Artribune che?

No signori miei, non siamo pazzi. Siamo solo un gruppo di professionisti ancora, ehm diciamo così, giovani, ma dotati di una esperienza mica da ridere. Un gruppo sicuro delle sue capacità che fa una nuova proposta. Una proposta che a brevissimo diventerà indispensabile. Ci avete capito qualcosa di più, ora?

Vi pare possibile che un intero gruppo di persone che ha lavorato per un decennio su un progetto, dopo esserne stato estromesso, si trovi nelle condizioni di ripartire in forze, in maniera compatta, con nuovissime idee, agguerriti propositi e rinnovato vigore dopo soli dieci giorni? Vi pare possibile, in questo Paese decrepito, che dopo dieci anni di carriera e di crescita professionale e umana, questo gruppo di lavoro sia ancora composto su per giù da trentenni?
Se non vi pare possibile, beh, sappiate che non pare vero neppure a noi ma tant’è. La reazione alla surrealtà che ha impedito a tutti noi di continuare un discorso di eccellenza avviato il secolo scorso è stata vigorosa, insperata, cinica forse, sicuramente di alta qualità.
Si dimostrerà che contano le idee e non i contenitori, si dimostrerà che conta il merito, almeno nel nostro settore. Si dimostrerà che il pubblico, l’attenzione degli addetti ai lavori e il favore degli investitori va dove sta il dibattito, dove stanno le notizie, dove sta l’impegno dei professionisti reali.
Ci giochiamo tutti quanti la nostra credibilità dopo essercela costruita con una fatica lancinante, dunque siate severi con noi, ma non da subito. Non da subito perché, oggi, la cosa che preponderantemente dovete considerare è la nostra volontà di non lasciarvi senza punti di riferimento informativi. Ecco il motivo che ci ha spinto a non attendere i due mesi che – almeno, almeno – occorrono per avere un sito web di alto profilo come quello che vogliamo offrirvi. Ecco perché vi proponiamo Verso… Artribune nell’attesa di Artribune. Siamo, per ora, su una piattaforma provvisoria e dunque mettiamo le mani avanti chiedendovi clemenza per i tanti difettucci che incontrerete: dietro le quinte si sta lavorando ad un sito gioiello, fidatevi.
Piuttosto cogliete anche voi questa occasione per darci suggerimenti concreti, attuabili, che possano entrare nel flusso del cantiere in corso: come volete Artribune? Cosa ci volete dentro? Che tipo di impronta dovrà avere? Cosa vi aspettate? Cosa manca, oggi, e cosa dunque bisogna implementare e mettere a disposizione del pubblico? Verso… Artribune serve soprattutto a darvi, di tanto in tanto, un osservatorio sul cantiere che sta costruendo il nuovo sito, il nuovo cartaceo, la nuova applicazione per i telefonini. Come costruiremo tutto questo, visto che abbiamo davvero voglia di fare cose nuove, dipende anche dal feedback che avremo da voi lettori. Vi parrà assurdo, ma ogni tanto in Italia nasce anche qualche iniziativa editoriale sull’arte dedicata a chi legge, non realizzata solo a vantaggio della visibilità di chi scrive… Approfittatene!

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.
  • Hm

    io il logo lo cambierei alla velocità della luce, fa molto quotidiano daily telegraph retrò ai massimi livelli, qualcosa di più futuristico no?

    • francesco sala

      il logo è stylish

    • me.giacomelli

      oh my god, lo spettro di HM torna ad aggirarsi!

      • r.vanali

        Marco come hai inserito la foto?

  • Redazione

    Sevvabbe, futuristico…

  • Art * Texts * Pics

    Ben arrivati in rete Art Tribune! Cercate di far in modo che questo progetto editoriale sia veramente d’ ‘eccellenza’.
    Elena Bordignon

    • Redazione

      Bordignon, uniamoci, fondiamoci, compenetriamoci, integriamoci, interlacciamoci, ammischiamoci. Artribune want you and your blog!

