Per una politica della fotografia. Una collettiva a Trieste

MLZ Art Dep, Trieste – fino al 18 giugno 2017. Discipula, Sambini e The Cool Couple si confrontano sul ruolo e i dispositivi dell’immagine contemporanea.

La funzione politica dell’immagine e il suo potere di condizionare il reale sono i temi attorno a cui si sviluppa la mostra in corso presso la galleria triestina, che da avviò alla piattaforma di ricerca POIUYT. Gli autori in mostra si appropriano delle strategie retoriche della comunicazione di massa per utilizzarle in senso critico: il collettivo Discipula (MFG PaltrinieriMirko Smerdel e Tommaso Tanini) ha creato le campagne di Aura, una immaginaria corporate che con le sue attività permea vari settori della vita, gestendo in modo privatistico i servizi dello stato sociale. Alessandro Sambini presenta la camera da letto con i “feticci” del fan di un game show televisivo dove i partecipanti si sfidano nel replicare i video trasmessi dai media. Infine il collettivo The Cool Couple (Niccolò Benetton e Simone Santilli) crea un intreccio fra le tendenze competitive e individualiste che si celano dietro la pratica della meditazione e la tematica ambientale dell’antropocene.

Carlo Sala

Evento correlato
Nome eventoPoiuyt. Punto Zero
Vernissage18/03/2017 ore 18,30
Duratadal 18/03/2017 al 18/06/2017
Autori The Cool Couple, Alessandro Sambini, Discipula
CuratoriFrancesca Lazzarini, Gaia Tedone
Generifotografia, collettiva
Spazio espositivoMLZ ART DEP
Indirizzovia G.Galatti 14a - Trieste - Friuli-Venezia Giulia
CONDIVIDI
Carlo Sala
Carlo Sala (Treviso, 1984), critico d'arte, curatore e docente al Master in Photography dell'Università IUAV di Venezia. È membro del comitato curatoriale della Fondazione Francesco Fabbri Onlus per cui si occupa della curatela scientifica del Premio Francesco Fabbri per le Arti Contemporanee e del festival F4 / un’idea di Fotografia. Nel 2010 ha curato con Nico Stringa il Padiglione Venezia alla 12. Mostra internazionale di Architettura, People meet in architecture, Biennale di Venezia. Collabora come curatore indipendente con realtà museali e con gallerie private. Suoi saggi e testi critici sono apparsi in varie pubblicazioni edite, tra gli altri, da Allemandi, Marsilio, Mimesis, Bruno Mondandori e Skira.