Vedere per credere?

Immagini e realtà. Un tema fondamentale, e in particolar modo di questi tempi. Dedichiamo allora questi consigli alla fotografia. Con un viaggio fra inchieste e reportage, taccuini d’artista e inediti, storie monumentali e riflessioni d’autore.

la Fotografia. Le origini 1839-1890 - Skira

LA FOTOGRAFIA, CHE STORIA!
Lo coordina Walter Guadagnini, questo nuovo progetto di UniCredit e Skira. Quattro tomi per raccontare la fotografia. Miscelando saggi critici e monografici, focus su libri e mostre, glossari e bibliografie. E naturalmente tantissime immagini in grande formato. Si parte, va da sé, dalle origini. Dunque da Daguerre.
la Fotografia. Le origini 1839-1890 – Skira
www.skira.net

Francesca Woodman’s Notebook

GLI ESERCIZI DI FRANCESCA
Un cofanetto carta da zucchero. All’interno, un pinzato che riproduce il Quaderno di Francesca Woodman realizzato originariamente dalla cartiera Franco Rossi di Perale. Un quaderno scolastico trovato dall’artista a Roma, utilizzato da chissà quale studente d’inizio secolo. E sul quale la Woodman appone piccole fotografie e un brevissimo testo.
Francesca Woodman’s Notebook – Silvana Editoriale
www.silvanaeditoriale.it

Josef Koudelka - Zingari

ROM, GITANI… ZINGARI
Lunga e travagliata la storia di questo libro del grande fotografo moravo. Da un progetto mai realizzato, ideato nel 1968, all’edizione modificata uscita in Francia e Stati Uniti nel 1975. Qui si torna al modello originale (pur con qualche aggiunta), composto da un centinaio di scatti. L’edizione è limitata, quindi conviene affrettarsi.
Josef Koudelka – Zingari – Contrasto
www.contrastobooks.com

Franco Vaccari - Fotografia e inconscio tecnologico

FOTOGRAFO, MA COSA?
Mutuato direttamente dalla riflessione di Walter Benjamin, ma messo al lavoro in una poetica complessa e teoricamente elaborata. È il concetto di “inconscio tecnologico”, con cui Franco Vaccari si confronta sin dal 1979. E che continua ad affascinarlo, come dimostra questo libro in progress.
Franco Vaccari – Fotografia e inconscio tecnologicoEinaudi
www.einaudi.it

Wolfgang Tillmans

3 AL PREZZO DI 1
Turner Prize nel 2000. E qualcuno ancora ha la faccia tosta di dire che la fotografia, in fondo, non è proprio arte? Come Tillmans ce ne sono tanti, ma lui resta innegabilmente un talento colossale, capace di destreggiarsi fra i “generi” più diversi. Sfogliare per credere questi tre volumi cofanettati.
Wolfgang Tillmans – Taschen
www.taschen.com

Annarita Curcio - Le icone di Hiroshima

VISIONI OSTACOLATE
Il fungo atomico, una delle immagini universalmente più note. Ma possibile che fossero le uniche giunte da Hiroshima? In realtà erano innumerevoli le fotografie e i filmati, ma furono – per opposte ragioni – occultate dai governi statunitense e giapponese. Un’inchiesta da leggere d’un fiato.
Annarita Curcio – Le icone di Hiroshima – Postcart
www.postcart.com

Remo Ceserani - L’occhio della Medusa

LA TERZA INCOMODA
Ben nota è la storia del teso incontro fra la decana pittura e la neonata fotografia, con tutte le accuse scambiate, fra presunta usurpazione di ruoli e rapporti con la verità e il mondo da indagare e ristabilire. Ma la letteratura come reagì all’invenzione? Preparatevi a un viaggio affascinante.
Remo Ceserani – L’occhio della Medusa – Bollati Boringhieri
www.bollatiboringhieri.it

Mario Giacomelli - Sotto la pelle del reale

GIACOMELLI INEDITO
Capita anche questo. Ovvero che un maestro della fotografia come Mario Giacomelli riservi ancora delle sorprese, e che all’Archivio di Sassoferrato si ritrovino degli scatti inediti. Sono già circolati fra Parigi e Milano, rispettivamente alle fiere Fotofever e Step09. E ora confluiscono in un libro.
Mario Giacomelli – Sotto la pelle del reale – 24 Ore Cultura
www.24orecultura.com

Marco Enrico Giacomelli

Articolo pubblicato su Artribune Magazine #5

CONDIVIDI
Giornalista e dottore di ricerca in Estetica, ha studiato filosofia alle Università di Torino, Paris8 e Bologna. Ha collaborato all’"Abécédaire de Michel Foucault" (Mons-Paris 2004) e all’"Abécédaire de Jacques Derrida" (Mons-Paris 2007). Tra le sue pubblicazioni: "Ascendances et filiations foucaldiennes en Italie: l’operaïsme en perspective" (Paris 2004; trad. sp., Buenos Aires 2006; trad. it., Roma 2010), "Another Italian Anomaly? On Embedded Critics" (Trieste 2005), "La Nuovelle École Romaine" (Paris 2006), "Un filosofo tra patafisica e surrealismo. René Daumal dal Grand Jeu all'induismo" (Roma 2011), "Di tutto un pop. Un percorso fra arte e scrittura nell'opera di Mike Kelley" (Milano 2014), "Un regard sur l’art contemporain italien du XXIe siècle" (Paris 2016, con Arianna Testino). In qualità di traduttore, ha pubblicato testi di Deleuze, Revel, Augé e Bourriaud. Nel 2014 ha curato la mostra (al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano) e il libro (edito da Marsilio) "Achille Compagnoni. Oltre il K2". Ha tenuto seminari e lezioni in numerose istituzioni e università, fra le quali la Cattolica, lo IULM, l'Università Milano-Bicocca e l'Accademia di Brera di Milano, l’Alma Mater di Bologna, la LUISS di Roma, lo IUAV di Venezia, l'Accademia Albertina di Torino. Redige (insieme a Massimiliano Tonelli) la sezione dedicata all'arte contemporanea del rapporto annuale "Io sono cultura" prodotto dalla Fondazione Symbola. Insegna alla NABA di Milano. È vicedirettore editoriale di Artribune e direttore responsabile di Artribune Magazine.