      • Art * Texts * Pics

        Wuw, una proposta così focosa, passionale, coinvolgente, ‘sconvolgente’… e sexy, non l’avevo mai avuta! ;)

        • Redazione

          Ma cos’hai capito. Mica “compenetriamoci” in quel senso lì. Per quanto, quasi quasi… ;-)

  • Forse invece di rompere sempre su sgarbi, il governo, i beatrice e compagnia…il buono che c’è, il sistema che fa riferimento alla definizione di arte contemporanea che ci piace di più, dovrebbe stare unito. Sempre in termini autocritici, ma mai in termini di farsi la guerra. Da due anni, dai giorni del terremoto all’Aquila, sto cercando di stimolare un confronto critico all’interno del “migliore” sistema italiano, e questo ,in qualche modo, sta avvenendo. Questa mi sembra l’unica strada da percorrere in questa italia dei 150 anni.

  • francesco sala

    è volutamente da daily telegraph, l’ispirazione è ben quella…

  • Lucia Crespi

    Sono con voi tutti, siete bravissimi e farete un nuovo prodotto eccellente come quello a cui ci avete abituati. Bravi a non deprimervi e a inventarvi Artribune!

    Un abbraccio e davvero in bocca al lupo!

    Lucia

  • Tutta un’altra storia: complimenti!
    Già mi sento a mio agio a navigare nel layout grafico di queste pagine web…
    E orgoglione di essere dei vostri.

  • adgqqqqqqqqqqq

    Le scritte in grigio chiaro sul bianco dello schermo si leggono con fatica, infastidiscono e, insomma, non incentivano lo scorrere delle parole. Basterebbe semplicemente rendere piu nere. Piu contrasto. Poi in generale c’è troppo bianco, è un fanale lo schermo.

  • andrea

    cambierei lettering e logo.
    lasciando da parte il discorso futuristico, di cui non ho capito bene il senso, penserei a qualcosa di più caratterizzante e fresco (già il nome di per sè è abbastanza anglosassone, non è necessario sottolinearlo con il font..).
    vedetelo come un augurio di buon lavoro sotto forma di critica sincera!

    • rafael

      Con quelo che lo hanno pagato non credo lo cambieranno mai.

      • rafael

        …quelo

  • Paola De Ciuceis

    Grandi, grandissimi! Bravi, bravissimi! Fosse pure sull’onda adrenalinica, è la migliore reazione che si potesse avere! L’importante è rimettersi subito in pista, per tutto il resto c’è tempo! E poi, si sa, squadra che vince non si cambia…mal gliene incolse a chi cambiò ;-) W Artribune!

    Paola De Ciuceis

  • andrea

    nota riguardo il sito:
    la dimensione dei caratteri è microscopica! la lettura è molto difficoltosa..

    • Redazione

      Fai riferimento ai caratteri dei commenti o degli articoli?

      • andrea

        lavoro su mac e mi sono preso il tempo di fare un check anche su windows.
        su mac vedo i caratteri degli articoli molto piccoli, e nei commenti lo sono ancora di più..
        su windows i caratteri degli articoli vanno bene, si leggono agevolmente. quelli dei commenti sono leggermente più piccoli, ma personalmente li terrei della stessa grandezza dell’articolo, anche per metterli simbolicamente sullo stesso piano..

        sarebbe bello però se anche altri si pronunciassero su questi aspetti (magari attraverso un topic dedicato?), così da apportare le prime migliorie in base ai riscontri pratici dei lettori..

        hope it helps..

  • nel bene e nel male questa può essere un’altra fantastica grande storia che sta nascendo con un futuro radioso… ma non radioattivo spero! d.o)

  • steven music

    bravi! pieno appoggio per artribune! vi prego meno sarcasmi ai sistemi che non funzionano – dateci l’informazione pura per capire – invece più gas per le cose positive che vengono realizzate e le possibilità offerte dalle idee dei pros e degli artisti. il visual effettivamente è molto anglosassone anche il nome, in questo giorno d’italia!

  • rafael

    Lavoro su Mac e non riscontro alcun problema sulla dimensione dei caratteri. Risoluzione del monitor? Settaggi del browser?

    • r.vanali

      Anch’io lavoro su mac e sembra tutto ok

  • cp.Rindler

    Per il momento auguri & complimenti e son certo che gli “aggiustamenti” saranno affrontati e risolti da capaci mani & menti.
    cp.+ch.

  • Benvenuto

    Eravate un punto di riferimento, lo sarete ancora. In bocca al lupo!

    Ma l’avverbio ‘preponderantemente’ no, però… E’ terribile !

  • Lorenzo

    Mi sembra possa essere una nuova gran bella esperienza, in bocca al lupo!