trieste 2005), "La Nuovelle École Romaine" (Paris 2006), "Un filosofo tra patafisica e surrealismo. René Daumal dal Grand Jeu all'induismo" (Roma 2011), "Di tutto un pop. Un percorso fra arte e scrittura nell'opera di Mike Kelley" (Milano 2014). In qualità di traduttore, ha curato testi di Deleuze, Revel, Augé e Bourriaud. Ha tenuto seminari e lezioni in numerose istituzioni e università, fra le quali la Cattolica, lo IULM, l'Università Milano-Bicocca e l'Accademia di Brera di Milano, l’Alma Mater di Bologna, la LUISS di Roma, lo IUAV di Venezia, l'Accademia Albertina di Torino. Insegna alla NABA di Milano. È vicedirettore editoriale di Artribune e direttore responsabile di Artribune Magazine.