Public Art a Monteriggioni. Clet Abraham invade il borgo con 50 cartelli stradali creativi

Lo street artist francese Clet Abraham ha dato il via al progetto di arte pubblica che coinvolgerà per tutta l’estate Monteriggioni e la sua frazione di Castellina Scalo con opere di altri cinque artisti contemporanei.

Dopo l’esperienza della vicina Siena con il progetto Street Art Quarter, anche Monteriggioni si apre all’arte pubblica con un primo intervento di Clet Abraham (Bretagna, 1966) sulla segnaletica stradale della cittadina toscana. Il tutto sempre con la regìa di Gaia Pasi, critica d’arte, curatrice e gallerista con lo spazio Zak, che ha sede proprio in questo borgo medievale fortificato, considerato uno dei più belli d’Italia. Questa volta l’iniziativa si chiama Percorsi in Comune Vol.1, e oltre ad Abraham coinvolgerà altri cinque artisti contemporanei – Pierluigi Pagni, Jacopo Pischedda, Colette Baraldi, BLUB e Benedetto Cristofani – in dieci interventi di riqualificazione urbana nella frazione di Monteriggioni e nelle aree limitrofe, che si protrarranno per tutta l’estate. Intanto, sono circa 50 i cartelli stradali già modificati, fra il Castello di Monteriggioni e Castellina Scalo, che da giovedì 15 giugno hanno un nuovo volto grazie alla creatività e all’ironia dell’artista francese, ma fiorentino d’adozione, che da più di 20 anni vive in Italia ed è noto per la sue critiche nei confronti dell’autorità, espresse proprio attraverso le azioni di contraffazione dei segnali della strada. Ecco le immagini.

– Claudia Giraud

CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).