La rivincita dei nasi

Tra tutti i sensi, l’olfatto è di sicuro il più sottovalutato. In realtà, gli odori influenzano la nostra percezione e le nostre scelte molto più di quanto non si pensi. Ecco una carrellata di oggetti “odorosi”, progettati e realizzati da artisti e designer per il piacere delle vostre narici.

Olly

CHE PROFUMO DI TWEET!
Si chiama Olly ed è una scatolina elettronica che si collega al computer tramite la porta usb. Cosa fa? Emette un odore particolare (può essere programmato a piacere) ogni volta che ricevete un’email, un tweet o una notifica di Facebook. Niente più suonerie, quindi, solo spruzzi di profumo.
www.ollyfactory.com  

Dolci da sniffare prodotti dalla Vaportrim

SNIFFA LA TORTA
Problemi di peso? Se siete a dieta ma avete qualche difficoltà a resistere alle tentazioni del palato, potete provare questi dolci “inalabili”. Ispirati dal successo della sigaretta elettronica, questi odori pasticceri confezionati dovrebbero, secondo la Vaportrim, azienda americana che li produce, aiutare a soddisfare qualche voglia senza assumere calorie.
www.vaportrim.com

Paper Passion

LIBRI, CHE PASSIONE
L’odore di un libro appena stampato è il miglior profumo del mondo”. A dirlo è stato nientemeno che Karl Lagerferld, che ha voluto partecipare alla realizzazione del progetto Paper Passion, un profumo ispirato appunto a quello dei libri. La fragranza è prodotta dalla Steidl in collaborazione con Wallpaper.
www.steidlville.com 

Fragranze Apple della Greatest Hits

SMELLS LIKE APPLE
Per i fan della Apple si tratta di un odore inconfondibile. Un misto di plastica, carta, inchiostro, componenti elettroniche e alluminio. È la “fragranza MacBook Pro”, che si può annusare appena si scarta un nuovo portatile dell’azienda di Cupertino. L’hanno creata gli artisti australiani del collettivo Greatest Hits in collaborazione con Air Aroma.
www.air-aroma.com

Kirill Rudenko – Canned Air from New York City

ARIA DI NEW YORK
Unendo le suggestioni duchampiane (ricordate l’Aria di Parigi nella bolla di vetro?) e quelle manzoniane (la mitologica Merda in scatola), l’artista cecosclovacco Kirill Rudenko ha creato la Canned Air from New York City, ossia 375 ml di pura aria della Grande Mela. In vendita sulla sua pagina Etsy per soli dieci dollari.
www.etsy.com/shop/cooperativ

Archer Men

ROBA DA UOMINI
Cercate un deodorante per ambienti ma non volete che la vostra casa profumi di lavanda o di gelsomino? La linea di spray Archer Men è pensata per gli uomini che vogliano dare alle proprie stanze un odore decisamente maschile: le fragranze infatti sono European Sports Car, Distillery e Hunting Lodge. Ossia: macchine, whisky e armi.
www.archermen.com

Matty Sallin, Daniel Bartolini e Hsiao-huh Hsu – Wake n’ Bacon

SVEGLIE APPETITOSE
Quello della sveglia, si sa, non è mai un bel momento. Per renderlo più piacevole, Matty Sallin, Daniel Bartolini e Hsiao-huh Hsu hanno pensato di progettare un dispositivo che all’ora desiderata vi sveglia dolcemente con l’emissione di un appetitoso odore di… bacon. Wake n’ Bacon, questo il nome dell’oggetto, è di legno e ha la simpatica forma di un porcellino.
mattysallin.wordpress.com

Naked and Famous

PANTALONI GUSTO FRUTTA
Sono fabbricati esclusivamente con pregiati denim giapponesi, ma arrivano dal Canada i jeans Naked and Famous al gusto di lampone. L’aroma, dolce e caramelloso, viene rilasciato dalle fibre quando vengono sfregate. Basta qualche carezza, o una più prosaica grattata, per inondare l’ambiente.
www.nakedandfamousdenim.com

Lucy McRay e le pillole d’oro

PILLOLE D’ORO
Lei si chiama Lucy McRay e dice di essere una “body architect”. Il suo progetto più famoso riguarda proprio l’ingegneria applicata al corpo umano: un profumo che, invece di essere indossato, viene ingoiato tramite piccole capsule dorate e poi rilasciato tramite il sudore. La McRay l’ha progettato insieme a un biologo di Harvard.
www.swallowableparfum.com

Protegge l’iPhone e odora di cacao

CACAO PROTETTIVO
Non solo è a forma di tavoletta di cioccolato, ma odora anche di cacao. È la custodia in silicone per iPhone in vendita su Thinkgeek, tempio dello shopping online per nerd di tutte le età e le nazioni. Secondo i rivenditori, il profumo rallegra la giornata e dura a lungo. Non resta che provarlo.
www.thinkgeek.com

CONDIVIDI
Valentina Tanni (Roma, 1976) è critica d’arte, curatrice e docente. Si interessa principalmente di new media art e di editoria multimediale. Ha curato numerose mostre, tra cui: la sezione di Net Art di “Media Connection” (Roma e Milano, 2001), le collettive “Netizens” (Roma, 2002) e “L’oading. Videogiochi Geneticamente Modificati” (Siracusa, 2003), “Maps and Legends. When Photography Met the Web” (Roma, 2010), “Datascapes” (Roma, 2011) e “Hit the Crowd. Photography in the Age of Crowdsourcing” (Roma, 2012), “Nothing to see here” (Milano, 2013), “Eternal September. The Rise of Amateur Culture” (Lubiana, 2014), “Stop and Go. L'arte delle gif animate” (Roma, 2016). Ha collaborato con i festival di arti digitali Interferenze e Peam ed è stata curatore ospite di FotoGrafia. Festival Internazionale di Roma per la sezione “Fotografia e Nuovi Media” (edizioni 2010-2012). Ha scritto per testate nazionali e internazionali e lavorato come docente per istituzioni pubbliche e private. Dal 2011 collabora con Artribune.