La Collezione Cerasi Barillari. Passione di famiglia

Inaugura domani 22 giugno un nuovo spazio per l’arte. Si trova a Roma, alla Camilluccia, e contiene le opere della Collezione Cerasi Barillari. Una nuova fondazione? No, uno spazio privato. Ma aperto agli appassionati.

Uno scorcio dello spazio disegnato da Firouz Galdo

Un fatto di tradizione, o forse di Dna. Alessandra Cerasi eredita l’amore per l’arte dai genitori, Claudio ed Elena, che 35 anni fa cominciano ad acquistare pittura italiana della prima metà del Novecento, soprattutto capolavori della Scuola Romana. Nel tempo la collezione cresce, ampliandosi fino all’Arte Povera e la Transavanguardia. E sarà proprio Alessandra, insieme al marito Paolo Barillari, ad aprirsi all’attualità più stretta, comprando anche fotografia e installazioni.
Oggi la collezione Cerasi Barillari approda in un nuovo spazio, tutto dedicato alla grande passione di famiglia. Da cosa nasce la voglia di una location ad hoc? “Dal desiderio di goderci le nostre opere, di vederle, toccarle e amarle ogni giorno”, risponde Alessandra. “Con loro abbiamo un rapporto passionale, non potremmo mai tenerle chiuse in un magazzino”. Qui approderanno gli artisti più contemporanei della raccolta, tra cui Borremans, Benassi, Solakov, Sislej Xhafa, Meese, Alÿs, Vedovamazzei, Hatoum, Kentridge, Avery, Cuoghi, Muniz.

Lo spazio dei Cerasi-Barillari a Roma

Lo spazio della Camilluccia lo acquistano qualche tempo fa: lo scovano nei dintorni di casa, immerso nel verde, e se ne innamorano, nonostante fosse poco più di uno “scheletro” in stato d’abbandono. Tutto da fare, da immaginare. Ricordo che quando entravamo con la pila elettrica avevamo paura dei topi… Il pavimento era di sabbia e le finestre murate. Poi abbiamo accettato la sfida e grazie al prezioso aiuto del nostro amico architetto Firouz Galdo, lo abbiamo cresciuto come un figlio, giorno per giorno. E ora siamo pazzi di gioia. Anche se molto più poveri!“. Una nuova Fondazione romana all’orizzonte? “No, non è nei nostri piani. Questo resterà un luogo per ricevere i nostri amici, sempre aperto a tutti gli appassionati d’arte. Lo spirito che ci ha spinto ad aprirlo non è professionale, ma familiare. Per ora vogliamo soprattutto divertirci”.

Massimiliano Tonelli


La fotogallery pubblicata in anteprima da Artribune

Inaugurazione mercoledì 22 giugno 2011 ore 18
Via della Camilluccia 589/c – 00184 Roma
[email protected]

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.
  • elena

    perfetto mi sembra una bellissima idea proprio alla BALLA che ha aperto la sua casa futurista gia nel 1920!!! a stasera grazie EG