La vita di Angela Ferreira in una mostra al MAAT di Lisbona. Le immagini

Fino all’8 ottobre al MAAT di Lisbona viene ospitata una mostra dedicata all’artista Angela Ferreira che da sempre indaga tematiche legate a colonialismo, postcolonialismo e alle conseguenze legate a questi fenomeni. Le immagini di “Pan African Unity Mural”

Ângela Ferreira. Pan African Unity Mural. Courtesy of EDP Foundation ©Bruno Lopes
Ângela Ferreira. Pan African Unity Mural. Courtesy of EDP Foundation ©Bruno Lopes

La potenza dei colori che si contrappone al bianco e nero dei volti che a loro volta si rispecchiano nella freddezza di una grande scultura metallica. Questi sono solo alcuni degli elementi che popolano la Project Room del MAAT a Lisbona. L’artista, Ângela Ferreira (Mozambico, 1958), è di origine portoghese ma nata e cresciuta in Mozambico durante la triste parentesi dell’Apartheid che influenzò tutto il suo lavoro. Da sempre ci si chiede quanto il colonialismo e il post colonialismo abbiamo davvero inciso nella società contemporanea e quanto i problemi di salvaguardia e spartizione del territorio abbiano portato a tristi conseguenze. Nella sala riservata a Ângela Ferreira al MAAT è raffigurata una storia fatta di personaggi che lavorano insieme; si tratta di un grande murale ispirato a quelli realizzati dal muralista Diego Rivera, artista messicano estremamente influente e politicizzato, vissuto a cavallo tra la fine dell’800 e la seconda metà del secolo scorso, anche compagno di Frida Kahlo. Si riconoscono i volti noti di Miriam Makeba e George Wright che a differenza di tutti gli altri sono disegnati in bianco e nero. La prima è una celebre cantante sudafricana costretta ad emigrare negli Stati Uniti a causa delle conseguenze del proprio attivismo; George Wright, invece, è un famoso criminale di origine americana che dopo più di quarant’anni viene arrestato in Portogallo. Tutta l’esposizione è inoltre un continuo richiamo alla vita dell’artista, in maniera sottile raccontata attraverso le opere.

– Valentina Poli

Lisbona // fino all’8 ottobre 2018
Pan African Unity Mural
MAAT
Av. Brasília, 1300-598 Lisboa, Portogallo
www.maat.pt/en

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Poli
Nata a Venezia, laureata in Conservazione e Gestione dei Beni e delle Attività Culturali presso l'Università Ca' Foscari di Venezia, ha frequentato il Master of Art presso la LUISS a Roma. Da sempre amante dell'arte ha maturato più esperienze nel settore della didattica progettando e gestendo laboratori, in quello della preparazione di piccoli e grandi eventi culturali, nel settore delle gallerie d'arte e in campo giornalistico con collaborazioni con riviste del settore. Oggi vive a Roma.