Il senso del rosso per Lorenzo Lotto & Co a Palazzo Barberini. La grande pittura veneta a Roma

Sei i capolavori esposti, tutti scelti attorno al Matrimonio mistico di Santa Caterina d’Alessandria di Lorenzo Lotto, provenienti da Metropolitan e Louvre e legati dal fil rouge di un colore. Il rosso.

“Il senso del rosso” dei pittori veneti – colore della passione civile e della devozione religiosa – è il filo conduttore di Venezia scarlatta: Lotto, Savoldo, Cariani, presentata dalle Gallerie Nazionali di Arte Antica – fino all’11 giugno 2017 – nella sede di Palazzo Barberini, grazie ai prestiti di Metropolitan e Louvre. Una mostra “nata attorno al nostro capolavoro di Lorenzo Lotto Matrimonio mistico di Santa Caterina d’Alessandria del 1524”, come sottolinea il Direttore Flaminia Gennari Santori. Il quadro è qui visibile per la prima volta accanto al suo omologo proveniente dall’Accademia Carrara, a confronto con il Ritratto di Marsilio Cassotti e Faustina Assonica, un dipinto che il Museo Nacional del Prado presta solo di rado. In tutto sei capolavori, magnifici “studi in rosso” di Lorenzo Lotto, Giovanni Gerolamo Savoldo e Giovanni Cariani, dove i diversi generi – dal ritratto al quadro devoto – sono accomunati dalla tinta scarlatta. Eccone un assaggio nella nostra fotogallery…