Gadget seriali

La popolarità delle serie tv sta cominciando a insidiare quella dei blockbuster cinematografici. Storie affascinanti, attori d’eccezione, sceneggiature da Oscar. E il valore aggiunto della suspense, che tiene gli spettatori incollati allo schermo settimana dopo settimana. Per i fan più accaniti, c’è anche la possibilità di portarsene un pezzetto a casa.

Look/See

OCCHIALI ASSASSINI
Dexter, protagonista dell’omonima serie tv, di professione fa l’ematologo nel dipartimento omicidi di Miami. Di notte, però, si trasforma in un efferato serial killer. Il brand americano Look/See gli ha dedicato questo sanguinolento paio di occhiali in edizione limitata, che arriva dentro una custodia in legno piena di vetrini.
www.lookseegoods.com

Lost
Lost

NAMASTÉ. E BUONA FORTUNA
Più che una serie tv, un gigantesco gioco di società. Lost, storia di un gruppo di naufraghi precipitati su un’isola in seguito a uno spettacolare disastro aereo, ha tenuto attaccato agli schermi milioni di persone per oltre sei anni. Tra gli oggetti simbolo del telefilm c’è questa tuta da lavoro targata Dharma, misterioso istituto di ricerca con base sull’isola.
www.amazon.com

Vannen Watches
Vannen Watches

L’ORA È CONTAMINATA
In un episodio della terza serie di Breaking Bad, Walter e Jesse sono alle prese con un pericoloso agente “contaminante” che si aggira nel loro laboratorio (i due producono clandestinamente metanfetamine): un’inafferrabile mosca. Questo orologio, prodotto dalla Vannen Watches, rievoca l’ormai leggendaria puntata.
www.vannenwatches.com

Rock Paper Scissors Lizard Spock
Rock Paper Scissors Lizard Spock

MORRA ALIENA
The Big Bang Theory
è la serie preferita dai nerd di tutto il mondo. I suoi protagonisti, ricercatori in fisica all’Università di Pasadena, sono diventati il simbolo di un’intera generazione, cresciuta a computer e fumetti. Rock Paper Scissors Lizard Spock è la loro rivisitazione del classico gioco della morra cinese. Con una spruzzata di Star Trek.
www.thinkgeek.com

Friends
Friends

LO SPIONCINO INCORNICIATO
Friends è la mamma di tutte le serie tv, oltre che una delle più longeve (conta dieci stagioni e uno spin-off). Nonostante l’ultimo episodio sia andato in onda nel lontano 2004, il telefilm continua a essere trasmesso dalle emittenti di mezzo mondo. E chiunque l’abbia vista non può non ricordare questa cornicetta gialla, attaccata sulla porta dell’appartamento di Rachel e Monica.
www.cooltvprops.myshopify.com

Dr. House
Dr. House

CHI VA CON LO ZOPPO…
Gregory House è uno scorbutico genio della medicina con un senso dell’umorismo infallibile. Bello (antipatico) e impossibile, nelle otto serie andate in onda tra il 2005 e il 2011 ha salvato centinaia di pazienti e distrutto altrettante relazioni. In Rete è possibile acquistare una replica esatta del suo famoso bastone, in versione classica o sportiva con fiamme.
www.fashionablecanes.com

The Walking Dead
The Walking Dead

ZOMBIE DA COCCOLARE
Ci sono narrazioni che non smettono mai di affascinare. Come quelle incentrate sui morti viventi, protagonisti di decine di film, libri e fumetti. L’ultima storia di zombie, in ordine di tempo, è quella raccontata da The Walking Dead, telefilm ispirato all’omonimo comic book. Tra i numerosi gadget del merchandising ufficiale ci sono anche questi buffi e soffici pupazzi.
www.amazon.com

The It Crowd
The It Crowd

LEGGERE ATTENTAMENTE LE ISTRUZIONI
Ancora poco nota in Italia (in assenza di una versione doppiata), The It Crowd è un cult nei Paesi anglosassoni, dove la sitcom dedicata ai maltrattati impiegati del reparto informatico di una grande azienda conta schiere di fan. Che non mancano di comprare le magliette indossate da Roy, nerd dall’inconfondibile accento irlandese. La più gettonata? Quella con la sigla “RTFM”, che sta per “read the fucking manual”.
www.meta-cortex.com

Star Trek
Star Trek

WALKIE TALKIE DAL FUTURO
Per gli appassionati di fantascienza, Star Trek è molto più di un telefilm: è uno stile di vita. I gadget ispirati alla serie non si contano, tra magliette, spille e armi di vario genere. E c’è addirittura chi ha pensato di replicare il mitico Communicator, futuristico device usato dal Capitano Kirk e soci per contattare altre navi spaziali in orbita nelle vicinanze.
www.thinkgeek.com

Twin Peaks
Twin Peaks

UNA NOTTE A TWIN PEAKS
Chi non ricorda la storia di Laura Palmer, giovane morta in circostanze misteriose in una sinistra cittadina di montagna statunitense? La serie tv capolavoro girata da David Lynch nei primi Anni Novanta ha affascinato (e spaventato) un’intera generazione. Per ricordarla, si può acquistare una replica del portachiavi del Great Nothern Hotel, location dove molte scene sono state girate (e dove alloggiava l’agente Dale Cooper).
www.etsy.com/shop/piediddy

Valentina Tanni

Articolo pubblicato su Artribune Magazine #13/14

Abbonati ad Artribune Magazine
Acquista la tua inserzione sul prossimo Artribune

CONDIVIDI
Valentina Tanni (Roma, 1976) è critica d’arte, curatrice e docente. Si interessa principalmente di new media art e di editoria multimediale. Ha curato numerose mostre, tra cui: la sezione di Net Art di “Media Connection” (Roma e Milano, 2001), le collettive “Netizens” (Roma, 2002) e “L’oading. Videogiochi Geneticamente Modificati” (Siracusa, 2003), “Maps and Legends. When Photography Met the Web” (Roma, 2010), “Datascapes” (Roma, 2011) e “Hit the Crowd. Photography in the Age of Crowdsourcing” (Roma, 2012), “Nothing to see here” (Milano, 2013), “Eternal September. The Rise of Amateur Culture” (Lubiana, 2014), “Stop and Go. L'arte delle gif animate” (Roma, 2016). Ha collaborato con i festival di arti digitali Interferenze e Peam ed è stata curatore ospite di FotoGrafia. Festival Internazionale di Roma per la sezione “Fotografia e Nuovi Media” (edizioni 2010-2012). Ha scritto per testate nazionali e internazionali e lavorato come docente per istituzioni pubbliche e private. Dal 2011 collabora con Artribune.