60 anni di World Press Photo. Al Forte di Bard la mostra del celebre premio di fotogiornalismo

In mostra in Valle d’Aosta oltre 140 immagini vincitrici del più importante riconoscimento internazionale di fotogiornalismo. Presente anche la foto dell’assassino dell’ambasciatore russo in Turchia scattata da Burhan Ozbilici. Ecco le immagini

Nel 1955 un gruppo di fotografi olandesi organizza un concorso per esporre il proprio lavoro ai colleghi internazionali e scambiarsi reciproca conoscenza. Da allora la competizione annuale si è trasformata in uno dei premi più prestigiosi nel fotogiornalismo, e la mostra che produce è vista ogni anno da quattro milioni di persone in tutto il mondo. Quel concorso si chiama World Press Photo e la sua 60esima edizione – organizzata dall’omonima fondazione olandese – è ora in mostra al Forte di Bard con le oltre 140 immagini e i 12 video dei più grandi fotoreporter che, per un anno – il 2016 – hanno documentato gli avvenimenti del nostro tempo sui giornali di tutto il mondo. In mostra anche la foto dell’anno 2016 An Assassination in Turkey (Omicidio in Turchia), del fotografo turco Burhan Ozbilici, scattata il 19 dicembre e che ritrae l’attentatore Mevlüt Mert Altıntaş dopo aver assassinato l’ambasciatore russo in Turchia Andrey Karlov, durante un’inaugurazione nella Galleria d’Arte di Ankara. “È stata una decisione molto difficile, ma alla fine abbiamo intuito che la Foto dell’anno doveva essere un’immagine esplosiva che rappresentasse il disprezzo e l’odio dei nostri tempi”, ha dichiarato Mary F. Calvert, membro della giuria. “È un’immagine talmente dirompente che ogni volta che compariva sullo schermo bisognava allontanarsi, proprio per questo abbiamo capito che incarnava alla perfezione ciò che è il World Press Photo e cosa significa”.

– Claudia Giraud

Evento correlato
Nome evento60esima edizione del World Press Photo
Vernissage07/12/2017 ore 18
Duratadal 07/12/2017 al 07/01/2018
Generefotografia
Spazio espositivoFORTE
Indirizzo - Bard - Valle d'Aosta
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).