A Firenze apre la Collezione Roberto Casamonti. Tutte le immagini in anteprima

“Dagli inizi del XX secolo agli anni ’60” è la mostra con cui prende avvio l’attività del nuovo spazio museale nel centro storico fiorentino. Realizzato nel piano nobile del palazzo rinascimentale opera di Baccio d’Agnolo, raccoglie una selezione di opere raccolte dal titolare dei Tornabuoni Arte.

Collezione Roberto Casamonti
Collezione Roberto Casamonti, Palazzo Bartolini Salimbeni, Firenze. Foto Valentina Silvestrini

Sono importanti pezzi di Fattori, Boldini, Balla, Viani, Sironi, Severini, Marini, Morandi, de Chirico, Savinio, Prampolini, Casorati, Magnelli, Licini, Picasso, Leger, Soutine, Klee, Chagall, Erns, Kandinsky, Hartung, Matta, Fautrier, Lam, Dorazio, Accardi, Afro, Vedova, Capogrossi, Burri, Klee, Fontana, Manzoni e di altri autori ancora ad accompagnare i visitatori che, da domenica 25 marzo, sceglieranno di visitare la Collezione Roberto Casamonti, nel centro storico fiorentino. Prende dunque in esame un arco temporale che dall’inizio del Novecento arriva fino agli anni Sessanta la mostra inaugurale del nuovo spazio museale, adibito a eventi culturali, “donato alla città” dal noto gallerista e collezionista. Allestito al primo piano dello storico Palazzo Bartolini Salimbeni e situato a due passi da Palazzo Strozzi e da Palazzo Spini Feroni – sede del Museo Salvatore Ferragamo -, il nuovo soggetto sarà gestito dall’associazione culturale costituita ad hoc. La sua nascita “sancisce il punto di arrivo di una lunga storia che attraversa e caratterizza la mia famiglia, raccontandosi oggi per mezzo del linguaggio vivo dell’arte”, ha precisato lo stesso Casamonti, sottolineando come il forte desiderio di condividere la sua collezione con l’intera città di Firenze lo abbia guidato in questo progetto. A dirigere Collezione Roberto Casamonti è la storica dell’arte Sonia Zampini; la mostra “Dagli inizi del XX secolo agli anni ’60”, visitabile su prenotazione fino alla primavera del 2019, sarà seguita dall’esposizione del secondo nucleo della Collezione, focalizzato sull’arte italiana e straniera che dal 1960 arriva fino ai giorni nostri.

– Valentina Silvestrini

Evento correlato
Nome eventoCollezione Roberto Casamonti #1
Vernissage24/03/2018 ore 17 su invito
Duratadal 24/03/2018 al 10/03/2019
AutoriGino Severini, Giorgio Morandi, Giorgio De Chirico, Renato Guttuso, Fernand Léger, Giacomo Balla, Mario Sironi, Paul Klee, Giovanni Fattori , Marino Marini, Marc Chagall, Giovanni Boldini
CuratoreBruno Corà
Generiinaugurazione, collettiva, arte moderna
Spazio espositivoCOLLEZIONE ROBERTO CASAMONTI
IndirizzoPiazza di Santa Trinita, 1, 50123 - Firenze - Toscana
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Silvestrini
Architetto con specializzazione in allestimento e museografia, si è formata presso l’Università La Sapienza e la Scuola Normale Superiore di Pisa, dove ha frequentato il "Corso di alta formazione e specializzazione in museografia". Ha intrapreso il proprio percorso professionale in parallelo con gli studi, occupandosi di allestimenti museali, fieristici ed eventi.​ ​È stata assistente alla progettazione di mostre presso lo studio “Il Laboratorio srl” (Roma, 2004/2007); ha svolto un internship all’ufficio Eventi Speciali di Pitti Immagine srl (Firenze, 2008). All’ICE - Istituto nazionale per il Commercio Estero (Roma, 2008/2010) ha ricoperto il ruolo di assistente alla progettazione di layout espositivi e alla direzione lavori, recandosi in centri espositivi ​in Giappone, Russia e Germania. ​Ha curato il coordinamento eventi e ​la​​​ comunicazione​ della FUA - Fondazione Umbra per l’Architettura (Perugia, 2011)​.​ ​​​​​Ha scritto e scrive per ​Abitare, ​abitare.it, ​domusweb.it, ​Living, Klat, Icon Design, Grazia Casa e Cosebelle Magazine, di cui è caporedattrice design.​ ​Dal 2012 collabora con Artribune​.​