Tutto il mondo in una art-guide. Consigli creativi per viaggiatori non convenzionali

Estate, tempo di guide. Surfando sul web, abbiamo messo insieme po’ di consigli around the world, per lettori-viaggiatori: chicche editoriali da mettersi in valigia, tra arte, lifestyle e urban culture. Dal manuale super serio per scoprire le grandi collezioni d’arte, all’oggetto-gadget, più da collezionare che da sfogliare. Tutte creative e assolutamente anti-convenzionali. Le classiche guide turistiche in stile Touring Club? Quest’anno, dimenticatevele…

Tra i must dell’estate, quelli scelti nel nome della praticità, c’è la classica “guida”. Guide dedicate a turisti e viaggiatori, innanzitutto: preziose alleate per orientarsi nel mondo dell’hotellerie e della ristorazione, per capirci qualcosa in fatto di mostre e musei, per individuare i migliori club e locali notturni, per non perdersi nei centri urbani di province sperdute o grandi capitali.
Non c’è periodo migliore, dunque, per mettere insieme qualche idea sul tema e segnarsi un paio di suggerimenti. Ecco un po’ di primizie by Artribune, destinate al trolley del perfetto art-urban-traveller.

COLLEZIONISMI – Un vero, piccolo tesoro, tra le più interessanti pubblicazioni del momento in ambito art system/art market. La BMW Art Guide (edizioni Hatje Cantz) fa il punto sul collezionismo internazionale e, dopo tre anni di lavoro, sforna un primo archivio tascabile dedicato alle migliori raccolte d’arte private del mondo, individuate in oltre trenta Paesi, partendo dalla A dell’Argentina e arrivando alla U degli U.S.A. Sono 175 in tutto, ovviamente accessibili al pubblico e raccontate nel dettaglio tramite foto e testi, per la gioia di studiosi e appassionati. Inclusi anche tutti i contatti e le info pratiche. All’idea, nata da una partnership tra BMW e la piattaforma on line Independent Collectors, hanno lavorato giornalisti, artisti, curatori e collezionisti, arricchendo il volumetto con riflessioni sull’identità delle collezioni ma anche sul senso, la mission e la storia del progetto.
www.hatjecantz.de

A Smart Guide to Utopia

URBAN LIFESTYLEA Smart Guide to Utopia, nuova travel guide di LECOOL, realizzata in collaborazione con Smart, fornisce un’angolazione differente da cui osservare e attraversare le nostre città. Giungle d’asfalto in cui orientarsi meglio, inseguendo benessere e qualità della vita. Ed eccola quell’utopica destinazione metaforica, con cui gioca il titolo: la città sana dentro la città caotica, esplorando 111 progetti europei pensati per promuovere stili di vita sostenibili,tra ecologia, armonia, wellness, green-tech, tempo libero, shopping responsabile. Cinque I capitoli: “Eat & Drink”, “Work”, “Play”, “Buy”, “Live”, ognuno aperto dalla rubrica “Open Your Mind”, spazio visionario per condividere idee sulle città del futuro. Ci hanno lavorato 30 scrittori di fama internazionale, tra cui Ben Hammersley, Maria Popova e Adam Greenfield, condividendo segnalazioni, racconti, suggestioni. Disponibile in 4000 copie, al costo di 24 euro.
lecoolbook.com/a-smart-guide-to-utopia

The Kuti Kuti Guide To Finland

MADEINFINLANDIA – Solo per chi ama le mete fredde e lontane. La Finlandia, per esempio. Un salto nell’estremo nord, alla scoperta di paesaggi d’incanto, raccontati da una pazza crew di artisti-fumettisti. Sono infatti gli illustratori del collettivo Kuti Kuti, con base ad Helsinki, gli autori di questa visionaria, poetica, seducente guida super-creativa: quattordici sperimentatori della linea e del linguaggio dei comics, qui in versione geo-story teller per dar voce e volto alla propria terra. Usando la magia del disegno. Dietro al progetto The Kuti Kuti Guide To Finland c’è al casa editrice italiana The Milan Review, insieme a Volta Footwear, che lo ha inserito nella serie “XTravelling”: guide per esploratori di grandi città o Paesi del mondo, rigorosamente progettate da fotografi, film maker e artisti.
www.voltafootwear.itwww.themilanreview.com

