Le strade di Boogie tra i vicoli di Napoli

Magazzini Fotografici, Napoli – fino al 1° aprile 2017. La sede espositiva partenopea incrocia lo sguardo del fotografo serbo con una personale cruda e senza compromessi. Diretta come un colpo d’arma da fuoco.

Boogie, Dre two guns
Boogie, Dre two guns

Boogie, nato a Belgrado come Vladimir Milivojevich, a New York c’era arrivato nel 1998 grazie a una Green Card vinta alla lotteria. Oltre al lasciapassare, aveva portato con sé una macchina fotografica, già terapia necessaria a sopportare l’incubo delle guerre balcaniche e il successivo vuoto postbellico. Gli scatti di Brooklyn introducono Blow your Mind, mostra curata da Magazzini Fotografici nelle sale dell’ex borsettificio Ines. Sin dalla soglia il visitatore è ricondotto in strada, ma l’ambientazione è ora quella dei sobborghi americani. La percezione della nuova realtà è acuita dalla disposizione delle immagini sulle pareti, l’una accanto all’altra senza soluzione di continuità. Il bianco e nero espande i deserti inanimati di palazzi tutti uguali e topi appesi ai lampioni. Le figure umane sono spesso protette da un ghigno, sorrisi che non bastano a stemperare la presenza ingombrante delle pistole. La stessa potenza brutale definisce gli scatti di Wah do dem, un viaggio stavolta a colori nel contesto incontrollabile di ordinaria emergenza che è Kingston. Il cuore della capitale giamaicana pulsa tra baracche e filo spinato, lontano da leziosità patinate. Una quotidianità di tante armi e poche danze, in cui anche il volto iconico di Bob Marley è trasfigurato nell’immagine datata e patetica di un murale sbiadito.

Raffaele Orlando

Napoli // fino al 1° aprile 2017
Boogie – Blow your Mind
MAGAZZINI FOTOGRAFICI
Largo Proprio d’Avellino 4
[email protected]
www.magazzinifotografici.it

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/58469/boogie-blow-your-mind/

CONDIVIDI
Raffaele Orlando
Raffaele Orlando è nato a Benevento nel 1986. Sannita con influenze magnogreche maturate a Napoli durante gli anni di studio, archeologo con interessi per la museologia e la scrittura creativa. Ha svolto attività di progettazione mostre e percorsi museali alla Reggia di Caserta grazie al bando MiBACT “150 giovani per la cultura”. Oggi vive e lavora a Roma con l'obiettivo di ricostruire aspetti della vita quotidiana in antico e nella contemporaneità.