Le guide de l’art contemporain urbain 2012

STREET E DINTORNI. La bibbia della street art e dell’arte urbana, all’alba del nuovo secolo. Solo per chi conosce il francese: stampata dai tipi di Pyramyd Editions, Le guide de l’art contemporain urbain 2012 è un ottimo compendio sulla storia e l’attualità dell’universo street internazionale, quello che serve per conoscere, approfondire, scegliere, capire, scovare. 100 artisti, 212 pagine, 400 immagini e una sfilza di informazioni.
Dopo un’introduzione con una mappatura ragionata sulle grandi opere d’arte urbana, si passa a quattro punti specifici: i prezzi di circa quaranta opere scelte, fino a un max. di 70.000 euro; visioni e passioni di 18 insiders (editori, collezionisti, galleristi, critici, curatori); il best of: gli 84 artisti fondamentali per il 2012; un indice di oltre 200 gallerie internazionali che espongono street art. Tra i nomi, incrociate gente come: Aryz, Blek Le Rat, Miss Van, Shepard Fairey, JR, M-City
www.pyramyd-editions.com

We Love London Postcard Guide

POSTCARDS. Una guida a forma di gadget. Non un libro, ma una mini-raccolta di cartoline da collezionare: sei illustrazioni di Jay Wright, dedicate a Londra e ai suoi luoghi più conosciuti, i musei, i monumenti, i palazzi che il turista-modello non può non visitare. We Love London Postcard Guide, volutamente atipica nella forma e tradizionale nei contenuti, è pensata soprattutto per i bimbi. Le immagini, candide e divertenti rappresentazioni di una city a misura di famiglia, sono stampate su cara riciclata – con tanto di info sul retro – e hanno il vantaggio del doppio uso: basta appiccicaci un francobollo e spedirle, per regalare ad amici e parenti una cartolina d’artista sicuramente originale. Con 4 £ vi arriva a casa tutto il set.
www.anorakmagazine.com

Graphic Europe

HIPSTER WORLD. Borghesi, tecnofili, mac-addicted, alternativi, anti-mainstream ma con l’anima fashion, appassionati d’arte contemporanea, cinema indipendente, indie rock, design di tendenza. E fissati con lo shopping. In una parola: “hipster”. Giovani viaggiatori in cerca del b-side delle città: per loro non servono guide turistiche tradizionali. Solo itinerari cool e molto creativi. Ottime, per esempio, le Superguides del sito Superfuture, che da anni produce contenuti digitali dedicati al mondo dei viaggi. Sono scaricabili in pdf (eventualmente da stampare), costano 22 $ e insieme alla sezione Supertravel forniscono una cartografia in chiave trendy di alcune grandi metropoli – Shanghai, New York, Berlino, Londra, Tokyo, Parigi… – aggiornata costantemente. Mappe precisissime e raffinate, grafica accattivante, immagini a gogo e tante info per orientarsi tra shopping e cultural district: flagship, boutique, bar, ristoranti, spazi multifunzionali.
Irrinunciabile infine, per il popolo degli hipster, una pubblicazione vecchia già di due anni ma ancora sulla cresta dell’onda: Graphic Europe è una guida attraverso 31 metropli europee, scritta e illustrata da artisti e graphic designer che vivono sul posto: sono loro a segnalare, tra splendide fotografie, collage e disegni, i ristoranti, i negozi, le gallerie d’arte, i club e gli alberghi preferiti delle loro città. Perfetti compagni di viaggio, per addentrarsi nella parte più sexy (e nascosta) di ogni centro urbano. Edita da Cicada Books, costa 30 $.
superfuture.comwww.cicadabooks.co.uk

Helga Marsala

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.